Un ottimo maritozzo con la panna mangiato a Roma

Un ottimo maritozzo con la panna mangiato a Roma

Un ottimo maritozzo con la panna mangiato a Roma.
Uno dei simboli della capitale è sicuramente il maritozzo con la panna montata.
L’ultima volta che sono stato a Roma me ne sono divorato uno, in una nota gelateria del centro.
Veramente spettacolare!

Ti piace il maritozzo? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Un ottimo maritozzo con la panna mangiato a Roma

Foto scattata con Honor 20.

Ecco il sito della gelateria/pasticceria di Roma dove l’ho gustato: don-nino.it.

Il maritozzo è un dolce romano consistente in una piccola pagnotta impastata con farina, uova, miele, burro e sale che, tagliata in due, è tradizionalmente farcita con abbondante panna montata ed eventualmente arricchita con pinoli, uva e scorzetta d’arancia candita. Questa ricetta è tipica del Lazio, delle Marche e dell’Abruzzo, mentre in Puglia e in Sicilia con il nome maritozzo si indica invece un dolce a forma di treccia e senza pinoli e uvetta nell’impasto.
Continua e approfondisci su Wikipedia

An excellent Maritozzo with cream eaten in Rome – Un excellent Maritozzo à la crème mangé à Rome – Un excelente Maritozzo con crema que se come en Roma – Um excelente Maritozzo com creme comido em Roma – Ein ausgezeichneter Maritozzo mit Sahne, der in Rom gegessen wird – Món Maritozzo tuyệt vời với kem được ăn ở Rome – 在罗马吃过的美味马里托佐奶油 – ローマで食べる絶品クリーム入りマリトッツォ

Penne al curry e rucola, la ricetta

Penne al curry e rucola, la ricetta

Penne al curry e rucola, la ricetta.
Qualche tempo fa, lo chef di bordo, ci ha preparato un piatto indiano dai gusti decisi: le penne condite con curry e rucola. Ovviamente un piatto di derivazione indiano.

Ingredienti

  • 350 g di penne;
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva;
  • 1 cipolla, tritata finemente;
  • 2 spicchi d’aglio, tritati;
  • 1 cucchiaino di curry in polvere;
  • 200 ml di panna da cucina;
  • Sale e pepe q.b.;
  • 100 g di rucola fresca;
  • Parmigiano grattugiato (facoltativo).

Preparazione

Cuocere le penne: porta a ebollizione una pentola di acqua salata e cuoci le penne seguendo le istruzioni sulla confezione. Scolale quando sono al dente.
Preparare la salsa al curry: in una padella grande, scalda l’olio d’oliva a fuoco medio. Aggiungi la cipolla tritata e l’aglio e soffriggi fino a quando diventano trasparenti.
Aggiungere il curry: aggiungi il curry in polvere alla cipolla e mescola bene per farlo amalgamare con gli altri ingredienti.
Versare la panna: versa la panna nella padella e mescola bene. Lascia cuocere a fuoco medio-basso per circa 5-7 minuti o fino a quando la salsa si addensa leggermente. Assicurati di mescolare di tanto in tanto.
Condire con sale e pepe: aggiungi sale e pepe a piacere per regolare il sapore della salsa.
Unire le penne e la rucola: aggiungi le penne cotte alla padella con la salsa al curry. Aggiungi anche la rucola fresca e mescola bene fino a quando la rucola si appassisce leggermente.
Servire: distribuisci le penne al curry e rucola nei piatti. Se lo desideri, spolvera con parmigiano grattugiato.
Garnire e servire: puoi guarnire con un po’ di pepe nero appena macinato o altro formaggio a tuo piacimento. Servi caldo e goditi la tua deliziosa pasta al curry e rucola!
Questa ricetta è abbastanza flessibile, quindi sentiti libero di adattarla ai tuoi gusti personali. Buon appetito!

Ti piace il curry? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Foto scattate con Honor 20.

Pasta seasoned with curry and rocket, the recipe – Pâtes assaisonnées au curry et roquette, la recette – Pasta aliñada con curry y rúcula, la receta – Macarrão temperado com curry e rúcula, a receita – Mit Curry und Rucola gewürzte Pasta, das Rezept – Công thức mì ống với cà ri và tên lửa – 用咖喱和火箭调味的意大利面,食谱 – カレーとルッコラのパスタ、レシピ

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.

