Il monumento ai caduti a Sesta Godano

Il monumento ai caduti a Sesta Godano

Il monumento ai caduti a Sesta Godano.
Ne centro della cittadina di Sesta Godano si erge questo bel monumento ai caduti della Prima Grande Guerra eretto nel maggio 1927.
Il soldato scolpito è, come è facile intuire, un alpino!

Conosci il borgo di Sesta Godano e questo scorcio? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Il monumento ai caduti a Sesta Godano

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 11-22.

Per vedere tutte le foto che ho scattato a Sesta Godano, clicca qui:

Questo, se vi interessa, il bel sito del Consorzio Val di Vara.

Ecco dove si trova il monumento:

Il monumento ai caduti di Sesta Godano (SP) è sito nei pressi del Palazzo comunale, al centro di un’aiuola che funge da rotonda di un incrocio. Interamente in marmo bianco, è costituito da una scultura, raffigurante un alpino, sopra un piedistallo il cui basamento è rialzato su tre gradini.
Continua e approfondisci su beniculturali.it

The war memorial in Sesta Godano – Le monument aux morts de Sesta Godano – El monumento a los caídos en Sesta Godano – O memorial de guerra em Sesta Godano – Das Kriegerdenkmal in Sesta Godano – Đài tưởng niệm chiến tranh ở Sesta Godano – 塞斯塔戈达诺的战争纪念碑 – セスタ・ゴダーノの戦争記念碑

La lapide all’esterno della chiesa di San Bernardo

La lapide all'esterno della chiesa di San Bernardo a Sestri Levante

La lapide all’esterno della chiesa di San Bernardo a Sestri Levante.
Sulla facciata della piccola chiesetta della frazione di San bernard, sulle alture di Sestri Levante, c’è questa lapide che recita:

D.O.M
IL POPOLO CHE PREGA
IL PATRONO
DELLA SUA CHIESA
MIO PADRE E GRAN DOTTORE
DI NOSTRA SANTA CHIESA
BERNARDO SII DIFESA

PRESENTA AL MIO SIGNORE
QUESTA NOSTRA PREGHIERA
DOVUTA TUTTA INTERA
IN NOME DEL PASTORE
1891

A dire la verità non riesco a capire bene chi era Bernardo e non capisco (perchè non riesco a leggerlo bene dalla foto) quel SII dopo il nome.
Se qualcuno mi può aiutare, benvenga! Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

La lapide all'esterno della chiesa di San Bernardo a Sestri Levante

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron 16-300.

Dove si trova la chiesa (e la lapide):

The plaque outside the church of San Bernardo in Sestri Levante – La plaque à l’extérieur de l’église de San Bernardo à Sestri Levante – La placa en el exterior de la iglesia de San Bernardo en Sestri Levante – A placa fora da igreja de San Bernardo em Sestri Levante – Die Gedenktafel vor der Kirche San Bernardo in Sestri Levante – Tấm biển bên ngoài nhà thờ San Bernardo ở Sestri Levante – 塞斯特里莱万特圣贝尔纳多教堂外的匾额 – セストリ レバンテのサン ベルナルド教会の外にある銘板

Un vicoletto di San Rocco di Camogli in Liguria

Un vicoletto di San Rocco di Camogli in Liguria

Un vicoletto di San Rocco di Camogli in Liguria.
Un classico vicoletto di un borgo ligure (forse la si potrebbe chiamare creuza, in genovese, visto che scende fino al mare) che dalla piccola chiesa dedicata al santo porta fino alla cittadina di Camogli.
Un bel sentiero che in un’altra occasion ho percorso in salita facendo parte del sentiero che arriva fino a San Fruttuoso e Portofino.

Sei mai stato a San Rocco? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Un vicoletto di San Rocco di Camogli in Liguria

Foto scattata con macchina Canon EOS RP e lente Tamron 16-300.

