La spiaggia di Renà fotografata di prima mattina

La spiaggia di Renà fotografata di prima mattina

La spiaggia di Renà fotografata di prima mattina.
Questa mattina sono andato a fare una bella passeggiata fino alla spiaggia di Renà un po’ per vedere in che stato è la spiaggia e come stanno proseguendo i lavori di ripristino del litorale.
A parte la ruspa che va avanti ed indietro l’acqua aveva un colore eccezionalmente azzurro e trasparente.
Uno spettacolo non vi sembra?

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete leggere o acquistare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

[ENG] The beach of Renà photographed in the early morning.
This morning I went for a nice walk to Renà beach to see what the beach is like and how the restoration works on the coast are going on.
Except for the bulldozer that goes back and forth, the water had an exceptionally blue and transparent color.
Don’t you think a show?

Baia del Silenzio il 16 settembre 2019

Baia del Silenzio il 16 settembre 2019

Baia del Silenzio il 16 settembre 2019.
La nostra bella Sestri Levante con la baia piu’ famosa della Liguria di Levante.
Una immagine di diversi mesi fa, a fine estate, quando si poteva ancora fare il bagno e l’acqua era praticamente trasparente.
Ne avevo scattate moltissime in quei giorni, sapendo di potervele ripostare con calma nei mesi successivi.

Baia del Silenzio il 16 settembre 2019

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete invece alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete cercare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

[ENG] Baia del Silenzio on September 16, 2019.
Our beautiful Sestri Levante with the most famous bay of Liguria di Levante.
An image of several months ago, in late summer, when you could still swim and the water was practically transparent.
I had taken a lot of them in those days, knowing that I could calmly repost them in the following months.

Sestri Levante il 6 maggio 2020

Sestri Levante il 6 maggio 2020

Sestri Levante il 6 maggio 2020.
Anche se non siamo ancora tornati alla normalità almeno al momento si possono fare delle passeggiate (in solitaria) e io mi sono subito sbizzarrito a passeggiare per la mia Sestri Levante.
E come non potevo scattare foto della mia cittadina?
Si comincia con la Baia delle Favole; si passa poi alla Baia del Silenzio; si finisce con il carrugio.
Spero di farvi cosa gradita mettendole tutte assieme.

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete leggere o acquistare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

[ENG] Sestri Levante on May 6, 2020.
Even if we have not yet returned to normal, at least at the moment you can take walks (solo) and I immediately started to stroll around my Sestri Levante.
And how could I not take pictures of my town?
It starts with the Baia delle Favole; then we pass to the Baia del Silenzio; it ends with the carrugio.
I hope to do what you like by putting them all together.

Barchetta tipica a Doha

Barchetta tipica a Doha

Barchetta tipica a Doha.
In tour per la capitale del Qatar non puo mancare una foto della imbarcazione tipica di questo paese: il dau.
Veramente, prima di fare una ricerca su internet, ne sapevo veramente poco. Ora ho scoperto che e’ una barca tipica della intera area Sud-Orientale.
Ormai, quasi tutte a Doha, sono destinate al turismo di elite.

Barchetta tipica a Doha

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Il dau (adattamento dell’inglese dhow o dow) è una tradizionale barca a vela araba con una o più vele latine. È tipica delle coste della Penisola arabica, dell’India, e dei popoli swahili dell’Africa orientale. Un grosso dau può imbarcare circa trenta persone mentre uno piccolo normalmente ne accoglie una dozzina.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Per vedere tutte le foto che ho scattato in Qatar clicca qui:
foto gallery

[ENG] Typical boat in Doha.
On tour to the capital of Qatar you cannot miss a photo of the typical boat of this country: the dau.
Actually, before doing a search on the internet, I knew very little about it. Now I have discovered that it is a typical boat of the whole South-Eastern area.
By now, almost all in Doha, they are destined for elite tourism.

Conchiglia e sabbia a Lambert Bay

Conchiglia e sabbia a Lambert Bay

Conchiglia e sabbia a Lambert Bay.
Una conchiglietta adagiata sulla sabbia creata anchessa da minuscoli frammenti di altre conchiglie.
Questa e’ la composizione di molte spiagge tropicali che si formano dal rompersi di conchiglie, dai coralli rotti e mangiati dai pesci e dal calcare di cui sono composte alcune isole piu’ grandi.
Questa era la sabbia di una delle spiagge (Lambert Bay) di Tortola nelle Virgin British Islands.

Conchiglia e sabbia a Lambert Bay

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Nei Molluschi la conchiglia ha forma varia a seconda delle Classi. È composta da costituenti inorganici come il carbonato di calcio (CaCO3) o il fosfato di calcio (Ca3(PO4)2) che gli animali estraggono dall’acqua di mare e che vengono integrati da sostanze organiche (solitamente un insieme di proteine complesse secrete dal mantello).
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Seashell and sand in Lambert Bay.
A shell lying on the sand also created by tiny fragments of other shells.
This is the composition of many tropical beaches that are formed by the breaking of shells, by broken corals eaten by fish and by the limestone of which some larger islands are composed.
This was the sand of one of the beaches (Lambert Bay) of Tortola in the Virgin British Islands.

Spiagge da sogno: Brandow’s beach

Spiagge da sogno: Brandow's beach a Barbados

Spiagge da sogno: Brandow’s beach a Barbados.
Ancora una spiaggia di una delle isole dei Caraibi che fino ad adesso mi ha fatto trovare le due migliori baie.
Essendo l’isola quasi interamente costituita da calcare le sue spiagge, fondono le sabbie calcaree con quelle coralline.
Il risultato lo potete vedere con i vostri occhi e senza nessu tipo di filtro fotografico o post-produzione.
Non e’ cosi’ che sognate il Paradiso?

Spiagge da sogno: Brandows beach a Barbados

Spiagge da sogno: Brandow's beach a Barbados

Spiagge da sogno: Brandow's beach a Barbados

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Barbados è composta principalmente di calcare. È un’isola tropicale, battuta costantemente dai venti equatoriali. Parti dell’interno dell’isola sono coperte da grandi piantagioni di canna da zucchero. Barbados è una delle Piccole Antille, si trova ad est della catena principale di isole, e le nazioni più vicine sono Saint Lucia e Saint Vincent e Grenadine.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Dream beaches: Brandow’s beach in Barbados.
Yet another beach on one of the Caribbean islands which has so far made me find the two best bays.
Since the island is almost entirely made up of limestone, its beaches merge the limestone sands with the coral sands.
You can see the result with your own eyes and without any type of photographic filter or post-production.
Isn’t that how you dream of Heaven?