Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza.
Forse una delle spiagge piu’ belle di Ibiza. Difficile da raggiungere ed incastonata tra colline coperte da pinete.
Un gioiellino. La spiaggia e’ divisa in due, anzi in tre: si arriva a Cala Salada, spiaggetta di sassi rotondi. Da qui si puo’ proseguire verso Cala Saladeta che forse e’ ancora piu’ bella.
Ad agosto e’ difficile trovare un metro quadrato per stendere l’asciugamano e, ancora piu’ difficile se ci si va in macchina, trovare parcheggio a meno di un paio di kilometri a piedi.
Probabilmente ne vale la pena comunque.

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Da qualche anno il consiglio dell’isola sta tentando di promuovere Ibiza anche per un turismo più tranquillo e familiare, con disposizioni per i club di chiudere alle 6 del mattino e che tutti i nuovi hotel siano dei 5 stelle Ibiza infatti gode anche di numerose spiagge poco conosciute come quelle che si estendono nel lato settentrionale dell’isola adatte a un turista più tranquillo in cerca di relax. Inoltre, sempre sul lato a nord dell’isola si possono ammirare piccoli centri caratterizzati dal classico stile catalano.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Dream beaches: Cala Salada in Ibiza.
Perhaps one of the most beautiful beaches in Ibiza. Difficult to reach and set among hills covered with pine forests.
A little gem. The beach is divided into two, even into three: you get to Cala Salada, a beach of round stones. From here you can continue towards Cala Saladeta which is perhaps even more beautiful.
In August it is difficult to find a square meter to spread the towel and, even more difficult if you go by car, find parking less than a couple of kilometers on foot.
Probably worth it anyway.

Baia del Silenzio il 18 marzo 2019

Baia del Silenzio il 18 marzo 2019

Baia del Silenzio il 18 marzo 2019

Baia del Silenzio il 18 marzo 2019.
Una Baia fotografata a fine inverno che spero sia in contrasto con la temperatura di questi giorni.
Ho programmato questo post diverso tempo fa ma la foto mi sembra bellissima con una spiaggia quasi deserta e l’acqua ancora limpidissima.

Baia del Silenzio il 18 marzo 2019

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete invece alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete cercare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

Due dei quattro canti di Palermo

Due dei quattro canti di Palermo

Due dei quattro canti di Palermo

Due dei quattro canti di Palermo.
Una delle piazze piu’ famose di Palermo e questa, anche se propriamente e’ un incrocio di vie. Esattamente tra via Maqueda e via Vittorio Emanuele.
I quattro palazzi uguali si differenziano solo per le statue sulla facciata e credo anche per le fontane al livello del suolo.

Due dei quattro canti di Palermo

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Clicca qui per vedere altre splendide immagini della città:
foto gallery

I Quattro Canti propriamente detti sono i quattro apparati decorativi che delimitano lo spazio dell’incrocio. Realizzati tra il 1609 e il 1620 e sormontati dagli stemmi (in marmo bianco) reale senatorio e viceregio, i quattro prospetti presentano un’articolazione su più livelli, con una decorazione basata sull’uso degli ordini architettonici e di inserimenti figurativi che, dal basso in alto, si susseguono secondo un principio di ascensione dal mondo della natura a quello del cielo.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Two of the four sides of Palermo.
One of the most famous squares in Palermo is this, even if it is properly a crossroads. Exactly between Via Maqueda and Via Vittorio Emanuele.
The four identical buildings differ only in the statues in the front and I also believe in the fountains at ground level.

Superyacht nel porticciolo di Ibiza

Superyacht nel porticciolo di Ibiza

Superyacht nel porticciolo di Ibiza

Superyacht nel porticciolo di Ibiza.
Tutti sanno che Ibiza e’ l’isola del divertimento piu’ sfrenato e dell’ostentazione della ricchezza.
Il porticciolo dell’isola ne e’ il primo esempio: barche, yacht e panfili che sembrano quasi navi da crociera parcheggiati.
Ce ne era persino uno con l’elicottero. Voglio quotare la scritta di una foto che mi era arrivata su uno di quei gruppi What’s up: “ti accorgi di essere veramente ricco quando parcheggi la tua barca all’interno di un’altra tua barca”.

