Aragosta fritta thai

Aragosta fritta thai

Aragosta fritta thai

Aragosta fritta thai.
Normalmente a Phuket andiamo sempre a mangiare l’aragosta in un mercato (proprio di fronte allo stadio della thai boxe) coperto.
Una delle tante volte, per nostra disattenzione (o forse perche’ il venditore on ce l’ha chiesto) ce le hanno preparate, invece che grigliate, fritte.
A dire la verita’ non credevo mi sarebbe piaciuta cotta in questa maniera ma alla fine dai (a parte l’aglio abbondante) me la sono pappata ugualmente.
Forse, in questo modo, ci vuole un pochino piu’ tempo per finirla e non e’ una brtta cosa visto il prezzo, che per essere in Thailandia e’ abbastanza alto.

Aragosta fritta thai

Foto scattata con Honor 10.

Vi lascio il link ad una pagina, zingarate, che elenca in maniera completa alcuni dei piu’ famosi piatti di pesce thailandesi.

Ha una taglia medio-grande con una lunghezza media di 20–40 cm e massima di 50 cm ed un peso fino a 8 kg. Il corpo è di forma sub-cilindrica, rivestito da una corazza che durante la crescita cambia diverse volte per ricrearne una nuova. Il carapace è diviso in due parti – il cefalotorace (parte anteriore) e l’addome (parte posteriore) – con una colorazione da rosso-brunastro a viola-brunastro ed è cosparso di spine a forma conica. L’addome è formato da 6 segmenti mobili, ed è dotato di un minuscolo pungiglione.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Aragoste fresche

Aragose fresche

Aragoste fresche

Aragoste fresche.
In quasi tutti i ristoranti thailandesi fanno bella mostra aragoste e gamberoni.
Questo, per esempio, era il bancone del mercato nel quale ultimamente andiamo sempre a magiare quando la nave e’ ferma a Phuket.
Aragoste fresche (probabilmente di allevamento) da pesare e far preparare alla griglia oppure fritte.
800/1000 baths al kilo, a seconda di quanto siete bravi a contrattare, circa 30 euro.

Aragose fresche

Foto scattata con Honor 10.

Ha una taglia medio-grande con una lunghezza media di 20–40 cm e massima di 50 cm ed un peso fino a 8 kg. Il corpo è di forma sub-cilindrica, rivestito da una corazza che durante la crescita cambia diverse volte per ricrearne una nuova. Il carapace è diviso in due parti – il cefalotorace (parte anteriore) e l’addome (parte posteriore) – con una colorazione da rosso-brunastro a viola-brunastro ed è cosparso di spine a forma conica. L’addome è formato da 6 segmenti mobili, ed è dotato di un minuscolo pungiglione.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] In almost all Thai restaurants, lobsters and prawns are on display.
This, for example, was the market counter in which it has recently become a must for us to eat when the ship is stationed in Phuket.
Fresh lobsters (probably breeding) to be weighed and grilled or fried.
800/1000 baths per kilo, it depends how you are good at bargaining, about 30 euros.

Risotto con aragosta in Grecia

Risotto con aragosta in Grecia

Risotto con aragosta in Grecia

Risotto con aragosta in Grecia.
Ieri sono riuscito ad uscire a pranzo a Mykonos e mi sono gustato un buon risotto con sugo di aragosta.
Un po’ troppe verdurine per i miei gusti ma comunque molto buono.

Risotto con aragosta in Grecia

Risotto con aragosta in Grecia

[amazon_link asins=’B00C1JRV8M,8826405484,8862433069,B004NRN328,8860043956′ template=’ProductCarousel’ store=’lc0fd-21′ marketplace=’IT’ link_id=’18cb25d9-c7b3-11e8-844f-29d10c0c134c’]

L’aragosta mediterranea (Palinurus elephas Fabricius, 1787) è un crostaceo dell’ordine Decapoda che vive nei fondali del mar Mediterraneo e dell’oceano Atlantico orientale.
Ha una taglia medio-grande con una lunghezza media di 20–40 cm e massima di 50 cm ed un peso fino a 8 kg. Il corpo è di forma sub-cilindrica, rivestito da una corazza che durante la crescita cambia diverse volte per ricrearne una nuova.
Continua su Wikipedia.

Crostacei in bella vista pronti per essere cucinati

Crostacei

Crostacei in bella vista pronti per essere cucinati

Una carrellata di crostacei pronti per essere scelti e cucinati.
Aragoste, gamberi e ostriche.
In un ristorante del porticciolo di Marsiglia.

Crostacei

Foto scattata con iPhone 6.

Costituiscono un subphylum degli Artropodi che comprende principalmente animali acquatici marini, sebbene siano ampiamente presenti anche nelle acque dolci e sia nota qualche specie terrestre. Quello dei Crostacei costituisce un gruppo molto eterogeneo i cui membri, a livello morfologico, sono accomunati soprattutto da due caratteri basali: la presenza di due paia di appendici preorali (antennule e antenne) nel cephalon, altrimenti identico – per numero e disposizione dei segmenti e appendici – a quello di Miriapodi ed Esapodi; la presenza di alcune appendici biramose (differenti però da quelle dei Trilobitomorfi).
Continua su Wikipedia.