La chiesa di San Bartolomeo della Ginestra vista da dietro

La chiesa di San Bartolomeo della Ginestra vista da dietro

La chiesa di San Bartolomeo della Ginestra vista da dietro.
Di solito il Santuario di Nostra Signora del Soccorso, così si chiama infatti ufficialmente questa chiesa, viene fotografato dalla parte della facciata. Questa volta invece, scendendo dal sentiero di Punta Manara, ho scattato questa foto dal sentiero (che qui ormai è una stradina di mattoni con tanti scalini circondata da ulivi.
Il risultato non è male, vero?

La chiesa di San Bartolomeo della Ginestra vista da dietro

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Secondo alcune fonti storiche, si ritiene che un già preesistente luogo di culto possa essere stato edificato in un periodo che va dall’XI e XII secolo, nelle vicinanze della località “Zenestra” (da qui l’attuale toponimo “Ginestra”), compreso nella giurisdizione parrocchiale della chiesa di Santo Stefano del Ponte.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete leggere o acquistare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

[ENG] The church of San Bartolomeo della Ginestra seen from behind.
Usually the Sanctuary of Nostra Signora del Soccorso, as this church is officially called, is photographed from the side of the facade. This time instead, going down from the Punta Manara path, I took this photo from the path (which is now a brick road with many steps surrounded by olive trees.
The result is not bad, is it?

Sentiero per il Monte Castellaro da Via Val di Canepa

Sul Monte Castellaro da Via Val di Canepa

Sentiero per il Monte Castellaro da Via Val di Canepa.
Non ero mai passato da Via Val di Canepa per raggiungere il sentiero di Punta Manara.
Se si raggiunge infatti in cimitero di Sestri Levante, al suo lato, comincia questa strada sterrata che poi si trasforma in un ripido sentiero che arriva fino a quello più famoso e frequentato che dal Centro di Sestri porta a Punta Manara.
Al termine della salita un primo bivio: a sinistra si va al monte Castellaro, a destra verso Sestri e Punta Manara. Se si sceglie la seconda opzione dopo un centinaio di metri si apre un altro bivio: destra per il centro di Sestri, sinistra per Punta Manara.

Sul Monte Castellaro da Via Val di Canepa

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Se vi interessa fare questa passeggiata vi consiglio di visitare questo sito: wikiloc.com che vi descrive questo ed altri sentieri.

[ENG] Path to Monte Castellaro from Via Val di Canepa.
I had never passed through Via Val di Canepa to reach the Punta Manara path.
In fact, if you reach the cemetery of Sestri Levante, on its side, this dirt road begins which then turns into a steep path that goes up to the most famous and popular one that from the Center of Sestri leads to Punta Manara.
At the end of the climb, a first crossroads: go left to Monte Castellaro, right towards Sestri and Punta Manara. If you choose the second option, after a hundred meters another crossroads opens: right for the center of Sestri, left for Punta Manara.

La chiesa di San Tommaso del Curlo a Leivi

La chiesa di San Tommaso del Curlo a Leivi

La chiesa di San Tommaso del Curlo a Leivi.
Facendo il sentiero delle Cinque Torri si passa di fronte a questa splendida chiesetta, appena sopra a Chiavari.
Quello che mi ha impressionato è il colore rosa della facciata e l’affresco (un poco rovinato purtroppo) sempre sulla facciata.
Un gioiellino. Sul retro poi c’è uno spiazzo attrezzato con tavolini da campeggio con vista sulla costa lato Levante.

La chiesa di San Tommaso del Curlo a Leivi

La chiesa di San Tommaso del Curlo a Leivi

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Per vedere tutte le foto scattate lungo il sentiero clicca qui:
foto gallery

[ENG] The church of San Tommaso del Curlo in Leivi.
Taking the path of the Cinque Torri you pass in front of this splendid church, just above Chiavari.
What impressed me is the pink color of the facade and the fresco (a little ruined unfortunately) always on the facade.
A little gem. On the back there is a clearing equipped with camping tables overlooking the Levante coast.

