La focaccia al formaggio del Don Luigi

La focaccia al formaggio del Don Luigi

La focaccia al formaggio del Don Luigi devo dire che mi ha soddisfatto.
Non è proprio quella dop di Recco (come per altro si viene informati nel menù) in quanto non ci sono gli ingredienti obbligatori ma con lo stracchino comunque esce un piatto ottimo.

Foto scattata con iPhone 6.

La focaccia col formaggio esiste in numerose versioni, con farciture superficiali che comprendono sia solo formaggio (di vari tipi, a volte miscelati tra di loro), sia altri ingredienti (formaggio e prosciutto cotto, formaggio e würstel, speck e fontina, ecc…). Gli ingredienti prevedono farina, olio extravergine di oliva e lievito di birra (ingredienti di base per la pasta uguali a quelli dell’altrettanto tipica focaccia genovese), oltre ovviamente al formaggio scelto che viene posto sopra alla pasta prima dell’inserimento in forno. Riguardo a quest’ultimo esistono varianti con fontina o altri formaggi morbidi simili, con formaggi meno densi come stracchino, mozzarella o gorgonzola e, come detto, misture di diversi formaggi.
Continua su Wikipedia.

Dove si trova il Don Luigi a Sestri Levante:

Pizza Due Gabbiani (foto)

pizza due gabbiani

Pizza Due Gabbiani

Era da un po’ che non mangiavamo la pizza dai Due Gabbiani a Sestri Levante.

E vi ho scattato la foto della pizza che prende il nome del locale: la Due Gabbiani. Stracchino, pomodorini freschi e prosciutto.

pizza due gabbiani

Foto scattate con iPhone 6.

Pizza melanzane e stracchino

Pizza melanzane e stracchino

Pizza melanzane e stracchino. Non è certo la mia pizza preferita ma è comunque invitante questa pizza con melanzane (grigliate) e stracchino (invece della mozzarella).

pizza melanzane e stracchino

Foto scattata con iPhone 6.

La pizza era dei Due Forni di Sestri Levante.

L’etimologia del nome “pizza” (che non è necessariamente legata all’origine del prodotto) deriverebbe secondo alcuni, da pinsa (dalla lingua napoletana), participio passato del verbo latino pinsere oppure del verbo “pansere”, cioè pestare, schiacciare, pigiare che deriverebbe da pita mediterranea e balcanica, di origine greca (πίττα, dal greco πηκτός ossia “infornato”); secondo quest’ultima ipotesi la parola deriverebbe dall’ebraico פיתה, dall’arabo كماج e dal greco πίτα, da cui anche pita che appartiene alla stessa categoria di pane o focacce (vedi anche Storia della pizza).
Continua su Wikipedia.

Pizza bomba (foto)

Pizza bomba

pizza bomba

È proprio il suo nome sul menù: la pizza bomba! Ed in effetti: pomodoro, mozzarella (nel dettaglio sostituita con stracchino), salame, salsiccia, würstel, cipolla (qui mancante).

Pizzeria Due Gabbiani a Sestri Levante!