Hoi An, la piccola cittadina delle lanterne

Hoi An

Hoi An, la piccola cittadina delle lanterne

Hoi An, la piccola cittadina delle lanterne.
La splendida cittadina a Sud di Da Nang. Famosa per le lanterne e le luci sul fiume la sera. Patrimonio mondiale dell’Unesco.
Una passeggiata nelle caotiche viette che questa volta sono rese di difficile passeggio solo dai moltissimi turisti (i più coreani e cinesi) e non dai motorini!
Le piccole casette coperte da piante rampicanti fiorite regalano scorci paradisiaci.
La sera poi, con il calare del sole, tutte le lanterne si accendono e la cittadina assume un fascino ancora maggiore.

Hoi An

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Clicca qui per vedere tutte le foto della cittadina:
foto gallery

La precedente città portuale dei Champa, situata presso l’estuario del Thu Bon, fu un importante centro di commercio vietnamita durante il XVI ed il XVII secolo, quando giapponesi e cinesi provenienti da varie provincie, olandesi ed indiani vi s’insediarono. In questo periodo di commercio con la Cina la città venne chiamata Hai Pho (Città sul mare) in vietnamita.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Ecco dove si trova la cittadina:

[ENG] Hoi An, the small town of lanterns.
The beautiful town south of Da Nang. Famous for the lanterns and lights on the river in the evening. Unesco world heritage.
A walk in the chaotic streets that this time are made difficult only by the many tourists (the most Korean and Chinese) and not by scooters!
The small houses covered with flowering climbing plants offer paradisiacal views.
In the evening then, as the sun goes down, all the lanterns light up and the town takes on an even greater charm.

Polpo alla griglia in Vietnam

Polpo alla griglia in Vietnam

Polpo alla griglia in Vietnam

Polpo alla griglia in Vietnam.
Uno dei molluschi più buoni non poteva certo mancare in Vietnam e lì si chiama bạch tuộc nướng.
Questo bel piattino lo potete trovare praticamente ovunque nei ristoranti che cucinano piatti alla griglia.
Come potete vedere è accompagnato da cetriolo (dưa leo) e foglie di menta (rau thơm).
A dire la verità era un po’ duretto e non mi è piaciuto moltissimo. Dalle mie parti lo si fa bollire un pochino in acqua prima di metterlo sulla griglia, credo.
A parte poi le solite salsine iper-piccanti ma il polpo è già di per sé leggermente “hot”.

Polpo alla griglia in Vietnam

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

[ENG] Grilled octopus in Vietnam.
One of the best molluscs certainly could not miss in Vietnam and there is called bạch tuộc nướng.
You can find this beautiful saucer almost anywhere in restaurants that cook grilled dishes.
As you can see, it is accompanied by cucumber (dưa leo) and mint leaves (rau thơm).
To tell the truth, it was a bit hard and I didn’t like it very much. Where I come from you boil it a little in water before putting it on the grill, I think.

La torre Xa Loi delle Montagne di Marmo

La torre Xa Loi delle Montagne di Marmo

La torre Xa Loi delle Montagne di Marmo

La torre Xa Loi delle Montagne di Marmo.
Una delle attrazioni delle Marble Mountains, in Vietnam, è questa pagoda che fa bella scena di se.
Le Montagne di Marmo sono una formazione di 5 colline rocciose a Sud di Da Nang.
La loro conformazione, ricca di gallerie e grotte, ha fatto si che negli anni venissero (oltre ad essere sfruttate per l’estrazione di materiale roccioso) anche per creare luoghi di culto molto riservati e dedicati al raccoglimento.
Ormai si è invasi dai turisti (coreani in maggioranza) che rendono persino difficile camminare lungo le strette salite di alcune delle grotte.

La torre Xa Loi delle Montagne di Marmo

La torre Xa Loi delle Montagne di Marmo

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Qui tutte le foto alle Montagne di Marmo:
foto gallery

Dove si trova questa torre e le Marble Mountains:

[ENG] The Xa Loi tower of the Marble Mountains.
One of the attractions of Marble Mountains, Vietnam, is this pagoda that makes a fine show of itself.
The Marble Mountains are a formation of 5 rocky hills south of Da Nang.
Their conformation, rich in tunnels and caves, has meant that over the years they were (in addition to being exploited for the extraction of rocky material) also to create places of worship very reserved and dedicated to meditation.
It is now invaded by tourists (the majority of Koreans) who make it even difficult to walk along the narrow slopes of some of the caves.

La pagoda Linh Ung vicino a Da Nang

La pagoda Linh Ung vicino a Da Nang in Vietnam

La pagoda Linh Ung vicino a Da Nang in Vietnam

La pagoda Linh Ung vicino a Da Nang in Vietnam.
Il tempio buddista sulla penisola di Thọ Quang, a Nord-Est della città vietnamita.
E’ una delle zone più belle raggiungibili dalla città in poco tempo. La penisola, formata da alcune montagne, è già di per sé molto bella da vedere e a pochi chilometri dal centro potrete trovare questo tempio.
L’ingresso è già molto imponente, con le sue tre porte (prima foto). Poi si entra e nella piazza principale il tempio e i moltissimi bonsai che vi si trovano di fronte (seconda foto).
Per finire, dopo aver passeggiato per l’area della pagoda che è un susseguirsi di piccoli, templi, statue e alberi decorativi, si passa a vedere la statua della Lady Buddha, l’attrazione visibile persino dalla città: una statua di 67 metri di altezza.
Non è un tempio molto antico ma è sicuramente molto ma molto suggestivo!

