Insalata con pollo o vegetariana, quale preferite?

Insalata con pollo o vegetariana, quale preferite?

Insalata con pollo o vegetariana, quale preferite?
Qualche tempo fa, per pranzo, sono stato in un bar/trattoria, in centro a Brescia, e assieme agli altri commensali abbiamo ordinato due insalate.
La prima era composta da: nocciole, lattuga, pomodorini, pollo alla soia e pane carasau.
La seconda: olive, tofu, radicchio, carote, lattuga e pomodorini confit.

Tu quale avresti scelto? Aggiungi un commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Foto scattate con Honor 20.

L’insalata indica genericamente diversi vegetali commestibili le cui foglie si possono mangiare crude e variamente condite; il termine designa anche preparazioni composte da più ingredienti, solitamente da verdure in foglia crude più o meno sminuzzate, caratterizzate dal fatto di essere condite a crudo e mescolate solitamente con una miscela[1] di sale da cucina e olio d’oliva e/o aceti o spremuta di limone e/o altri ingredienti opzionali come pepe, origano, aglio, prezzemolo, rafano e altre spezie aromatiche fresche o essiccate ma anche con lievito alimentare e salse crude varie, come quella di semi di senape.
Continua e approfondisci su Wikipedia

Salad with chicken or vegetarian, which do you prefer? – Salade de poulet ou végétarienne, laquelle préférez-vous ? – Ensalada con pollo o vegetariana, ¿cuál prefieres? – Salada com frango ou vegetariana, qual você prefere? – Salat mit Hühnchen oder vegetarisch, was bevorzugen Sie? – Salad gà hay salad chay, bạn thích món nào hơn? – 沙拉加鸡肉还是素食,你更喜欢哪一个? – チキンサラダとベジタリアンサラダ、どちらが好きですか?

Gli spaghetti al sugo di astice, la ricetta

Gli spaghetti al sugo di astice, la ricetta

Gli spaghetti al sugo di astice, la ricetta.
Ogni tanto, in nave, ho la fortuna di gustare un piatto di pasta condito con sugo di astice (o aragosta dipende da cosa c’è nel menu).
Anche fare il sugo a casa non è particolarmente difficile ma, come per tutto, ci vuole anche un poco di talento.
Qui vi propongo una ricetta semplice che ChatGPT mi ha aiutato a scrivere.

Ingredienti:

– 400 g di spaghetti;
– 1 astice intero (o già pulito e diviso a metà);
– qualche pomodornino fresco;
– 2 spicchi d’aglio, tritati finemente;
– Peperoncino rosso (a piacere, per dare un tocco piccante);
– Prezzemolo fresco, tritato;
– Olio extravergine d’oliva;
– Sale e pepe nero q.b.

Preparazione:

Preparazione dell’astice:
Se stai utilizzando un astice intero, fallo cuocere in una pentola di acqua bollente salata per circa 8-10 minuti fino a quando diventa rosso. Scola l’astice e lascialo raffreddare leggermente. Quindi rompi il guscio e estrai la polpa. Taglia la polpa di astice in pezzi più piccoli, lasciando alcuni pezzi più grandi per la decorazione finale.
Preparazione del sugo:
In una padella ampia, scalda un po’ di olio d’oliva a fuoco medio. Aggiungi l’aglio tritato e il peperoncino (se lo desideri) e fai soffriggere finché l’aglio diventa dorato.
Aggiungi i pomodorini freschi tagliati a metà. Lascia cuocere a fuoco medio-basso per circa 15-20 minuti, mescolando occasionalmente.
Aggiungi la polpa di astice precedentemente preparata e cuoci per altri 5-7 minuti. Regola di sale e pepe a piacere. Se il sugo sembra troppo denso, puoi aggiungere un po’ di acqua di cottura della pasta per diluirlo.

Nel frattempo, cuoci gli spaghetti in abbondante acqua salata seguendo le istruzioni sulla confezione. Scola la pasta al dente e conserva una tazza di acqua di cottura.
Unisci gli spaghetti al sugo di astice nella padella, mescola bene e fai saltare per un minuto aggiungendo un po’ di acqua di cottura se necessario per amalgamare il tutto.
Aggiungi il prezzemolo fresco tritato e mescola.

Servi gli spaghetti al sugo di astice decorando con pezzi più grandi di astice e una spruzzata di olio d’oliva fresco.
Ti piacciono? Aggiungi un commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Foto scattate con Honor 20.