Ecco dove si trova il vicolo:

Proprio dall’edificio di culto dipartono due sentieri pedonali: il primo permette di raggiungere il centro camogliese affiancandosi ad un determinato tratto al torrente Gentile; il secondo, a lato della chiesa, congiunge il borgo di San Rocco alla sottostante e antica chiesa di San Nicolò di Capodimonte e ancora, proseguendo lungo il sentiero boschivo, fino alla scogliera di Punta Chiappa e al piccolo borgo di Porto Pidocchio. Dalla frazione camogliese è notevole la vista panoramica sul Golfo Paradiso, sulla città di Genova e della sua costa.
Continua e approfondisci su Wikipedia

An alleyway in San Rocco di Camogli in Liguria – Une ruelle à San Rocco di Camogli en Ligurie – Un callejón en San Rocco di Camogli en Liguria – Um beco em San Rocco di Camogli, na Ligúria – Eine Gasse in San Rocco di Camogli in Ligurien – Một con hẻm ở San Rocco di Camogli ở Liguria – 利古里亚圣罗科迪卡莫利的一条小巷 – リグーリア州サン・ロッコ・ディ・カモーリの路地

La Chiesa di Santa Engrácia a Lisbona dalla nave

La Chiesa di Santa Engrácia a Lisbona dalla nave

La Chiesa di Santa Engrácia a Lisbona dalla nave.
Spesso, quando sono in nave e quando il porto è particolarmente vicino al centro, mi piace salire sui ponti più alti e fotografare i monumenti o gli edifici da una prospettiva insolita (che forse solo con un drone di può avere).
Come in questo caso, la mia nave era a Lisbona ed ho scattato diverse foto che piano piano inserisco.
Questa è una delle chiese maggiori della città portoghese, eletta a Pantheon per la sua imponenza e per il fatto che si riesce a vedere da quasi ogni angolo della città.

Sei mai stato a Lisbona? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Foto scattate con macchina Canon EOS RP e lente Tamron 16-300.

Per vedere tutte della partenza, con la nave, da Lisbona clicca qui:
foto gallery

Se vuoi approfondire ti invito visitare il sito ufficiale: visitlisboa.com.

Ecco dove si trova la chiesa:

La chiesa di Santa Engrácia è una chiesa del XVII secolo situata a Lisbona, la capitale del Portogallo. Convertita nel Pantheon Nazionale (Panteão Nacional in portoghese) nel 1916, è famosa per la sua imponente cupola, che si può vedere fino alla periferia est della città.
Continua e approfondisci su Wikipedia

The Church of Santa Engrácia also called the pantheon of Lisbon from the ship – L’église de Santa Engrácia appelée aussi le panthéon de Lisbonne depuis le navire – La Iglesia de Santa Engrácia también llamada panteón de Lisboa desde el barco – A Igreja de Santa Engrácia também chamou o panteão de Lisboa do navio – Die Kirche Santa Engrácia wird vom Schiff aus auch das Pantheon von Lissabon genannt – Nhà thờ Santa Engrácia còn được gọi là đền thờ của Lisbon từ con tàu – 圣恩格拉西亚教堂 (Church of Santa Engrácia) 也从船上称为里斯本万神殿 – 船からはリスボンのパンテオンとも呼ばれるサンタ・エングラシア教会

La vista della città di Brescia dal Castello

La vista della città di Brescia dal Castello

La vista della città di Brescia dal Castello.
Uno dei luoghi da visitare a Brescia è il suo splendido castello che domina tutta la città.
Come potete vedere dalla foto si vede proprio tutto!

Hai mai visitato Brescia? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

La vista della città di Brescia dal Castello

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 11-22.