Le lasagne fatte con il pane carasau, la ricetta

Le lasagne fatte con il pane carasau, la ricetta

Le lasagne fatte con il pane carasau, la ricetta.
Qualche tempo fa ho avuto il piacere di assaggiare questo piatto in nave, preparato dal grande MaitreD Giovanni.
Le lasagne fatte con il pane carasau sono una variante delle classiche lasagne italiane, in cui il pane carasau sostituisce la pasta. Il pane carasau è un tipo di pane sottile e croccante originario della Sardegna. Ecco come preparare le lasagne con il pane carasau

Ingredienti

– Pane carasau;
– Ragù alla bolognese o un altro sugo di carne;
– Bechamel;
– Formaggio grattugiato (solitamente pecorino o parmigiano);
– Burro (facoltativo).

Preparazione

Preparare il ragù alla bolognese o un altro sugo di carne a piacere. Assicurarsi che sia ben condito e saporito.
Preparare la bechamel: sciogliere il burro in una pentola a fuoco medio, aggiungere la farina e mescolare fino a ottenere un roux (una pasta omogenea). Aggiungere il latte poco alla volta, mescolando costantemente per evitare la formazione di grumi. Cuocere fino a quando la bechamel si addensa. Aggiungere un po’ di sale e noce moscata a piacere.
Preparare una teglia da forno e iniziare a comporre le lasagne. Mettere uno strato di pane carasau sul fondo della teglia.
Aggiungere uno strato di ragù sulla base di pane carasau. Assicurarsi di coprire bene il pane.
Versare uno strato di bechamel sopra il ragù.
Spolverare con abbondante formaggio grattugiato.
Ripetere il processo creando strati alternati di pane carasau, ragù, bechamel e formaggio. Assicurarsi di terminare con uno strato di bechamel e formaggio in cima.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 30-40 minuti o finché la superficie diventa dorata e croccante.
Lasciare raffreddare leggermente prima di servire. Le lasagne con il pane carasau sono deliziose servite calde.
Questa variante delle lasagne è un piatto unico che combina la croccantezza del pane carasau con i sapori ricchi del ragù e della bechamel. Puoi personalizzare la ricetta aggiungendo altri ingredienti come funghi, spinaci o prosciutto cotto se lo desideri.

E tu le hai mai assaggiate queste lasagne? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Foto scattate con Honor 20.

Il pane carasau (conosciuto anche come pane carasatu, pane carasadu, pistoccu, pane fine, pane ‘e fresa o pane fatu in fresa) è un tipico pane sardo diffuso in tutta la Sardegna, a forma di disco molto sottile e croccante, adatto a essere conservato a lungo. Il termine sardo deriva dal verbo sardo carasare, che significa tostare. Durante la carasadura il pane viene rimesso nel forno per la cottura finale; tale cottura lo rende croccante.
Continua e approfondisci su Wikipedia

Lasagna made with carasau bread, the recipe – Lasaña hecha con pan carasau, la receta – Lasanha feita com pão carasau, a receita – Lasagne mit Carasau-Brot, das Rezept – Công thức món Lasagna làm từ bánh mì carasau – 用卡拉索面包做的烤宽面条,食谱 – カラソーパンで作るラザニア、レシピ

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.

I ravioli al ragù dell’Antica Locanda Luigina a Mattarana

I ravioli al ragù dell'Antica Locanda Luigina a Mattarana

I ravioli al ragù dell’Antica Locanda Luigina a Mattarana.
Diversi mesi fa, ormai, sono stato a mangiare una domenica a pranzo alla Antica Locanda Luigina (trattoria, ristorante, albergo) consigliatami da qualche amico.
Ovviamente il mio scopo era assaggiare i ravioli al ragù, il miopiatto preferito!
Devo dire che i ravioli erano buoni (come del resto anche tutti gli altri piatti) e saporiti. Entrano nella mia classifica ma non sul podio.

Vai a vedere il mio articolo con la mia personale classifica dei ristoranti dove ho mangiato i migliori ravioli al ragù della Provincia di Genova di Levante.