Contrariamente a quanto si possa facilmente credere, l’astice e l’aragosta sono imparentati solo vagamente, appartenendo a due distinti infraordini dello stesso sottordine. Per paragone, fra queste due specie intercorre lo stesso grado di parentela che c’è tra l’uomo e il tarsio.
Continua e approfondisci su Wikipedia

Spaghetti with lobster sauce, the recipe – Spaghetti à la sauce au homard, la recette – Espaguetis con salsa de bogavante, la receta – Espaguete com molho de lagosta, a receita – Spaghetti mit Hummersauce, das Rezept – Công thức mì spaghetti sốt tôm hùm – 龙虾酱意大利面,食谱 – ロブスターソースのスパゲッティ、レシピ

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.

La focaccia barese, una specialità tutta italiana

La focaccia barese, una specialità tutta italiana

La focaccia barese, una specialità tutta italiana.
La focaccia barese è una specialità gastronomica tipica della città di Bari, in Puglia, Italia. Questo squisito pane piatto è una delizia culinaria apprezzata sia nella sua forma tradizionale che nelle variazioni che si sono sviluppate nel corso del tempo. La focaccia barese è particolarmente nota per la sua consistenza soffice e spugnosa, unita a un sapore ricco e aromatico.
La focaccia barese si basa su ingredienti di alta qualità. La farina utilizzata è spesso di tipo 0 o 00, mentre l’olio extravergine d’oliva è un elemento chiave che contribuisce al suo sapore unico.
L’impasto della focaccia barese è essenzialmente una combinazione di farina, acqua, lievito, sale e olio d’oliva. Questo viene lavorato per ottenere una consistenza morbida e elastica che conferisce alla focaccia la sua struttura leggera.
Un altro elemento cruciale è il processo di lievitazione, che può richiedere diverse ore. Questo passaggio è fondamentale per garantire che la focaccia diventi soffice e spugnosa.
La focaccia barese può essere arricchita con una varietà di condimenti tradizionali. Uno dei più comuni è la “pomodoro e olive”, che prevede l’uso di pomodori a pezzetti e olive nere o verdi. Alcuni aggiungono anche origano, sale grosso o cipolla.
La focaccia barese è generalmente cotta in forno a temperatura elevata. Il risultato finale è una crosta dorata e croccante che avvolge un cuore soffice.
Mentre la focaccia barese ha una ricetta di base, è importante notare che ci possono essere variazioni a livello regionale o persino familiare. Alcuni potrebbero preferire una focaccia più sottile, mentre altri potrebbero optare per una versione più spessa.
La focaccia barese è spesso consumata come spuntino, ma è altrettanto adatta a essere divisa e farcita per creare panini deliziosi. È una scelta popolare per un pasto veloce o da portare con sé durante una passeggiata per le affascinanti strade di Bari.

La focaccia barese è molto più di un semplice pane; è un’esperienza culinaria che cattura il cuore e il palato di chiunque la assapori. La sua tradizione e il suo sapore distintivo ne fanno uno dei tesori gastronomici della Puglia.
Conosci questa bontà? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

La focaccia barese, una specialità tutta italiana

Foto scattate con Honor 20.

Focaccia from Bari, an all-Italian specialty – Focaccia de Bari, une spécialité entièrement italienne – Focaccia de Bari, una especialidad totalmente italiana – Focaccia de Bari, uma especialidade totalmente italiana – Focaccia aus Bari, eine rein italienische Spezialität – Focaccia từ Bari, một đặc sản của Ý – 来自巴里的佛卡夏(Focaccia),全意大利特产 – イタリアの名物バーリのフォカッチャ

La focaccia barese è un prodotto lievitato da forno tipico della Puglia. È diffusa specialmente nelle province di Bari, Barletta-Andria-Trani, Taranto, parte della provincia di Brindisi (Ostuni, Fasano, Ceglie Messapica e Cisternino), Gargano e in generale in provincia di Foggia, dove la si può trovare abitualmente nei panifici. Nel 2010 si è costituito il Consorzio Focaccia barese che ha iniziato l’iter per l’iscrizione della Focaccia di Bari nel registro europeo delle STG.
Continua e approfondisci su Wikipedia

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.

Due meravigliosi pesci cotti al forno

Due meravigliosi pesci cotti al forno

Due meravigliosi pesci cotti al forno.
Qualche tempo fa, sono stato invitato a mangiare da un grande amico (ed eccellente organizzatore di mangiate).
Il piatto del giorno: due magnifici pesci cotti al forno su un tappeto di pomodorini, olive e patate.
I pesci, se non ricordo male, erano due dentici!
Piatto e mangiata perfettamente riusciti!

