Zuppa di carne e frutti di mare

Zuppa di carne e frutti di mare

Zuppa di carne e frutti di mare.
Una delle cose che mi ha più stupito in Vietnam è stato il cibo: da mangiare e fotografare.
Questo piatto, ad esempio, è una zuppa di noodles con carne macinata e frutti di mare. Molto ricca come potete vedere anche voi e molto saporita.
Non poteva mancare poi, come guarnizione e gusto, il peperoncino (verde) in cima.
Assolutamente da provare se viaggiate in Vietnam!

Zuppa di carne e frutti di mare

Zuppa di carne e frutti di mare

Zuppa di carne e frutti di mare

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

La cucina vietnamita cerca di combinare fragranze, sapori e colori, basandosi sulla filosofia dei cinque elementi. Molti piatti hanno in sè i 5 sapori fondamentali(ngũ vị): piccante (metallo), aspro (legno), amaro (fuoco), salato (acqua) e dolce (terra), che corrispondono ai cinque organi (ngũ tạng): cistifellea, intestino tenue, intestino crasso, stomaco e vescica urinaria.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Meat and seafood soup.
One of the things that surprised me most in Vietnam was food: food and photography.
This dish, for example, is a noodle soup with minced meat and seafood. Very rich as you can see it too and very tasty.
Then, as a garnish and taste, the chili pepper (green) on top could not be missing.

Il sugo di polpo, la ricetta

Il sugo di polpo

Il sugo di polpo, la ricetta.
Qualche giorno fa mio figlio si è preparato un piatto di pasta condito con questo sugo e subito mi sono venute in mente un paio di idee e di ricordi.
E’ un bellissimo piatto e anche molto buono. Lo faceva il nonno Mario, che cucinava benissimo il pesce.
Poi, con un polpo di meno di un kilo, mangiava tutta la famiglia (di sette o otto persone).
La cosa bella è che lui sapeva che il polpo è stanziale per cui, quando ne aveva bisogno, andava a prenderlo vivo e sapeva sempre dove trovarne uno.
Il sugo è molto facile da preparare; servono olio evo, sale, cipolla, passata di pomodoro (o pomodori freschi a seconda dei vostri gusti e capacità) e il polpo (fresco o surgelato che sia)
L’ideale sarebbe scottare il polpo leggermente in poca acqua, poi tagliarlo in piccoli pezzi da fare cuocere nella salsa di pomodoro.
L’importante è la pelle che è poi quella che fa buono il piatto!
Si fa un po’ di soffritto con l’olio e la cipolla, sia aggiunge il pomodoro e il polpo. Aggiustiamo di sale e lasciamo cuocere per una quarantina di minuti.
Se la salsa diventa troppo densa potete usare l’acqua della prima cottura per bagnare la salsa.

Et voilà il sugo è pronto fotografato da Luca:

Il sugo di polpo

Il sugo di polpo

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

[ENG] The octopus sauce, the recipe.
A few days ago my son prepared a plate of pasta seasoned with this sauce and immediately a couple of ideas and memories came to mind.
It is a beautiful dish and also very good. Grandpa Mario did it, he cooked fish very well.
Then, with an octopus of less than a kilo, he ate the whole family (of seven or eight people).
The nice thing is that he knew that the octopus is sedentary so, when he needed it, he went to get it alive and always knew where to find one.
The sauce is very easy to prepare; serve extra virgin olive oil, salt, onion, tomato puree (or fresh tomatoes according to your tastes and capacities) and octopus (fresh or frozen)
The ideal would be to scald the octopus lightly in a little water, then cut it into small pieces to cook in the tomato sauce.
The important thing is the skin which is the one that makes the dish good!
It is done a little sautéed with oil and onion, both adds tomato and octopus. Add salt and cook for forty minutes.
If the sauce becomes too thick you can use the water from the first cooking to wet the sauce.

Pizza Margheta da Di Matteo

Pizza Margheta da Di Matteo

Pizza Margheta da Di Matteo.
Una splendida pizza mangiata in quel di Napoli mette sempre l’anima in pace.
Continua la mia carrellata delle pizzerie piu’ famose della citta’ partenopea; questa e’ la pizza della famosa pizzeria Di Matteo sempre in via dei Tribunali (recensione di TripAdvisor).
Confermo che e’ tra le migliori che ho gustato fino ad adesso ed in piu’, nel locale, si possono gustare anche altre prel;ibatezze della cucina napoletana.

