Spaghetti al sugo di tonno

Spaghetti al sugo di tonno

Spaghetti al sugo di tonno.
Diverso tempo fa ormai mi sono preparato queso sughetto semplice con salsa di pomodoro e tonno fresco.
Semplice perché, in poco tempo di preparazione, si ottiene un piatto molto ma molto gustoso.
Ho comprato del tonno fresco a cubetti e ho fatto il sugo facendo prima la salsa.
Risultato ottimo davvero!

Spaghetti al sugo di tonno

Spaghetti al sugo di tonno

Spaghetti al sugo di tonno

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

[ENG] Spaghetti with tuna sauce.
Some time ago I prepared this simple sauce with tomato sauce and fresh tuna.
Simple because, in a short time of preparation, you get a very, very tasty dish.
I bought fresh diced tuna and made the sauce by making the sauce first.
Really good result!

Scorcio dei palazzi di Sestri Levante

Scorcio dei palazzi di Sestri levante

Scorcio dei palazzi di Sestri Levante.
Mi affascina sempre questo scorcio della mia cittadina.
In particolare quel pesce dipinto sulla facciata di questa casa mi affascina sempre.
Tanto che credo ce ne siano già un paio di foto.

Scorcio dei palazzi di Sestri levante

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete leggere o acquistare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

[ENG] Glimpse of the buildings of Sestri Levante.
This part of my town always fascinates me.
In particular, that fish painted on the facade of this house always fascinates me.
So much so that I think there are already a couple of photos.

La bocca di un pesce

La bocca di un pesce

La bocca di un pesce.
Veramente questo sembra un mostro marino più che un pesce. Era veramente enorme.
E’ passato quasi un anno da quando ho scattato questa foto a Palma di Maiorca, al mercato dell’Olivar.
Anche perché non è una delle foto che mi siano piaciute di più in assoluto.
La metto ora perché sono a corto di immagini.

La bocca di un pesce

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

[ENG] The mouth of a fish.
Truly this looks more like a sea monster than a fish. It was really huge.
It’s been almost a year since I took this picture in Palma de Mallorca, at the Olivar market.
Also because it is not one of the photos that I liked the most ever.
I put it now because I’m running out of images.

Mercato dell’Olivar a Palma di Maiorca

Mercato dell'Olivar a Palma di Maiorca

Mercato dell’Olivar a Palma di Maiorca.
Da diverso tempo ormai ho queste fotografie scattate in uno dei mercati piu’ belli dell’isola di Palma.
Me le ero tenute per inserirle poco alla volta ma ho deciso di pubblicarle tutte in una volta perche’ iniziano a diventare troppo vecchie.
Prosciutti, spezie, pesce, carne, sushi, olive… e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. C’era proprio di tutto in queto bel posto.

Mercato dell'Olivar a Palma di Maiorca

Mercato dell'Olivar a Palma di Maiorca

Mercato dell'Olivar a Palma di Maiorca

Mercato dell'Olivar a Palma di Maiorca

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

[ENG] Olivar market in Palma de Mallorca.
For some time now I have had these photographs taken in one of the most beautiful markets on the island of Palma.
I kept them to insert them little by little but I decided to publish them all at once because they are starting to get too old.
Hams, spices, fish, meat, sushi, olives … and whoever has more has more. There was just about everything in this beautiful place.

Aragoste in Vietnam

Aragoste in Vietnam

Aragoste in Vietnam.
Uno dei miei animali preferiti da fotografare e’ sicuramente la lobster.
Queste erano in un banco di un mercato notturno di Da Nang in Vientam e i colori di questa aragosta mi avevano proprio impressionato.
Non vi sembrano meravigliosi?

Aragoste in Vietnam

Aragoste in Vietnam

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Ha una taglia medio-grande con una lunghezza media di 20–40 cm e massima di 50 cm ed un peso fino a 8 kg. Il corpo è di forma sub-cilindrica, rivestito da una corazza che durante la crescita cambia diverse volte per ricrearne una nuova. Il carapace è diviso in due parti – il cefalotorace (parte anteriore) e l’addome (parte posteriore) – con una colorazione da rosso-brunastro a viola-brunastro ed è cosparso di spine a forma conica. L’addome è formato da 6 segmenti mobili, ed è dotato di un minuscolo pungiglione.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Lobsters in Vietnam.
One of my favorite animals to photograph is definitely the lobster.
These were in a stall at a night market in Da Nang in Vientam and the colors of this lobster had really impressed me.
Don’t they seem wonderful to you?

Pesce in carpione o scabeccio, la ricetta

Pesce in carpione dell'Osteria da Sergio

Pesce in carpione o scabeccio, la ricetta.
I pescatori non sono mai stati ricchi, specialmente una volta quando non c’erano i frigoriferi e le attrezzature del giorno d’oggi e cercavano di conservare il pesce che non riuscivano a vendere.
Dopo quello di prima qualità e quello di seconda, rimaneva il pesce troppo piccolo, di qualità troppo scadente o magari rotto nella rete.
Per recuperare questo pesce i pescatori avevano inventato diversi sistemi e uno di questi è appunto il carpione che, a seconda delle zone, cambia nome e viene utilizzato in tutto il mediterraneo.

Adesso vi racconto come preparo io questo piatto.
Chiaramente non cerco pesce rovinato o di bassissima qualità e uso principalmente le boghe o pescetti piccoli ma troppo grossi per la frittura e spesso sardine che nel triestino chiamano “sarde in saor”.
Pulisco bene il pesce, tolgo le scaglie, le pinne e le interiora ma lascio la testa. Lo infarino bene e lo faccio friggere. A parte, in un’altra padella, faccio soffriggere abbondante cipolla, aglio e tutti i sapori in olio fresco dove ho aggiunto aceto e vino bianco, finché la cipolla è cotta ma non fritta.
Quando il pesce è ben fritto e freddo lo salo e lo copro completamente con questo preparato e lo lascio a bagno per almeno due giorni.
Adesso si può mangiare ma, se si resiste, più rimane a mollo meglio è perché così le lische e la testa diventano morbide e anch’esse possono essere mangiate.

Attenzione a queste note: le percentuali di olio e aceto possono variare a seconda del gusto, così come i sapori ed il vino bianco.

Eccovi un paio di foto, che ha scattato mio figlio Luca, del piatto servito nell’Osteria da Sergio di Sestri Levante:

Pesce in carpione dell'Osteria da Sergio

Pesce in carpione dell'Osteria da Sergio

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

[ENG] Carpione or scabeccio fish, the recipe.
The fishermen have never been rich, especially once when there were no refrigerators and equipment of today and they tried to keep the fish that they could not sell.
After the first quality and the second, the fish remained too small, of too poor quality or perhaps broken in the net.
To recover this fish, the fishermen had invented different systems and one of these is precisely the carpione which, depending on the area, changes its name and is used throughout the Mediterranean.

Now I will tell you how I prepare this dish.
Clearly I am not looking for ruined or very low quality fish and I mainly use boghe or small fishes that are too big for frying and often sardines which in Trieste are called “sarde in saor”.
I clean the fish well, remove the scales, fins and entrails but leave the head. I flour it well and fry it. Aside, in another pan, I fry abundant onion, garlic and all the flavors in fresh oil where I added vinegar and white wine, until the onion is cooked but not fried.
When the fish is well fried and cold, add salt and cover it completely with this preparation and leave it to soak for at least two days.
Now you can eat but, if you resist, the longer it soaks, the better it is because in this way the bones and the head become soft and they too can be eaten.

Attention to these notes: the percentages of oil and vinegar can vary according to taste, as well as flavors and white wine.