Vi piacerebbe un piatto come questo? Lascia un commento cliccando qui.

Foto scattate con Honor 20.

Two wonderful baked fish – Deux merveilleux poissons cuits au four – Dos maravillosos pescados al horno – Dois maravilhosos peixes assados – Zwei wunderbare gebackene Fische – Hai con cá nướng tuyệt vời – 两条美味的烤鱼 – 素晴らしい焼き魚 2 つ

Spaghetti con frutti di mare, la ricetta

Spaghetti con sugo di pomodorini, sgombro, pannocchie e gamberetti, la ricetta

Spaghetti con sugo di pomodorini, sgombro, pannocchie e gamberetti, la ricetta.
Dal momento che avevo in freezer degli avanzi avrei di pesce ho deciso di fare un bel sughetto con tutto quello che avevo e qualche pomodorino datterino.

Ingredienti (abbondante per due persone):

– un paio di filetti di sgombro
– una decina di pomodorini datterino
– qualche gamberetto
– un paio di cannocchie di mare
– olio evo
– aglio
– peperoncino
– sale
– spaghetti
– prezzemolo

Preparazione:

Per prima cosa preparare il pesce; dal momento che era tutto surgelato la sera prima ho messo tutto in frigo per arrivare ad avere tutto pronto per il pranzo. E’ tutto molto semplice a parte le cannocchie che hanno una tecnica semplice per essere pulite (se cercate in rete ne troverete molti esempi).

Quindi cominciamo!
Mettiamo sul fuoco dell’acqua salata per cuocere gli spaghetti nel frattempo che prepariamo il sugo.
In una bella padella mettiamo abbondante olio, uno spicchio d’aglio schiacciato e il peperoncino.
Quando inizia a soffriggere aggiungiamo i pomodorini che in precedenza ho lavato a tagliato a metà.
Dopo qualche minto di cottura aggiungiamo un po’ di sale e togliamo l’aglio ed il peperoncino.
In questa preparazione ho ho aggiunto acqua o vino perché dai pomodorini esce acqua a sufficienza.
Dopo cinque minuti abbondanti di cottura aggiungiamo lo sgombro (spappolandolo con un mestolo); io lascio cuocere lo sgombro per 5 minuti ma forse si potrebbe fare in meno tempo.
Ora aggiungiamo i gambreretti e, dopo un paio di minuti, le cannocchie.
Due minuti e spegniamo.
Io non amo le bocce dei pomodorini per cui in questo momento le tolgo facendo attenzione a lasciarne la polpa, eventualmente ancora attaccata, nel sugo.
Se nel frattempo avete già buttato la pasta ora sarà quasi pronta; io la tiro su sempre un paio di minuti prima che sia pronta per ultimarne la cottura nella padella del sugo.
Infatti riaccendo il fuoco sotto la padella del sugo e vi ci metto gli spaghetti aggiungendo anche abbondante acqua di cottura della pasta.
Dopo due minuti esatti l’acqua è evaporata lasciando una densa e saporita cremina.
Ed ecco che è tutto pronto, spolverare con prezzemolo ed impiattare!

Ti piace questa ricetta? Aggiungi un commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Eccovi il piatto finito:

Spaghetti con sugo di pomodorini, sgombro, pannocchie e gamberetti, la ricetta

Foto scattata con Honor 20.

Spaghetti with tomato sauce, mackerel, corn on the cob and shrimp, the recipe – Spaghetti mit Tomatensauce, Makrele, Maiskolben und Garnelen, das Rezept – Mỳ Ý sốt cà chua, cá thu, bắp ngô và tôm, công thức

Un piatto di pasta con astice e pomodorini

Pasta con astice e pomodorini

Un succulento piatto di pasta con astice e pomodorini.
Uno dei tipi di pasta, conditi con sugo di pesce, che mi piace di piu’.
Semplice da preparare (va bene, forse non e’ proprio semplicissimo) questo piatto racchiude tutto il sapore del mare Mediterraneo.

