Kebab: non il mio cibo ideale

Kebab shawarma

Kebab: non il mio cibo ideale

Kebab: non il mio cibo ideale.
Mio figlio mi ha chiesto di scrivergli qualcosa su un piatto che ha mangiato recentemente in Malesia: il kebab.
Per quanto ne so, è una mezza porcheria… è un po’ come l’hamburger, dentro ci puoi mettere di tutto.
Il vero kebab (kebab vuol dire spiedo) nasce in Turchia e in altri paesi musulmani limitrofi; consiste in strati di carne di montone sovrapposti e alternati con grasso sempre di montone.
Per tagliarlo si usa un coltello largo e lungo che taglia rifilando la carne più vicina al fuoco e che viene raccolta con una apposita paletta.
La carne cotta viene avvolta in un pane azimo e servita con aggiunta di salsa piccante.
Dalla Turchia questo piatto è passato alla Grecia che ne ha fatto un piatto per turisti o marittimi come mio figlio appunto…
In Grecia, però, invece del montone, usano carni di maiale o pollo perché meno cari, avvolte in questo pane assieme a patate fritte, insalata e pomodori mescolati a salsa di bassissima qualità… In Grecia il piatto si chiama Ghyros.
Dalla Grecia poi il piatto è passato da noi… e c’è gente che lo compra…

Non molto tempo fa ci sono stati qui da noi diversi articoli per una specie di mafia che è proprietaria di queste piccole strutture dove si diceva fosse servita carne di bassissima qualità e ci fossero problemi di sanità e altro…
Questo è tutto quello che so.
Un consiglio che do io a mio figlio: non mangiare questo cibo se puoi!

Eccovi la foto che mi ha mandato:

Kebab shawarma

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Lo shawarma, (in arabo: شاورما‎, a sua volta dal turco çevirme), è una pietanza di carne mediorientale. Sebbene la parola derivi dal turco çevirme, ossia «che gira», in Turchia questa preparazione è chiamata döner kebabı; in Grecia è detta γύρος gyros, e in quest’ultimo caso è principalmente di maiale, animale escluso dal consumo alimentare per le popolazioni di religione islamica.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Sospeso, quasi, nel vuoto (foto)

Sospeso, quasi, nel vuoto

Questo pavimento del locale 360 di Istambul è per persone che non soffrono di vertigini!!!
Guardare per credere:

piede nel vuoto

Alba in Izmir (foto)

Alba in Izmir

Alba in Izmir

Alba in Izmir. Mi alzo sempre all’alba… Almeno lasciatemi condividere quello che vedo!
Qui siamo in Turchia,a Izmir (o come si chiamerebbe in realtà Smirne).

Alba in Izmir

Foto scattata con iPhone 6.

Smirne (in turco İzmir; in greco moderno Σμύρνη, Smýrni; in greco antico: Σμύρνη, Smýrne or Σμύρνα, Smýrna) è una città di 4.113.072 di abitanti della Turchia centro-occidentale, la terza del paese per numero di abitanti dopo Istanbul e Ankara, capoluogo della provincia omonima. È anche un grande ed efficiente porto situato sull’omonimo golfo, nel Mar Egeo. Konak costituisce il centro storico della città.
Continua su Wikipedia.

Dove si trova Izmir:

Muscoli sulla strada

Sinceramente credevo che avrei visto per la prima volta dei venditori ambulanti di muscoli in Puglia ma ieri sera ad Istambul, nel quartiere di Taxidis, c’è n’era uno ogni dieci metri…

Istambul, tra presente e passato

La città turca di Istambul è un crogiolo di tempi (oltre che di tutto quello che può rappresentare la razza umana). Moschee e minareti cedono il passo a palazzoni moderni che a loro volta vengono interrotti da torri antiche. Che spettacolo.

Piattino di pollo

Pollo e riso

Un piattino di pollo alla griglia con contorno di riso e purea di patate. La foto è stata scattata dalla mia Alina mentre era in aeroporto a Istambul in Turchia.