San Rocco di Camogli

San Rocco di Camogli

San Rocco di Camogli.
Una bella parrocchia che domina il Golfo Paradiso e da cui iniziano i sentieri per il Monte di Portofino e San Fruttuoso.
Io avevo fatto uno dei più spettacolari, il sentiero delle catene, che però era stato veramente (ma veramente) impegnativo.

San Rocco di Camogli

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Storicamente seguì le sorti del comune capoluogo e dei centri vicini come Ruta di Camogli. Presumibilmente anche il primo nucleo di San Rocco si sviluppò in epoca antica lungo il crinale e il principale luogo di culto.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Per vedere invece tutte le foto che ho scattato durante l’escursione lungo il sentiero che da Camogli va a San Fruttuoso clicca qui:
foto gallery

[ENG] San Rocco di Camogli.
A beautiful parish that dominates the Golfo Paradiso and from which the paths to Mount Portofino and San Fruttuoso begin.
I had made one of the most spectacular, the chain path, which however had been really (but really) demanding.

La Madonnetta sopra a Sestri Levante

La Madonnetta sopra a Sestri Levante

La Madonnetta sopra a Sestri Levante.
Questa dovrebbe essere la Madonnetta, la più famosa tra le molte cappellette che si possono trovare lungo un sentiero sestrese. Uso il condizionale perché non ne sono poi così sicuro.
Non sono un’esperto di questo sentiero e di queste cappellette, ce ne sono diverse lungo il sentiero che dal Parco Nelson Mandela sale fino al monte Castellaro e Punta Manara.
Qualche tempo fa avevo letto un post su Facebook dell’esperto Martino Tassano ma non saprei come recuperarlo ora. Si leggeva, se non erro, che il monte era quasi tutto dei monaci e i fedeli spesso vi creavano, in segno di ringraziamento, queste cappelle.
Sono tutte leggermente “trasandate” ma comunque non abbandonate!

La Madonnetta sopra a Sestri Levante

La Madonnetta sopra a Sestri Levante

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete leggere o acquistare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

[ENG] The Madonnetta above Sestri Levante.
This should be the Madonnetta, the most famous of the many chapels that can be found along a Sestrese path. I use the conditional because I’m not so sure.
I’m not an expert on this path and these chapels, there are several along the path that from Nelson Mandela Park goes up to Mount Castellaro and Punta Manara.
Some time ago I had read a Facebook post by the expert Martino Tassano but I don’t know how to recover it now. It was read, if I’m not mistaken, that the mountain was almost all of the monks and the faithful often created these chapels as a sign of thanks.
They are all slightly “scruffy” but still not abandoned!

Una delle edicole del sentiero della Madonnetta

Una delle edicole del sentiero della Madonnetta

Una delle edicole del sentiero della Madonnetta.
Non sono un’esperto di questo sentiero e di queste cappellette, ce ne sono diverse lungo il sentiero che dal Parco Nelson Mandela sale fino al monte Castellaro e Punta Manara.
Qualche tempo fa avevo letto un post su Facebook dell’esperto Martino Tassano ma non saprei come recuperarlo ora. Si leggeva, se non erro, che il monte era quasi tutto dei monaci e i fedeli spesso vi creavano, in segno di ringraziamento, queste cappelle.
Sono tutte leggermente “trasandate” ma comunque non abbandonate!

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Vi rimando al sito di promozione turistica della mia Sestri Levante: sestri-levante.net. Questo invece è il sito ufficiale del Comune: comune.sestri-levante.ge.it.
Se siete alla ricerca di un bel portale sulla Liguria vi invito a visitare: lamialiguria.it.
Se invece volete leggere o acquistare qualche guida o libro su Sestri Levante e il Tigullio vi invito a vedere questi libri: Escursioni a Levante, Da Sestri Levante alle Cinque Terre oppure Il giro del Levante ligure.

[ENG] One of the newsstands on the Madonnetta path.
I’m not an expert on this path and these chapels, there are several along the path that from Nelson Mandela Park goes up to Mount Castellaro and Punta Manara.
Some time ago I had read a Facebook post by the expert Martino Tassano but I don’t know how to recover it now. It was read, if I’m not mistaken, that the mountain was almost all of the monks and the faithful often created these chapels as a sign of thanks.
They are all slightly “scruffy” but still not abandoned!