Salsa verde, la ricetta

Salsa verde, la ricetta

Salsa verde, la ricetta.
Quando penso alla salsa verde, mi viene sempre in mente un dettaglio su cui insisteva una signora piemontese di gran classe e cultura: non bisogna bagnare la mollica di pane nell’aceto ma nel latte perché l’aceto va aggiunto alla fine per dosarne la quantità e per migliorare la morbidezza dell’insieme. Pertanto i diversi ingredienti che compongono questa salsa a modo mio sono:prezzemolo, mollica di pane bagnata nel latte e strizzata, acciuga salata, capperi, uno spicchio d’aglio, uovo sodo (facoltativo). Alla fine quando tutto sarà bene tritato ed omogeneo, si aggiunge l’aceto e un poco di olio d’oliva senza esagerare. Della salsa verde ci sono molte varianti a seconda dei gusti ma questa è per me una ricetta eccellente.

Salsa verde, la ricetta

Testa di drago in corallo

Testa di drago in corallo

Testa di drago in corallo.
Mi erano rimaste ancora un paio di foto scattate ai bellissimi gioielli di corallo ospitate, e vendute, all’interno del 101 di Taipei, in Taiwan.
Questo è il particolare di uno di quelli: la testa di un drago (credo ci fosse anche tutto il corpo nell’opera) scolpita in un blocco di corallo rosso.
Splendida!!

Testa di drago in corallo

Il corallo rosso è l’unica specie del genere Corallium che vive nel Mediterraneo, dalla Grecia e dalla Tunisia fino allo Stretto di Gibilterra, Corsica, Sardegna, Sicilia e Baleari incluse, ma è diffuso anche nell’Atlantico orientale in Portogallo, Canarie, Marocco e Isole di Capo Verde, di solito fino a 200 metri di profondità in luoghi poco illuminati con scarsa vegetazione.
Continua su Wikipedia.