La Galleria Vittorio Emanuele II di Milano

La Galleria Vittorio Emanuele II di Milano

La Galleria Vittorio Emanuele II di Milano.
Il simbolo della città meneghina è il Duomo e la Madonnina ma anche la Galleria è uno dei luoghi più famosi.
Qualche tempo fa sono dovuto andare a fare una commissione nella città lombarda e quale migliore occasione per scattare qualche foto?
Questo è uno dei simboli dello shopping di lusso: marchi famosi di vestiti e non solo abbondano in questo luogo che è diventata tappa fondamentale del turismo di elite.
Tra l’altro, nonostante sia ad un paio d’ore di treno, devo ammettere di non esserne un gran esperto.
Spero un giorno di colmare questa lacuna.

La Galleria Vittorio Emanuele II di Milano

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

La galleria Vittorio Emanuele II è una galleria commerciale di Milano che, in forma di strada pedonale coperta, collega piazza Duomo a piazza della Scala. Per la presenza di eleganti negozi e locali, fin dalla sua inaugurazione fu sede di ritrovo della borghesia milanese tanto da essere soprannominata il “salotto di Milano”.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Cliccate qui se volete vedere tutte le foto che ho scattato:
foto gallery

Ecco dove si trova la famosa Galleria:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

[ENG] The Vittorio Emanuele II Gallery in Milan.
The symbol of the Milanese city is the Duomo and the Madonnina but also the Galleria is one of the most famous places.
Some time ago I had to go on an errand in the Lombard city and what better occasion to take some photos?
This is one of the symbols of luxury shopping: famous brands of clothes and not only abound in this place that has become a fundamental stage of elite tourism.
By the way, despite being a couple of hours away by train, I must admit that I am not a great expert.
I hope one day to fill this gap.

Piazza del Duomo a Milano

Piazza del Duomo a Milano

Piazza del Duomo a Milano.
Questa è la piazza più famosa della città meneghina. Una mezza giornata in città.
Ovviamente, e a dire la verità non ne avevo nemmeno una nel sito, ho fotografato la piazza più famosa con la cattedrale sullo sfondo, il statua di Vittorio Emanuele II e la galleria (sempre dedicata a Vittorio Emanuele II) sulla sinistra.
Milan l’è sempre un gran Milan!

Piazza del Duomo a Milano

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Cliccate qui se volete vedere tutte le foto che ho scattato:
foto gallery

Fondata intorno al 590 a.C., forse con il nome di Medhelan, nei pressi di un santuario da una tribù celtica facente parte del gruppo degli Insubri e appartenente alla cultura di Golasecca, fu conquistata dagli antichi Romani nel 222 a.C. e in seguito da loro ridenominata Mediolanum. Con il passare dei secoli accrebbe la sua importanza sino a divenire capitale dell’Impero romano d’Occidente, nel cui periodo fu promulgato l’editto di Milano, che concesse a tutti i cittadini, quindi anche ai cristiani, la libertà di onorare le proprie divinità.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Ecco dove si trova la città:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

[ENG] Dome square in Milan.
This is the most famous square in the city of Milan. Half a day in the city.
Obviously, and to tell the truth I didn’t even have one on the site, I photographed the most famous square with the cathedral in the background, the statue of Vittorio Emanuele II and the gallery (always dedicated to Vittorio Emanuele II) on the left.

Trang An: le grotte e i laghetti di questo luogo fantastico

Trang An nella regione di Ninh Binh

Trang An: le grotte e i laghetti di questo luogo fantastico.
La spettacolare zona, nella provincia di Ninh Binh a Sud della capitale Hanoi, famosa per la sua natura incontaminata.
Questa gita, affrontata da una quantità enorme di turisti (ormai non c’è più un luogo nel mondo che non lo sia), percorre in piccole barchette da 4/5 persone questi laghetti e fiumiciattoli che attraversano il fitto complesso di colline rocciose e grotte tutto attorno.
Ci sono tre percorsi da scegliere, che credo cambino poco uno dall’altro. Noi abbiamo scelto il primo (che durava 3 ore – ma era la durata canonica di tutti e tre) ed è stato veramente spettacolare.
Non a caso il sito è dal 2014 patrimonio dell’UNESCO (qui per la loro pagina in inglese dedicata a questo luogo).
Tra l’altro solo a metà del percorso abbiamo scoperto che c’erano anche delle pagaie aggiuntive per poter aiutare il povero barcaiolo che fino a quel momento avrà fatto una fatica a portarci.