Pizza Margheta da Di Matteo

Pizza Margheta da Di Matteo

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

La pizza napoletana, dalla pasta morbida e sottile, ma dai bordi alti, è la versione della pizza tonda preparata nella città di Napoli. Essa è intesa, su scala mondiale, come la pizza italiana per antonomasia. Dal 5 febbraio 2010 è ufficialmente riconosciuta come Specialità tradizionale garantita dell’Unione Europea e nel 2017 l’arte del pizzaiolo napoletano, di cui la pizza napoletana è prodotto tangibile, è stata dichiarata dall’UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Pizza Margheta from Di Matteo.
A splendid pizza eaten in that of Naples always puts the soul in peace.
Continue my tour of the most famous pizzerias in the city of Naples; this is the pizza of the famous pizzeria Di Matteo always in via dei Tribunali (review by TripAdvisor).
I confirm that it is among the best that I have tasted so far and in addition, in the restaurant, you can also enjoy other dishes of the Neapolitan cuisine.

Pizza da Michele a Napoli

Pizza da Michele a Napoli

Pizza da Michele a Napoli.
Cosa dire in piu’ rispetto alle foto? Una delle migliori pizze di Napoli e forse del mondo.
Gli esperti l’avranno gia riconosciuta: e’ dell’Antica pizzeria da Michele una istituzione.
Il classico menu’: margherita oppure marinara, entrambe buonissime!

Pizza da Michele a Napoli

Pizza da Michele a Napoli

Pizza da Michele a Napoli

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-S10.

La pizza napoletana, dalla pasta morbida e sottile, ma dai bordi alti, è la versione della pizza tonda preparata nella città di Napoli. Essa è intesa, su scala mondiale, come la pizza italiana per antonomasia. Dal 5 febbraio 2010 è ufficialmente riconosciuta come Specialità tradizionale garantita dell’Unione Europea e nel 2017 l’arte del pizzaiolo napoletano, di cui la pizza napoletana è prodotto tangibile, è stata dichiarata dall’UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Pizza da Michele in Naples.
What to say more than the photos? One of the best pizzas in Naples and perhaps in the world.
Experts will have already recognized it: it is an institution of the Antica pizzeria da Michele.
The classic menu: margherita or marinara, both delicious!

La vela di Pomodoro a Sestri Levante

La vela di Pomodoro a Sestri Levante

La vela di Pomodoro a Sestri Levante.
Uno degli angoli piu’ belli non relativi al mare della mia Sestri e’ piazza Bo. Al centro della piazzetta, c’e’ la famosa statua della vela dell’artista di Pesaro.
Questa volta la foto e’ stata scattata con l’effetto miniature ovvero sfocando diverse parti della foto e lasciando a fuoco solo il soggetto desiderato.

La vela di Pomodoro a Sestri Levante

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Giò Pomodoro, all’anagrafe Giorgio Pomodoro (Orciano di Pesaro, 17 novembre 1930 – Milano, 21 dicembre 2002), è stato uno scultore, orafo, incisore e scenografo italiano. Viene considerato uno fra i più importanti scultori astratti del panorama internazionale del XX secolo.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Pomodoro sailing in Sestri Levante.
One of the most beautiful corners not related to the sea of ​​my Sestri is piazza Bo. At the center of the small square, there is the famous statue of the sail by the Pesaro artist.
This time the photo was taken with the thumbnail effect or blurring different parts of the photo and leaving only the desired subject in focus.

Pizza di Bellillo a Napoli

Pizza di Bellillo a Napoli

Pizza di Bellillo a Napoli.
Lo so: tutti penserete che ho poca fantasia nel fotografare… Che cosa ci posso fare pero’ se il mio viaggiare mi porta ogni lunedi’ a Napoli?
Ovvio che magari non tutte le settimane (ma quasi) mi esco a mangiare una pizza originale.
Questa, per esempio, l’ho gustata da Bellillo e la pizza era una Margherita con Bufala DOP (pomodoro biologico, mozzarella di bufala campana DOP (Caseificio Pagliuca), parmigiano reggiano (24 mesi stagionato), Olio EVO Ancino verde (Uliveti Castel San Martino) e basilico).
Era proprio buonaissima.

Pizza di Bellillo a Napoli

Pizza di Bellillo a Napoli

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

La pizza napoletana, dalla pasta morbida e sottile, ma dai bordi alti, è la versione della pizza tonda preparata nella città di Napoli. Essa è intesa, su scala mondiale, come la pizza italiana per antonomasia. Dal 5 febbraio 2010 è ufficialmente riconosciuta come Specialità tradizionale garantita dell’Unione Europea e nel 2017 l’arte del pizzaiolo napoletano, di cui la pizza napoletana è prodotto tangibile, è stata dichiarata dall’UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Bellillo’s Pizza in Naples.
I know: you will all think that I have little imagination in photographing … What can I do if my travel takes me every Monday to Naples?
Obviously, maybe not every week (but almost) I go out to eat an original pizza.
This, for example, was enjoyed by Bellillo and the pizza was a Margherita with Bufala DOP (organic tomato, buffalo mozzarella DOP (Caseificio Pagliuca), parmigiano reggiano (24 months seasoned), Olio EVO Ancino verde (Uliveti Castel San Martino) and basil).
It was really very good.