Sei mai stato a mangiare i ravioli qui? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Foto scattate con Honor 20.

La cucina ligure è costituita dai piatti della tradizione culinaria della Liguria, regione fa uso di ingredienti legati sia alla produzione locale (come il preboggion, miscuglio di erbe selvatiche), sia alle importazioni provenienti da zone con cui nei secoli, i liguri hanno avuto frequenti contatti (come il pecorino sardo, uno degli ingredienti del pesto).
Una cucina povera, propria delle genti di campagna, dei montanari e dei naviganti, fatta di alimenti semplici, comuni ed economici, che è tuttavia diventata costosa, ricercata e piena dei fasti antichi.
Continua e approfondisci su Wikipedia

Ecco dove si trova la locanda:

The ravioli with ragù from the Antica Locanda Luigina in Mattarana – Les raviolis au ragù de l’Antica Locanda Luigina à Mattarana – Los ravioles con ragú de la Antica Locanda Luigina de Mattarana – O ravióli com ragù da Antica Locanda Luigina em Mattarana – Die Ravioli mit Ragù von der Antica Locanda Luigina in Mattarana – Món ravioli với ragù từ Antica Locanda Luigina ở Mattarana – 马塔拉纳 Antica Locanda Luigina 的馄饨配肉酱 – マッタラナのアンティカ ロカンダ ルイジーナのラグー入りラビオリ

Tonnarelli con cacio e pepe, la ricetta

Un bel piatto di tonnarelli con cacio e pepe, la ricetta

Un bel piatto di tonnarelli con cacio e pepe, la ricetta.
Non da moltissimo tempo, purtroppo, sono diventato un fan della pasta cacio e pepe.
Ho provato a prepararla a casa e, dopo un paio di tentativi poco riusciti, la sono riuscito a fare buonissima.
Questa la ricetta per voi.

Ingredienti

– 350 grammi di tonnarelli (o spaghetti, se preferisci, ma con la pasta fresca il piatto risulta decisamente più completo);
– 150 grammi di pecorino romano grattugiato;
– 1 cucchiaino di pepe nero macinato fresco;
– Sale (per la pasta);
– Acqua (per la pasta);

Preparazione

Inizia portando ad ebollizione una pentola d’acqua salata. Quando l’acqua è in ebollizione, aggiungi i tonnarelli e cuocili per ottenere una cottura “al dente”. Di solito, ci vogliono circa 8-10 minuti.
Mentre la pasta si cuoce, prepara la salsa. In una ciotola, mescola il pecorino romano grattugiato con un po’ di acqua di cottura. Assicurati di usare un buon pecorino romano di alta qualità per ottenere il miglior sapore; mescola energicamente fino ad ottenere una crema abbastanza densa.

In una padella metti il pepe macinato a scaldare. Quando il pepe inizia a cuocere, e te ne accorgerai dal fatto che gli occhi inizieranno a pizzicare, aggiungi un poco d’acqua di cottura e spegni il fuoco.

Un paio di minuti prima che la pasta sia pronta scolala (mi raccomando non gettare l’acqua di cottura perchè ci servirà per la buona riuscita) e finiscila di cuocere nella padella con il pepe.
In un paio di minuti la pasta sarà pronta e avrà anche fatto un po’ di cremina.
A questo punto, spegni il fuoco e aspetta un paio di minuti che la pasta si raffeddi. Se infatti aggiungi ora la crema di pecorino in padella, il calore eccessivo farà filare il formaggio invece che rimanere cremoso (a 65 °C il grasso comincia a separarsi e le proteine si rapprendono in grumi).

Trasferisci i tonnarelli nella ciotola con il pecorino e il pepe. Aggiungi un paio di cucchiai dell’acqua di cottura riservata. Questa acqua di cottura è importante, poiché aiuterà a creare una crema con il pecorino e il pepe. Mescola rapidamente e vigorosamente per ottenere una salsa cremosa. Continua ad aggiungere l’acqua di cottura, un cucchiaio alla volta, finché raggiungi la consistenza desiderata. La salsa dovrebbe essere cremosa ma non troppo densa. Potrebbe essere necessario aggiungere da 1/2 a 1 tazza di acqua di cottura, a seconda del pecorino e della pasta utilizzati. Assaggia la pasta e regola il sale, se necessario. Il pecorino è naturalmente salato, quindi potresti non aver bisogno di aggiungere ulteriore sale.