Per vedere tutte le foto che ho scattato al Castello di Brescia clicca qui:

Il castello di Brescia (denominato il Falcone d’Italia) è una fortezza sorta a partire dall’epoca medievale e arroccata sul colle Cidneo, a ridosso del centro storico della città di Brescia.
Continua e approfondisci su Wikipedia

Ecco dove più o meno si trova il punto in cui ho scattato:

The view of the city of Brescia from the Castle – La vue sur la ville de Brescia depuis le Château – La vista de la ciudad de Brescia desde el Castillo. – A vista da cidade de Brescia desde o Castelo – Der Blick auf die Stadt Brescia vom Schloss aus – Quang cảnh thành phố Brescia từ Lâu đài – 从城堡俯瞰布雷西亚市 – ブレシア城からの眺め

Le frittelle con la crema alla vaniglia, la ricetta

Le frittelle con la crema alla vaniglia, la ricetta

Le frittelle con la crema alla vaniglia, la ricetta.
Un piatto gustosissimo (e molto calorico) che, con un po’ di preparazione, farà sicuramente piacere a tutti i commensali.

Ingredienti

Per la crema:
– 500 ml di latte intero;
– 1 baccello di vaniglia (o 1 cucchiaino di estratto di vaniglia);
– 4 tuorli d’uovo;
– 150 g di zucchero;
– 50 g di farina;
– 30 g di burro.

Per le frittelle:
– 250 g di farina;
– 1 bustina di lievito per dolci;
– 1 pizzico di sale;
– 2 cucchiai di zucchero;
– 2 uova;
– 250 ml di latte;
– 1 cucchiaino di estratto di vaniglia;
– Olio per friggere;
– Zucchero a velo per spolverare (opzionale).

Preparazione

Per la crema:
In una pentola, riscalda il latte insieme ai semi estratti dal baccello di vaniglia (o aggiungi l’estratto di vaniglia). Porta il latte a ebollizione, poi spegni il fuoco e lascia riposare per alcuni minuti.
In una ciotola, sbatti i tuorli d’uovo con lo zucchero fino a ottenere un composto cremoso.
Aggiungi la farina al composto di tuorli d’uovo e mescola bene.
Versa il latte caldo a filo sul composto di uova e farina, mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi.
Trasferisci il composto nella pentola e cuoci a fuoco medio-basso, mescolando costantemente con una frusta fino a quando la crema si addensa.
Quando la crema ha raggiunto la consistenza desiderata, aggiungi il burro e mescola fino a quando è completamente incorporato.
Rimuovi la crema dalla pentola e trasferiscila in una ciotola. Copri la superficie della crema con pellicola trasparente (a contatto con la crema) per evitare la formazione di una crosta. Lascia raffreddare.

Per le frittelle:
In una ciotola, mescola la farina, il lievito, il sale e lo zucchero.
In un’altra ciotola, sbatti le uova e aggiungi il latte e l’estratto di vaniglia. Mescola bene.
Versa gradualmente la miscela liquida nella miscela di ingredienti secchi, mescolando continuamente per evitare grumi.
Riscalda l’olio in una padella fonda a fuoco medio. Più olio c’è e più saranno tonde (con poco saranno molto basse). Assicurati che l’olio sia ben caldo ma non fumante.
Utilizza un cucchiaio o un mestolo per versare porzioni di impasto nella padella, formando delle frittelle rotonde. Puoi modellare leggermente l’impasto con il dorso del cucchiaio per renderle più uniformi.
Cuoci le frittelle fino a quando sono dorati su entrambi i lati, girandole con una spatola.
Scolale su carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.

A questo punto puoi versare abbondantemente la crema sulle frittelle e servirle ancora calde!

Ti piacciono? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Foto scattate con Honor 20.

Pancakes with vanilla cream, the recipe – Crêpes à la crème vanille, la recette – Tortitas con crema de vainilla, la receta – Panquecas com creme de baunilha, a receita – Pfannkuchen mit Vanillecreme, das Rezept – Bánh kếp với kem vani, công thức – 香草奶油煎饼,食谱 – バニラクリームのパンケーキ、レシピ

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.