Io amo questo piatto, e tu? Aggiungi un commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Pasta con astice e pomodorini

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Di colore bluastro, con chiazze gialle sul dorso e ventre chiaro, possiede due paia di antenne, un paio lunghe e uno corte e 8 zampe locomotrici, oltre a 2 chelate, di cui una più grande e una più piccola, per poter svolgere meglio compiti diversi. Il carapace è liscio e incavato, possiede due spine, situate vicino agli occhi. Può raggiungere il mezzo metro di lunghezza, ma gli esemplari comuni misurano dai 30 ai 40 cm.
Continua su Wikipedia

A succulent pasta dish with lobster and cherry tomatoes – Un succulent plat de pâtes au homard et tomates cerises – Un suculento plato de pasta con bogavante y tomates cherry – Um suculento prato de massa com lagosta e tomate cereja – Ein saftiges Nudelgericht mit Hummer und Kirschtomaten – Món mì ống mọng nước với tôm hùm và cà chua bi – 多汁的意大利面配龙虾和樱桃番茄 – ロブスターとチェリートマトのジューシーなパスタ料理

Margherita con bufala e pomodorini

Margherita con bufala e pomodorini

Margherita con bufala e pomodorini.
Una bella e buona pizza mangiata a Napoli. Un classico: mozzarella e pomodorini, fantastica.
A dire la verita’ oltre ai due gia’ menzionati ingredienti ce n’era un terzo (che ultimamente comincio ad apprezzare sulla pizza) che era il parmigiano.
Non era in una delle pizzerie famose in citta’ ma nella classica che uso frequentare di fronte al porto la trattoria Castel Nuovo.

Margherita con bufala e pomodorini

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

La mozzarella di bufala campana è un prodotto caseario dell’Italia Meridionale, prodotto tradizionalmente in Campania, soprattutto nelle province di Caserta e Salerno. La produzione di questo formaggio tipico si svolge anche in altre parti della Campania nonché nel Lazio meridionale, nell’alta Puglia e nel comune di Venafro in Molise.
Il termine mozzarella deriva dal nome dell’operazione di mozzatura compiuta per separare l’impasto in singoli pezzi. È spesso definita regina della cucina mediterranea, ma anche oro bianco o perla della tavola, in ossequio alle pregiate qualità alimentari e gustative del prodotto.

Un piatto di pasta, i tubini, al sugo di pesce

Tubini al sugo di pesce

Un piatto di pasta, i tubini, al sugo di pesce.
Un bel e buon piatto di pasta condita con sugo di pesce spada e pomodorini.
Semplice ma veramente molto gustoso.

Conosci la ricetta di questo sugo o mi vuoi spiegari come lo prepari tu? Lascia un commento cliccando qui.

Tubini al sugo di pesce

Foto scattata con Honor 10.

Le carni sono ottime e impiegate in vari modi, di solito commerciate fresche o congelate ma anche inscatolate. Il pesce spada è un pregiato piatto tipico siciliano e calabrese, pescato e servito a Messina e provincia, ad esempio Taormina, Milazzo, Sant’Agata di Militello, Roccalumera, Barcellona e Reggio Calabria e sua provincia soprattutto nei borghi di Villa San Giovanni, Palmi, Scilla e Bagnara Calabra diventandone caratteristica gastronomica delle località nota come pesce spada alla ghiotta.
Continua ed approfondisci su Wikipedia

A plate of pasta, the tubini, with fish sauce – Une assiette de pâtes, les tubini, avec sauce de poisson – Un plato de pasta, el tubini, con salsa de pescado – Um prato de massa, o tubini, com molho de peixe – Ein Teller Nudeln, die Tubini, mit Fischsauce – Một đĩa mì ống tubini với nước mắm – 一盘意大利面,tubini,配鱼露 – 魚醤を添えたパスタ、トゥビーニのプレート

La mozzarella mangiata a Napoli

La mozzarella a Napoli

La mozzarella mangiata a Napoli.
Come si fa a visitare la citta’ Partenopea e non ordinare una bella mozzarella (o una pizza)?
E anch’io ovviamente non sono da meno. Mozzarella, pomodorini, taralli e basilico.
La foto forse non rende bene quanto era buona… fidatevi!

Se hai domande oppure se vuoi farmi sapere la tua opinione su questo articolo lascia un commento cliccando qui.

La mozzarella a Napoli

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

Le origini della mozzarella si perdono nel tempo e gli autori non sono d’accordo sull’epoca in cui fu inventato questo latticinio (più comunemente, ma meno correttamente, detto latticino); certamente esso ha una lunga storia. La mozzarella, a causa della necessità di essere consumata freschissima, sino all’avvento delle ferrovie era prodotta in piccole quantità ed era consumata esclusivamente nei pressi dei luoghi di produzione.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Invece qui vi rimando ad altre foto che ho scattato per la citta’:
foto gallery

×