Trang An nella regione di Ninh Binh

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Clicca qui per vedere tutte le foto scattate in questo luogo:
foto gallery

Ecco dove si trova il parco:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

[ENG] Trang An: the caves and ponds of this fantastic place.
The spectacular area, in the province of Ninh Binh to the south of the capital Hanoi, famous for its pristine nature.
This excursion, faced by a huge amount of tourists (now there is no longer a place in the world that is not), runs in small boats of 4/5 people these lakes and rivers that cross the dense complex of rocky hills and caves all around.
There are three paths to choose, which I believe change little from one another. We chose the first one (which lasted 3 hours – but it was the canonical duration of all three) and it was really spectacular.
It is no coincidence that the site has been a UNESCO heritage site since 2014 (here for their English page dedicated to this place).
Among other things, it was only halfway through the journey that we discovered that there were also additional paddles to help the poor boatman who until then had struggled to take us.

Via Sertorio a Sestri Levante

Via Sertorio a Sestri Levante

Via Sertorio a Sestri Levante

Via Sertorio a Sestri Levante.
Una via del centro di Sestri Levante. Non molto trafficata o conosciuta.
Il particolare più strano di questa via è la casa che, all’incrocio con via Eraldo Fico, crea una galleria dentro la quale passano le macchine.

Via Sertorio a Sestri Levante

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Ecco dove si trova la via:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

[ENG] Via Sertorio to Sestri Levante.
A street in the center of Sestri Levante. Not very busy or known.
The strangest detail of this street is the house that, at the intersection with via Eraldo Fico, creates a tunnel inside which the cars pass.

La Galleria Umberto I di Napoli

La Galleria Umberto I di Napoli

La Galleria Umberto I di Napoli

La Galleria Umberto I di Napoli.
Non si puo’ visitare Napoli senza passare sotto alle volte di questa copertura artistica.
In rete se ne trovano gia’ a migliaia di foto e questa sara’ solo una in piu’.
Ma le forme ed i colodi di questo monumento non potevano non meritarsi una mia foto ed un post.

La Galleria Umberto I di Napoli

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

L’interno della galleria è costituito da due strade che si incrociano ortogonalmente, coperte da una struttura in ferro e vetro. Le delimitano alcuni palazzi, quattro dei quali con accesso dall’ottagono centrale. Le loro facciate rispecchiano quella principale: l’ordine inferiore, infatti, è diviso da grandi lesene lisce, dipinte a finto marmo che inquadrano gli ingressi dei negozi e dei soprastanti mezzanini. Seguono al primo piano le serliane, al secondo le bifore, nell’attico le finestre quadrate.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Qui vi rimando ad altre foto che ho scattato per la citta’:
foto gallery

Spiaggia di Guvano, vicino a Corniglia (aggiornato al 30 Giugno 2018)

Prima qualche foto di Guvano per farvi una idea:

Ebbene sì, ieri sono andato a fare un bagno nella spiaggetta di Guvano nota per essere una spiaggia per nudisti.
Dal momento che prima di andarci ho cercato un po’ su internet e ho trovato informazioni un po’ vecchie che non mi hanno aiutato moltissimo ho deciso, oltre alle foto, di mettere qualche informazione in più aggiurnata al 14 maggio.

La spiaggia esiste sempre è ci sono sempre dei nudisti; non credo sia autorizzata da alcuno ma è talmente isolata e poco visibile da chi non è interessato che credo non dia fastidio a nessuno.