Servi immediatamente i tonnarelli cacio e pepe, guarnendo con un po’ di pepe nero macinato fresco e pecorino extra, se lo desideri.

Ti piace la cacio e pepe? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Un bel piatto di tonnarelli con cacio e pepe, la ricetta

Foto scattata con Honor 20.

A nice dish of tonnarelli with cheese and pepper, the recipe – Un bon plat de tonnarelli au fromage et au poivre, la recette – Un buen plato de tonnarelli con queso y pimienta, la receta – Um belo prato de tonnarelli com queijo e pimenta, a receita – Ein schönes Gericht aus Tonnarelli mit Käse und Pfeffer, das Rezept – Công thức làm món tonnarelli ngon tuyệt với phô mai và hạt tiêu – 一道美味的通纳雷利奶酪和胡椒菜,食谱 – チーズとコショウを添えたトンナレッリの素敵な料理、レシピ

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.

Ravioli al nero di seppia ripieni di orata al sugo di pesce, la ricetta

Ravioli di pesce fatti in casa

Ravioli al nero di seppia ripieni di orata al sugo di pesce.

Questa è la prima volta che preparo i ravioli, uno dei miei cibi italiani preferiti.
Mi piace mangiare il pesce più della carne e così ho deciso di fare i ravioli al pesce (orata in questo caso).

Click vào đây để đọc bằng tiếng việt
Se avete curiosità sulla mia ricetta o sul cibo vietnamita scrivetemelo nei commenti!

Ingredienti

Ingrediente per i ravioli:
Farina: 500 gr;
5 uova;
Filetto di orata (pesce orata): 600 gr;
Ricotta: 250 gr;
Olio d’oliva, aglio, cipolla, sale, condimenti, pepe nero, liquido nero di seppia.

Ingrediente per il sugo:
Calamari (tutti i frutti di mare tagliati a pezzetti);
Vongole;
Rana pescatrice;
Pomodoro;
Prezzemolo.

Preparazione

Per preparare i ravioli di orata la prima cosa da fare è preparare la pasta fresca.

Mettete la farina in una ciotola, aggiungete piano piano le uova e 1 cucchiaio da caffè di liquido del nero di seppia, quindi amalgamate il tutto.
Trasferire il composto sul piano di lavoro e impastare con le mani. Quando il composto sarà ben amalgamato, formare una palla, arrotolare l’impasto nella pellicola trasparente e metterlo a riposare in frigo per circa mezz’ora.

Ora preparerò il ripieno. Prima aggiungo l’olio con un po’ di cipolla e aglio e faccio soffriggere finché non diventa fragrante, lo metto da parte, poi uso quella padella e aggiungo il pesce, aggiungo un po’ di sale e pepe, circa 7-10 minuti ed il pesce è cotto.
Poi togliete il pesce e togliete la pelle, controllate attentamente se hanno ancora le lische e togliete tutto. Poi sbriciolare bene il filetto e unirlo alla ricotta, controllare nuovamente il sapore, se serve mettere poco sale o pepe. Poi l’impasto è pronto da mettere all’interno dei ravioli.

A questo punto togliete la pasta fresca dal frigo, porzionatela e poi, con l’aiuto della macchina stendipasta, stendetela e tagliatela a listarelle. Su metà della striscia disporre porzioni dell’impasto precedentemente preparato o farcita con un cucchiaino da caffè, ben distanziate tra loro. Poi, utilizzando un’altra metà della striscia, ricopriamo la striscia farcita e con l’aiuto della rotella tagliamo un pezzetto di raviolo. Quando si sigillano i ravioli è molto importante cercare di far uscire tutta l’aria per evitare che si aprano durante la cottura. I ravioli sono pronti.

