Piatto di jamon ad Ibiza

Piatto di jamon ad Ibiza

Piatto di jamon ad Ibiza.
Uno dei cibi che piu’ mi soddifa in Spagna e un bel piatto di jamon appena tagliato e pronto da mangiare con le mani.
A dire il vero questo non mi sembrava nemmeno appena tagliato e sicuramente non era Pata Negra (il piu’ buono e costoso prosciutto spagnolo) ma comunque devo dire che mi aveva soddisfatto.
Lo avevo preso, assieme ad alcuni amici, qualche settimana fa in un chiringuito sul mare a Ibiza.

Piatto di jamon ad Ibiza

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Il Jamón ibérico (prosciutto iberico), o pata negra, o carna negra, è un tipo di prosciutto proveniente da maiale di razza iberica, molto apprezzato nella cucina spagnola e nella cucina portoghese, dove è considerato un prodotto di alta cucina. Per la sua produzione, e potersi fregiare di questo nome, le carni devono provenire da esemplari derivanti da un incrocio in cui partecipi, dal punto di vista genetico, almeno per il 50% la razza iberica.
Continua su Wikipedia.

[ENG] Plate of jamon in Ibiza.
One of the foods that satisfies me most in Spain and a nice plate of freshly cut jamon ready to eat with your hands.
To be honest this did not even seem to me to be freshly cut and certainly it was not Pata Negra (the best and most expensive Spanish ham) but I must say that I was satisfied.
I had taken it, along with some friends, a few weeks ago in a chiringuito on the sea in Ibiza.

Ristorante di sushi a Palma

Ristorante di sushi a Palma

Ristorante di sushi a Palma.
Entrare in un mercato coperto in Spagna e trovare un ristorante che fa del buon sushi e’ formidabile.
Come vi ho gia’ scritto in precedenza (questa credo sia gia’ la terza foto dello stesso luogo) eravamo nel mercato coperto di Palma di Maiorca, l’Olivar, e abbiamo trovato questo banco/ristorante con una buona selezione di piatti. Io, che non sono un amante di questo tipo di cibo, mi sono comunque mangiato qualche sashimi. I miei compagni ne hanno addirittura portato via un cabaret.

Ristorante di sushi a Palma

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

La storia del sushi inizia nell’antichità, quando, duemila anni fa, la coltivazione del riso giunse in Giappone. Il sushi delle origini fu creato a Nara per conservare il pesce nel riso fermentato. Durante il periodo Muromachi si iniziò a mangiare anche il riso, oltre che il pesce, mentre nel periodo Edo l’aceto sostituì il riso fermentato. In tempi pre-moderni e moderni, il sushi è diventato una forma di fast food fortemente associata alla cultura giapponese.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Sushi restaurant in Palma.
Entering a covered market in Spain and finding a restaurant that makes good sushi is terrific.
As I have written to you before (this I believe is already the third photo of the same place) we were in the covered market of Palma de Mallorca, Olivar, and we found this bench / restaurant with a good selection of dishes. I, who am not a lover of this type of food, still ate some sashimi. My companions even took away a cabaret.

Un piatto di paella di pesce

Un piatto di paella di pesce

Un piatto di paella di pesce

Un piatto di paella di pesce.
Andare in Spagna e non mangiare questo piatto sembra quasi un’offesa al buon gusto.
A dire la verta’ questa non e’ sicuramente stata una delle migliori (pertanto non vi diro’ dove l’ho mangiata) mai provate ma che fare, era l’unico ristorante disponibile nella caletta dove eravamo al mare.
Diversi tipi di pesce (che era impossibile riconoscere), qualche muscolo, qualche pezzetto di granchio (veramente io ho visto solo le zampe, nmmeno le chele) e qualche pezzo di calamaro.
Le foto sono sicuramente meglio del sapore che pero’ dai non era cosi’ disastroso alla fine.

Un piatto di paella di pesce

Un piatto di paella di pesce

Un piatto di paella di pesce

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

La paella è un piatto tradizionale della cucina spagnola, diffusosi in tutto il Mar Mediterraneo e nell’America Latina. Il piatto, a base di riso, zafferano e frutti di mare o carne, è simile al pilaf turco o al biryani indo-pakistano e viene preparato nella tipica padella da cui prende il nome, la paella o paellera.
Continua ed approfondisci su Wikipedia.

[ENG] A plate of fish paella.
Going to Spain and not eating this dish seems almost an offense to good taste.
To tell you the truth this was certainly not one of the best (therefore I will not tell you where I ate it) but never tried but what to do, it was the only restaurant available in the cove where we were at the sea.
Different types of fish (which it was impossible to recognize), some muscle, a few pieces of crab (really I only saw the legs, nmmeno claws) and a few pieces of squid.
The photos are certainly better than the taste but from the end it was not so disastrous.