E’ situata poco lontano da Corniglia, è visibile ed è raggiungibile dal sentiero che porta da Vernazza a Corniglia stessa (ma non so se il sentiero da lì sia percorribile; c’è l’indicazione casereccia sulla strada ma la friabilità del terreno e la selvaticità del bosco rendono una lotteria passare di lì).
Se non si vuole scalare la montagna c’è la vecchia galleria del treno che dalla stazione di Corniglia ti porta direttamente lì.

Guvano_004

Questa è la parte più difficile.

Uno, trovare il tunnel! Dalla stazione non c’è alcun tunnel né indicazione…. Vi darò un aiuto: quando si è in fondo alla scalinata che porta dal paese alla ferrovia andate a desta e prendete la stradina che scende (il tunnel è proprio di fianco a quello in uso attualmente alla ferrovia).
Due, fare il tunnel! Come già scritto non c’è alcuna indicazione (a dire il vero non c’è nemmeno scritto che non si possa entrare o che ci sia pericolo) né il fantomatico cancello verde dove bisogna suonare che ho letto in qualche sito (ci hanno detto che il cancello è stato tolto/rotto).
Tre, entrare nel tunnel! Questa è stata la parte difficile; ovviamente tutto buio; si entra e si vedono cose abbandonate da vagabondi (tipo materassi, stracci, bottiglie…) ma non c’era traccia di nessuno. Dentro è proprio buio, e per fortuna avevo la torcia del telefonino nuovo che ci ha salvati altrimenti non si può andare; senza dimenticarsi del ritorno: altri 15 min di torcia…
Quattro, all’uscita del tunnel si è arrivati! Nessuno ci ha chiesto soldi (ma questo non so per via del fatto che non siamo ancora in “alta stagione”).
Cinque, la spiaggia! Ce ne sono due: la prima raggiungibile appena dopo il tunnel con una scala metallica improvvisata che però sembra essere abbastanza solida; la seconda dall’altra parte della baia ma non abbiamo trovato un passaggio per andarci (forse bisogna scendere nella prima e farsi una arrampicatina).

Conclusioni:
– la spiaggia merita veramente anche se, come me, non si è dei nudisti. Ovvio se pensate possa darvi fastidio vedere uomini (e donne) nudi non andate.
– il percorso è un po’ da paura e a vostro rischio e pericolo; ora che ci sono stato riandrei senza paura ma ieri, più di una volta, nel tunnel volevamo tornare indietro.

Eccovi le indicazioni su come trovarla:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

AGGIORNAMENTO 14 agosto 2014:

Non sono andato direttamente alla spiaggia perché il tempo non era bello ed il mare era mosso ma dal sentiero che da Vernazza a Corniglia passa sopra alla spiaggia ho visto molte persone fare il bagno per cui posso affermare che ancora tutto sia invariato. Segnalo che una coppia di ragazzi si sono incamminati per il sentiero (senza fare le gallerie) per cui presuppongo che sia fattibile. Vi aggiungo anche una nuova foto scattata in quel giorno:

guvano 2014

AGGIORNAMENTO 23 giugno 2016:

Purtroppo oggi ho provato a tornare nella spiaggia ma… non era più possibile.
Dal sentiero, forse si potrebbe ancora ma nel punto designato si vedono molte pietre franate e ci saranno venti cartelli delle FS che vietano di andare e ricordano il pericolo di frana (credo il divieto ci fosse anche prima però ad oggi mi sembra veramente reale tanto che non si vede più nemmeno il sentiero che prima era almeno tracciato).
Dal tunnel della ferrovia… Cancello sbarrato e chiuso da lucchetto… oltre ai soliti molti cartelli di pericolo e di divieto.
Spero qualcuno abbia notizie migliori in futuro…

AGGIORNAMENTO 23 luglio 2017:

Michele mi scrive: “Ciao ci sono stato ieri con mia moglie il tunnel è ancora chiuso ma il sentiero è stato riaperto e pulito ci sono dei segni azzurri per riconoscerlo.”