Con la salsa faccio in modo semplice: prima aggiungo l’olio con un po’ di aglio e la faccio soffriggere fino a quando diventa fragrante, poi aggiungo i pomodori a pezzetti, 2 cucchiai di acqua di cottura della pasta. Poi faccio soffriggere il pesce, i calamari e le vongole insieme, aggiungo un po’ di salsa di pesce, quindi aggiungo la pasta bollita, ultimo passaggio aggiungo alcune foglie di prezzemolo tritato e mescolo il tutto quindi servo nel piatto e metto sopra un po’ di pepe nero.

Era la prima volta che facevo questo piatto, sono davvero felice, perchè il gusto è così buono per me, spero che anche tu possa fare lo stesso e goderti uno dei piatti più saporiti d’Italia.

Le foto della preparazione:

Le foto del piatto finito:

Đây là lần đầu tiên tôi làm ravioli, một trong những món ăn Ý yêu thích của tôi. Tôi thích ăn hải sản hơn thịt. Vì vậy tôi quyết định làm món ravioli al pesce (orata)

Nguyên liệu làm ravioli:

Bột mì: 500g
Trứng: 5 quả
Phi lê Orata (cá tráp): 600g
Ricotta: 250g
Dầu olive, tỏi, hành tím củ nhỏ, muối, hạt nêm, tiêu đen, nước mực đen.

Nguyên liệu làm nước sốt:
Mực, nghêu, một ít cá chày, cà chua, rau mùi tây, sốt cà chua. (Tất cả hải sản cắt miếng nhỏ)

Cách làm ravioli:

Để chuẩn bị orata ravioli, điều đầu tiên cần làm là chuẩn bị mì ống tươi.

Cho bột mì vào tô, từ từ thêm trứng và 1 thìa cà phê nước mực đen vào rồi trộn đều.

Chuyển hỗn hợp lên bề mặt gỗ và nhào bằng tay. Khi hỗn hợp đã trộn đều, tạo thành khối tròn, sau đó bọc bột trong màng bọc thực phẩm rồi cho vào tủ lạnh khoảng nửa giờ.

Bây giờ tôi sẽ chuẩn bị nhân. Đầu tiên, cho dầu với một ít hành tỏi vào phi cho thơm, rồi đặt sang một bên hỗn hợp này, sau đó dùng chảo đó cho cá vào, thêm chút muối, hạt nêm và tiêu, rim lại khoảng 7-10 phút là cá được nấu chín.

Sau đó, vớt cá ra, bỏ da, kiểm tra kỹ xem còn xương hay không thì bỏ hết. Sau đó nghiền nát cá rồi trộn cùng với ricotta, kiểm tra lại gia vị nếu cần cho thêm chút muối hoặc tiêu. Sau đó hỗn hợp đã sẵn sàng để cho vào nhân bên trong ravioli.

Lúc này, lấy mì tươi ra khỏi tủ lạnh, chia thành từng phần rồi dùng máy cán mì, cuộn mì ra và cắt thành từng dải. Trên một nửa dải, đặt các phần hỗn hợp nhân orata đã chuẩn bị trước đó bằng thìa cà phê, cách đều nhau giữa chúng. Sau đó, dùng nửa dải còn lại phủ lên dải nhồi và dùng dao cắt có bánh xe để cắt thành một miếng bánh ravioli nhỏ. Khi gói bánh ravioli, điều quan trọng là phải cố gắng đẩy hết không khí ra ngoài để chúng không bị bung ra trong khi nấu. Bánh ravioli đã sẵn sàng.

Với nước sốt, tôi làm theo cách đơn giản: đầu tiên tôi cho dầu với một ít tỏi vào xào cho đến khi có mùi thơm, sau đó tôi thêm cà chua xắt nhỏ, một ít sốt cà chua, 2 thìa nước luộc mì ống. Sau đó xào cá, mực, nghêu với nhau, thêm chút nước mắm hoặc hạt nêm rồi cho mì đã luộc vào, bước cuối cùng thêm chút lá mùi tây thái nhỏ vào trộn đều rồi bày ra đĩa, rắc chút tiêu đen lên trên.
Lần đầu tiên tôi làm món ravioli này, tôi thực sự rất vui và hương vị cũng rất ngon đối với tôi, tôi hy vọng bạn cũng có thể làm như vậy và thưởng thức một trong những món ăn ngon và nổi tiếng nhất ở Ý.