Calamaro alla griglia in Spagna

Calamaro alla griglia in Spagna

Calamaro alla griglia in Spagna

Calamaro alla griglia in Spagna.
Non e’ un piatto molto difficile da preparare ma quando sei al mare fa sempre il suo piacere.
Semplice si ma anche leggero e gustoso se fresco e cotto bene.
Questo piato l’ho gustato, un paio di settimane fa, in un chiringuito nella spiaggia (scogliere) di Sa Punta ad Ibiza.

Calamaro alla griglia in Spagna

Calamaro alla griglia in Spagna

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Il calamaro (Loligo vulgaris Lamarck, 1798), conosciuto anche come calamaro europeo o calamaro comune, è un mollusco cefalopode della famiglia Loliginidae. Il nome comune ha lo stesso etimo di “calamaio”, dal greco kalamos (calamo), che da astuccio per le penne è passato a indicare nel medioevo il vasetto dell’inchiostro, con allusione quindi alla forma del mollusco e al secreto difensivo di colore nero che emette quando minacciato (analogo al nero di seppia).
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Grilled squid in Spain.
It is not a very difficult dish to prepare but when you are at sea it is always his pleasure.
Simple but also light and tasty if fresh and well cooked.
I enjoyed this dish a couple of weeks ago in a chiringuito on the beach (cliffs) of Sa Punta in Ibiza.

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza.
Forse una delle spiagge piu’ belle di Ibiza. Difficile da raggiungere ed incastonata tra colline coperte da pinete.
Un gioiellino. La spiaggia e’ divisa in due, anzi in tre: si arriva a Cala Salada, spiaggetta di sassi rotondi. Da qui si puo’ proseguire verso Cala Saladeta che forse e’ ancora piu’ bella.
Ad agosto e’ difficile trovare un metro quadrato per stendere l’asciugamano e, ancora piu’ difficile se ci si va in macchina, trovare parcheggio a meno di un paio di kilometri a piedi.
Probabilmente ne vale la pena comunque.

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Spiagge da sogno: Cala Salada ad Ibiza

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Da qualche anno il consiglio dell’isola sta tentando di promuovere Ibiza anche per un turismo più tranquillo e familiare, con disposizioni per i club di chiudere alle 6 del mattino e che tutti i nuovi hotel siano dei 5 stelle Ibiza infatti gode anche di numerose spiagge poco conosciute come quelle che si estendono nel lato settentrionale dell’isola adatte a un turista più tranquillo in cerca di relax. Inoltre, sempre sul lato a nord dell’isola si possono ammirare piccoli centri caratterizzati dal classico stile catalano.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Dream beaches: Cala Salada in Ibiza.
Perhaps one of the most beautiful beaches in Ibiza. Difficult to reach and set among hills covered with pine forests.
A little gem. The beach is divided into two, even into three: you get to Cala Salada, a beach of round stones. From here you can continue towards Cala Saladeta which is perhaps even more beautiful.
In August it is difficult to find a square meter to spread the towel and, even more difficult if you go by car, find parking less than a couple of kilometers on foot.
Probably worth it anyway.

Banco di Jamon al Mercato de l’Olivar

Banco di Jamon al Mercato de l'Olivar

Banco di Jamon al Mercato de l’Olivar

Banco di Jamon al Mercato de l’Olivar.
Nei molto tipici mercati spagnoli, quasi sempre coperti, si trovano sempre banchi che vendono Jamon.
Di solito se ne puo’ trovare di tutti i tipi (e prezzi ovviamente) e quasi sempre, oltre a poterlo mangiare in loco, lo si puo’ comodamente portare via in confezioni sottovuoto.
Una delizia per il palato e, perche’ no, anche per la vista.

Banco di Jamon al Mercato de l'Olivar

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Ho anche trovato il sito ufficiale del mercato: mercatolivar.com.

Il Jamón ibérico (prosciutto iberico), o pata negra, o carna negra, è un tipo di prosciutto proveniente da maiale di razza iberica, molto apprezzato nella cucina spagnola e nella cucina portoghese, dove è considerato un prodotto di alta cucina. Per la sua produzione, e potersi fregiare di questo nome, le carni devono provenire da esemplari derivanti da un incrocio in cui partecipi, dal punto di vista genetico, almeno per il 50% la razza iberica.
Continua su Wikipedia.

[ENG] Benche with Jamon at the Olivar market.
In the very typical Spanish markets, almost always covered, there are always benches that sell Jamon.
Usually you can find all sorts (and prices of course) and almost always, in addition to being able to eat it on site, you can comfortably carry it in vacuum packs.
A delight for the palate and, why not, also for the view.