AGGIORNAMENTO estate 2018:

Leggo su internet alcuni aggiornamenti della situazione (purtroppo non ho notizie di prima mano perché non frequento molto la zona): il tunnel è chiuso da ambo i lati. Il sentiero, il cui accesso è stato chiuso, è quasi tutto franato e sembra molto pericoloso provare a scendere. Al momento credo che l’unico modo per raggiungere la spiggetta sia tramite barca propria. Mi spiace!

[ENG]

Yes, yesterday I went to take a bath in the beach of Guvano known to be a nudist beach.
Since I tried to go on the internet to find some information that did not help me much, I decided, in addition to the photos, to put some more information updated up to May 14th.
The beach is always there and there are always Nudist; I do not believe is authorized by some but it is so isolated and barely visible to those who are not interested in that that I think is not bother anybody.
It is situated not far from Corniglia, it is visible and can be reached by the walkway between Vernazza and Corniglia (but I do not know if the trail is walkable from there, there is an indication homemade on the road but the friability of the soil and the wildness of the forest make a lottery to go there).
If you do not want to climb the mountain there is the old tunnel of the train from the station of Corniglia takes you directly there.
But this part is hard too.
One, find the tunnel! From the station, there is no indication … or tunnel. I will give you help when you are in the bottom of the staircase that leads from the village to the railway go to right and take the road that goes down (the tunnel is right next to the one currently in use to rail).
Two, walk in the tunnel! As already mentioned there is no indication (to tell the truth there is not even written that you can not get in or there is danger) nor the elusive green gate where you have to play that I’ve read in some site (we were told that the gate was removed / broken).
Three, go into the tunnel! This was the hard part; obviously quite dark; you enter and see things from abandoned vagabonds (such as mattresses, rags, bottles …) but there was no sign of anyone. Inside it is dark, and luckily I had the torch of the new phone that has saved us otherwise you can not go without. Don’t forgetting the return: a further 15 min torch …
Four, at the exit of the tunnel has arrived! No one has asked for money (but I do not know this due to the fact that we are not “in season”).
Five, the beach! There are two: the first one reached just after the tunnel with a metal ladder impromptu but seems to be pretty solid; the second on the other side of the bay we could not find a ride to get there (maybe you have to go down in the first and get a climb).
conclusions:
– The beach is really worth even if, like me, you are not nudists. Obviously if you think might bother you to see men (and women) naked do not go.
– The location is a bit scary and at your own risk; now that I’ve been there I can return without fear but yesterday, more than once, we wanted to go back while in the tunnel.

UPDATE 14 August 2014:

I did not go straight to the beach because the weather was not nice and the sea was choppy but from the path that from Vernazza goes to Corniglia, passing over the beach, I saw many people take a bath so I can say that everything is still the same. I note that a couple of guys were going to the beach trough the path (without making tunnels) so I assume that it is feasible.

UPDATE 23 June 2016:

Unfortunately today I tried to go back to the beach… but it was no longer possible.
From the path, perhaps you could still but at the designated point you see many collapsed stones and there will be twenty signs of FS forbidding to go and remind the danger of landslide (I think there was even before the ban, however, seems very real to me the danger now so that you no longer see even the path that was traced at least).
From the railway tunnel… Gate barred and closed by padlock… besides the usual many of warning and prohibition.
I hope someone has better news in the future…

UPDATE 23 July 2017:

Michele wrote me: “Hello, I’ve been yesterday with my wife: the tunnel is still closed but the path was reopened and cleaned; there are some blue sign to recognize it.”

UPDATE Summer 2018:

I read some updates of the situation on the net (unfortunately I have no first-hand news because I do not visit the area much): the tunnel is closed on both sides. The path, whose access has been closed, is almost completely collapsed and it seems very dangerous to try to get off. At the moment I think the only way to get to the beach is by own boat. I’m sorry!