Fiorellini di pianta grassa (foto)

Fiorellini di pianta grassa

Fiorellini di pianta grassa

Questi bei fiorellini di pianta grassa mi sono piaciuti particolarmente.
Credo di averli già fotografati in precedenza quando li avevo visti aggrappati ad una palma.

Fiorellini di pianta grassa

Foto scattate con macchina Canon 600D e lente Canon EF 40.

Fiorellini su palma (foto hdr)

fiorellini su palma

Fiorellini su palma

Questi fiorellini crescono sul tronco delle palme.
Mi piacevano per i loro colori e dimensioni:

fiorellini su palma

Foto scattate con macchina Canon 600D e lente Tamron 16-300.

Fiorellini viola

Fiorellini viola

Primavera uguale a fiori. Questi fiorellini viola li ho fotografati qualche giorno fa in via Venti a Genova e credo fossero molto carini.

Fiorellini viola

Foto scattata con iPhone 6.

Non so bene quale sia la pianta che fa questi fiori, se qualcuno me lo dicesse ne sarei felice.

Fiorellini di primavera (foto)

Fiorellini bianchi

Fiorellini di primavera

In questo periodo primaverile abbondano i fiorellini!
Eccovene alcuni, molto minuti e carini, che sono in molti alberelli ornamentali nelle strade della mia cittadina:

Fiorellini bianchi

Foto scattate con macchina Canon 600D e lente Canon 18-55 EFS.

Il fiore è l’organo riproduttivo delle Angiosperme, nel quale si sviluppano i gametofiti, avviene la fecondazione e si sviluppa il seme. Il fiore deriva dalla differenziazione dell’apice di un rametto le cui foglie hanno perduto quasi sempre la capacità fotosintetica. Questa differenziazione, detta induzione fiorale o induzione antogena, avviene quando l’apice è ancora di dimensioni microscopiche all’interno della gemma, sotto lo stimolo di fattori ormonali e ambientali. L’induzione fiorale precede la fioritura vera e propria, secondo le specie, da poche settimane a circa un anno. Le piante hanno un ciclo vitale aplodiplonte caratterizzato dall’alternanza di una generazione gametofitica (aploide = 1n) e di una sporofitica (diploide = 2n). Le cellule madri delle spore (2n) subiscono meiosi originando individui aploidi detti gametofiti, in questi gametofiti vengono prodotti i gameti (n) che fondendosi danno vita ad uno sporofita (2n); i gametofiti femminili nelle Angiosperme sono costituiti da 8 cellule aploidi e prendono il nome di sacchi embrionali, quelli maschili (microspore 1n) da 3 e si chiamano granuli pollinici o microgametofiti.
Continua su Wikipedia.