La statua del pescatore in Baia del Silenzio

La statua del pescatore in Baia del Silenzio

La statua del pescatore in Baia del Silenzio.
Ormai è diventato uno dei simboli della altrettanto famosa baia di Sestri Levante.
E’ una statua di bronzo che raffigura un pescatore intento a raccogliere la propria rete.
Chi ha visitato Portobello (il secondo nome della baia) non ha potuto di certo non vederlo.
E le immagini di questa statua non mancano certo in questo sito.

La statua del pescatore in Baia del Silenzio

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete invece alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete cercare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

Venne usato estesamente durante l’età del Bronzo. Durante questo periodo storico, cui diede perfino il nome, venne usato per costruire attrezzi, armi, corazze e strumenti più resistenti e leggeri di quelli in pietra o in rame; ai metalli componenti veniva aggiunto, per lo più come impurità, anche arsenico, che contribuiva a rendere la lega ancora più dura.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] The statue of the fisherman in the Bay of Silence.
It has now become one of the symbols of the equally famous bay of Sestri Levante.
It is a bronze statue that depicts a fisherman intent on gathering his net.
Anyone who has visited Portobello (the second name of the bay) has certainly not been able to miss it.

La statua del cerbiatto nei giardini

La statua del cerbiatto nei giardini

La statua del cerbiatto nei giardini.
Nelle tante aiuole e giardinetti che stanno tra la pista ciclabile e la passeggiata Sestrese c’è anche questa statua.
Io me la ricordo fin da quando ero un bambino; ed è sempre li!
Un cerbiatto, o forse viste le dimensioni un cervo che bruca un po’ d’erba all’ombra dei pini marittimi.
Tra le varie aiuole ci sono poi diverse statue, busti e cippi: bisogna solo camminare piano e goderseli.
Questa è all’altezza della rotonda che da Lungomare Giovanni Descalzo porta verso piazza della Vela.

La statua del cerbiatto nei giardini

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Dove si trova la statua:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete invece alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete cercare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

[ENG] The fawn statue in the gardens.
In the many flowerbeds and gardens that are between the cycle path and the Sestrese promenade there is also this statue.
I remember it since I was a child; and it’s always there!
A deer, or perhaps given the size of a deer that grazes a little grass in the shade of maritime pines.
Among the various flower beds there are also several statues, busts and cippi: you only need to walk slowly and enjoy them.

Il pescatore in Baia del Silenzio

Il pescatore in Baia del Silenzio

Il pescatore in Baia del Silenzio

Il pescatore in Baia del Silenzio.
La famosa statua installata in Baia del Silenzio qualche anno fa. La foto l’ho scattata a marzo quando la baia era sferzata da qualche onda ancora invernale e la spiaggia era ancora deserta.

Il pescatore in Baia del Silenzio

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

[ENG] The fisherman in the Bay of Silence.
The statue of the fisherman installed in the Bay of Silence a few years ago. I took the photo in March when the bay was lashed by some still winter waves and the beach was still deserted.

Il pescatore in Baia del Silenzio

Il pescatore in Baia del Silenzio

Il pescatore in Baia del Silenzio.
Da qualche anno (2013) questo e’ uno dei particolari della Baia piu’ fotografato.
E’ la statua in bronzo dello scultore Renato Lustig che rappresenta un pescatore nell’atto di ritirare la rete.
Chi arriva a Portobello, dopo aver immortalato la splendida baia, non puo’ non fotografare anche questo perticolare.

Il pescatore in Baia del Silenzio

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

[ENG] The fisherman in the Bay of Silence.
For some years (2013) this is one of the most photographed details of the Bay.
It is the bronze statue of the sculptor Renato Lustig representing a fisherman in the act of withdrawing the net.
Those who arrive in Portobello, after having immortalized the splendid bay, cannot avoid photographing this particular area.

Fauno di Pompei, una statua eccezionale

fauno di pompei

Il Fauno di Pompei è probabilmente una delle statue in bronzo più famose del mondo.
Da’ il nome alla omonima Casa (detta appunto del Fauno) e rappresenta un satiro che danza.

fauno di pompei

Foto scattata con macchina Canon 600D e lente Tamron 16-300.

La casa del Fauno è una casa di epoca romana, sepolta durante l’eruzione del Vesuvio del 79 e ritrovata a seguito degli scavi archeologici dell’antica Pompei: si tratta di una delle abitazioni più vaste della città e deve il suo nome ad una statua in bronzo, raffigurante un satiro, posta nell’impluvium. Occupa quasi completamente la Insula 12 della Regio VI.
Continua ed approfondisci su Wikipedia.

Per vedere le altre foto degli scavi di Pompei cliccate qui.
foto gallery

[ENG] Perhaps it is one of the most famous bronze statues in the world. The Faun in Pompeii which gives its name to the eponymous House of the Faun is a satyr dancing.

Statue di divinità indiane indù: in bronzo, osso e legno

divinità indiane

Statue di divinità indiane indù: in bronzo, osso e legno.
Entrando nei vari negozi di souvenir e oggetti tipici indiani, a Cochin, non si può non essere attratti da queste statue di divinità indiane indù. In osso, bronzo, legno… tutte veramente bellissime.
Queste due rappresentano: la prima Kali e la seconda Krsna (ma ammetto che potrei sbagliare).
Non sono a buon mercato quindi l’acquisto è da ponderare bene, anche perché sono molto facili da contraffare.

divinità indiane

divinità indiane

Foto scattate con macchina Canon 600D e lente Canon EF 40.

Cliccate qui se volete vedere tutte le foto che ho scattato nella città di Cochin:
foto gallery

[ENG] Statues of Indian Hindu deities: in bronze, bone and wood.
Entering the various souvenir and typical Indian shops in Cochin, one cannot help but be attracted by these statues of Indian Hindu deities. In bone, bronze, wood … all really beautiful.
These two represent: the first Kali and the second Krsna (but I admit that I could be wrong).
They are not cheap so the purchase is to be considered well, also because they are very easy to counterfeit.