Superyacht nel porticciolo di Ibiza

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Con il termine pànfilo o yacht vengono indicate navi da diporto di dimensioni e peso, superiori a 24 metri di lunghezza, aventi alloggi confortevoli e, spesso, eleganti allestimenti.
La parola yacht deriva dall’olandese jacht, che significa “caccia”. Nelle marine militari nordiche del XVII secolo, questo tipo di unità leggera e veloce aveva funzioni sia esplorative sia di trasporto. Le aziende produttrici hanno l’obiettivo di rendere questi tipi di imbarcazione molto veloci, leggere e maneggevoli. Il fatturato della produzione italiana in questo settore ammonta a fine 2012 a circa 2,7-2,8 miliardi di euro.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Superyacht in the Ibiza marina.
Everyone knows that Ibiza is the island of the most unbridled fun and the display of wealth.
The island’s small port is the first example: boats, yachts and yachts that look like parked cruise ships.
There was even one with the helicopter. I want to quote the text of a photo that came to me from one of those groups What’s up: “you realize you are really rich when you park your boat inside your other boat”.

Banco di Jamon al Mercato de l’Olivar

Banco di Jamon al Mercato de l'Olivar

Banco di Jamon al Mercato de l’Olivar

Banco di Jamon al Mercato de l’Olivar.
Nei molto tipici mercati spagnoli, quasi sempre coperti, si trovano sempre banchi che vendono Jamon.
Di solito se ne puo’ trovare di tutti i tipi (e prezzi ovviamente) e quasi sempre, oltre a poterlo mangiare in loco, lo si puo’ comodamente portare via in confezioni sottovuoto.
Una delizia per il palato e, perche’ no, anche per la vista.

Banco di Jamon al Mercato de l'Olivar

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Ho anche trovato il sito ufficiale del mercato: mercatolivar.com.

Il Jamón ibérico (prosciutto iberico), o pata negra, o carna negra, è un tipo di prosciutto proveniente da maiale di razza iberica, molto apprezzato nella cucina spagnola e nella cucina portoghese, dove è considerato un prodotto di alta cucina. Per la sua produzione, e potersi fregiare di questo nome, le carni devono provenire da esemplari derivanti da un incrocio in cui partecipi, dal punto di vista genetico, almeno per il 50% la razza iberica.
Continua su Wikipedia.

[ENG] Benche with Jamon at the Olivar market.
In the very typical Spanish markets, almost always covered, there are always benches that sell Jamon.
Usually you can find all sorts (and prices of course) and almost always, in addition to being able to eat it on site, you can comfortably carry it in vacuum packs.
A delight for the palate and, why not, also for the view.

La Cattedrale della Santa Vergine Maria Assunta a Palermo

La Cattedrale di Palermo

La Cattedrale della Santa Vergine Maria Assunta a Palermo

La Cattedrale della Santa Vergine Maria Assunta a Palermo.
Molto piu’ nota come la Cattedrale di Palertmo. Seconda serie di foto che riesco a scattare a questo splendido monumento siciliano.
C’e’ anche il sito ufficiale: cattedrale.palermo.it.

La Cattedrale di Palermo

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Clicca qui per vedere altre splendide immagini della città:
foto gallery

La cattedrale metropolitana primaziale della Santa Vergine Maria Assunta, nota semplicemente come cattedrale di Palermo, è il principale luogo di culto cattolico della città di Palermo e sede vescovile dell’omonima arcidiocesi metropolitana.
Dal 3 luglio 2015 fa parte del Patrimonio dell’umanità (Unesco) nell’ambito del sito seriale Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale.
Continua e approfondisci su Wikiepdia.