La pagoda Linh Ung vicino a Da Nang in Vietnam

La pagoda Linh Ung vicino a Da Nang in Vietnam

La pagoda Linh Ung vicino a Da Nang in Vietnam

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Ho cercato online ma c’è proprio poco in italiano; c’è la pagina ufficiale del turismo della città di Da Nang che descrive l’area danangfantasticity.com e anche su Wikipedia, in inglese, c’è proprio poco.

Clicca qui per vedere le altre immagini che ho scattato nella penisola di Thọ Quang:
foto gallery

Ecco dove si trova la pagoda:

[ENG] The Linh Ung pagoda near Da Nang in Vietnam.
The Buddhist temple on the Thọ Quang peninsula, in the northeast of the Vietnamese city.
It is one of the most beautiful areas within easy reach of the city. The peninsula, formed by some mountains, is already very beautiful to look at and in a few kilometers from the center you can find this temple.
The entrance is already very impressive, with its three doors (first photo). Then you enter and in the main square the temple and the many bonsai that are in front of it (second photo).
Finally, after walking around the pagoda area which is a succession of small, temples, statues and decorative trees, we pass to see the statue of the Lady Buddha, the attraction visible even from the city: a statue of 67 meters of height.
It is not a very ancient temple but it is certainly very, very impressive!

Glass noodles and shrimps

Glass noodles and shrimps

Glass noodles and shrimps

Glass noodles and shrimps.
Anche per gli amanti della pasta possono trovare ristoro per la vista, almeno quella, con i noodles.
Alla fine sono molto diversi perché fatti di riso (anche se ne ce sono anche di grano o di cereali) ed addirittura alcuni sono fatti anche con l’uovo e assimigliano molto alla nostra pasta fresca.
Questi, a dire proprio la verità, li ho mangiati in un ristorante thailandese a Da Nang ma questa è la cosa bella in Asia: c’è una tale ricchezza e mescolanza di culture che in quasi tutti i paesi si possono trovare piatti di cucine estere nello stesso ristorante.
E devo dire che il piatto, che come potete vedere era accompagnato da salse decisamente piccanti, era anche molto buono. Io l’ho mangiato così senza aggiungere salsine (ed era già un filino “hot”); la Dao, la mia ragazza, ha abbondantemente aggiunto le salsine!

Glass noodles and shrimps

Glass noodles and shrimps

Glass noodles and shrimps

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Prima che la dinastia Song (960-1279) incentivasse la coltivazione del frumento, le paste erano prodotte con farine di leguminose o di altri cereali, oppure fecole ricavate da radici o bulbi vari. Il termine mian fu introdotto per indicare prima la farina di frumento e poi anche la pasta da esso derivata.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Glass noodles and shrimps.
Even for pasta lovers, they can find refreshment for the view, at least, with noodles.
In the end they are very different because they are made of rice (even if there are also wheat or cereals) and even some are also made with egg and they closely resemble our fresh pasta.
These, to tell the truth, I ate them in a Thai restaurant in Da Nang but this is the beautiful thing in Asia: there is such a richness and mixture of cultures that in almost all countries you can find dishes of foreign cuisines in the same restaurant.
And I must say that the dish, which as you can see was accompanied by decidedly spicy sauces, was also very good. I ate it like this without adding sauces (and it was already a tad bit “hot”); the Dao, my girlfriend, has abundantly added the sauces!

Sampdoria-Inter 2019/2020

Sampdoria-Inter 2019/2020

Sampdoria-Inter 2019/2020

Sampdoria-Inter, 28 settembre 2019, 1 a 3.

Gradinata Sud ad inizio partita con l’Inter:

Sampdoria-Inter 2019/2020
Fornita da: Cetty80tina
Sampdoria-Inter 2019/2020
Fornita da: Stefano Polpotto
Sampdoria-Inter 2019/2020
Fornita da: Stefano Polpotto
Sampdoria-Inter 2019/2020
Fornita da: Stefano Polpotto

Per sapere tutto sulla Sampdoria visitate il sito ufficiale.

La UC Sampdoria è una squadra di calcio italiana che nasce nel 1946. Nasce infatti il 12 agosto del 1946 dalla fusione di due società la Sampierdarenese e l’Andrea Doria. Nella sua storia, costellata da diversi alti e bassi (ma comunque non è mai retrocessa in serie C), ha conquistato uno scudetto (nel 1990/1991), 4 Coppe Italia (1984/1985, 1987/1988, 1988/1989, 1993/1994), una Coppa delle Coppe (1989/1990) e una Supercoppa italiana (1991/1992).
Lo stadio di casa è il Luigi Ferraris.

In questo sito ci sono moltissime immagini dei tifosi (storiche e recenti, compatibilmente con quelle che riesco a scattare quando sono a casa e anche a quelle che alcuni amici, fotografi e non, mi inviano). Un’altra interessante sezione di questo sito, che probabilmente è la più vasta online, è la pagina dei cori, costantemente aggiornata. Non dimenticatevi di visitare il nostro Almanacco dove, giorno per giorno, potrete trovare le partite ufficiali e molte altre chicche della storia Blucerchiata.

Ospiti

Tifosi interisti nel settore ospiti:

Sampdoria-Inter 2019/2020
Fornita da: Stefano Polpotto
Sampdoria-Inter 2019/2020
Fornita da: Stefano Polpotto