La statua del Danubio nella Fontana dei Fiumi

La statua del Danubio nella Fontana dei Quattro Fiumi a Roma

La statua del Danubio nella Fontana dei Quattro Fiumi a Roma.
La Fontana dei Quattro Fiuni (o solo la Fontana dei Fiumi) è uno dei monumenti più famosi di Roma. Probabilmente dopo la fontana di Trevi è la più fotografata.
Oltre all’obelisco centrale, è famosa per le quattro statue che rappresentano i quattro fiumi dei continenti (conosciuti al tempo): il Rio de la Plata, il Gange, il Niloed il Danubio.
In questo post la foto è del Danubio, il fiume più lungo d’Europa.

Conosci Roma ed i suoi monumenti? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

La statua del Danubio nella Fontana dei Quattro Fiumi a Roma

Foto scattata con macchina Canon EOS RP e lente Canon RF 24-50.

Clicca qui per vedere tutte le foto di Roma:
foto gallery

Ecco dove si trova la fontana:

I giganti del Bernini si muovono in gesti pieni di vita e con un’incontenibile esuberanza espressiva. Il Danubio indica uno dei due stemmi dei Pamphili presenti sul monumento come a rappresentare l’autorità religiosa del pontefice sul mondo intero.
Continua e approfondisci su Wikipedia

The Danube statue in the Fountain of the Four Rivers in Rome – La statue du Danube dans la Fontaine des Quatre Fleuves à Rome – La estatua del Danubio en la Fuente de los Cuatro Ríos en Roma – A estátua do Danúbio na Fonte dos Quatro Rios em Roma – Die Donaustatue im Vierströmebrunnen in Rom – Bức tượng Danube ở Đài phun nước Bốn con sông ở Rome – 罗马四河喷泉中的多瑙河雕像 – ローマの四大河の噴水にあるドナウ川の像

La maestosa Fontana dei Quattro Fiumi e il suo obelisco

La maestosa Fontana dei Quattro Fiumi e il suo enigmatico obelisco

La maestosa Fontana dei Quattro Fiumi e il suo enigmatico obelisco.
Nella maestosa piazza Navona, nel cuore di Roma, sorge una delle meraviglie più iconiche della città eterna: la Fontana dei Quattro Fiumi. Questo capolavoro artistico, ideato da Gian Lorenzo Bernini nel XVII secolo, è un vero e proprio simbolo di bellezza, storia e ingegno artistico.
La fontana, situata al centro della piazza, è una delle espressioni più grandiose del barocco italiano. Rappresenta quattro dei fiumi più importanti del mondo all’epoca, ciascuno personificato da una statua colossale: il Nilo, il Gange, il Danubio e il Rio della Plata. Queste imponenti figure sembrano emergere dalle acque, abbracciando un obelisco egizio alto ben 16 metri, coronato dalla colomba, simbolo della famiglia del Papa Innocenzo X, che commissionò la fontana.
Ogni statua rappresenta un fiume proveniente da una parte diversa del mondo, e Bernini ha catturato in maniera magistrale l’essenza di ciascuno. Il Nilo, ad esempio, ha il volto coperto da un drappo, poiché all’epoca la sorgente del Nilo era ancora un mistero. Il Gange regge una vescica d’acqua e una pagoda, mentre il Danubio tiene un medaglione rappresentante Sant’Agnese in mano, a simboleggiare la Chiesa di Roma. Infine, il Rio della Plata è coperto da una mantella, a simboleggiare il fatto che l’America del Sud era allora poco conosciuta dagli europei.
L’obelisco egizio che sovrasta la fontana è un vero tesoro storico. Originariamente eretto nella città di Eliopoli in Egitto nel 6 a.C., fu portato a Roma nel 37 d.C. per essere eretto in circo Massenzio, dove rimase per secoli. Nel 1651, il Papa Innocenzo X decise di collocarlo nella piazza Navona, e Bernini progettò la maestosa fontana per adornarlo.
L’obelisco è coperto di geroglifici che raccontano la storia del faraone Domiziano. Al culmine, c’è una colomba con un ramo d’ulivo, un simbolo di pace e uno dei tanti dettagli sorprendenti che arricchiscono la Fontana dei Quattro Fiumi.

Oggi, la fontana e l’obelisco rimangono uno dei principali punti di riferimento di Roma. La loro bellezza e l’energia che emanano sono testimoni di secoli di storia, arte e cultura. Questi monumenti non solo celebrano la grandezza della città eterna, ma ci ricordano l’importanza di preservare il patrimonio culturale dell’umanità per le generazioni future.
Conosci Roma ed i suoi monumenti? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

La maestosa Fontana dei Quattro Fiumi e il suo enigmatico obelisco

Clicca qui per vedere tutte le foto di Roma:
foto gallery

Ecco dove si trova la fontana:

La Fontana dei Quattro Fiumi, o anche solo Fontana dei Fiumi, è una fontana artistica di Roma posta al centro di piazza Navona, davanti alla chiesa di Sant’Agnese in Agone, progettata dallo scultore e architetto Gian Lorenzo Bernini e realizzata da un gruppo di scultori, tra cui figurano Giovan Maria Franchi, Giacomo Antonio Fancelli, Claude Poussin, Antonio Raggi e Francesco Baratta, tra il 1648 e il 1651.
Continua e approfondisci su Wikipedia

The majestic Fountain of the Four Rivers and its enigmatic obelisk – La majestueuse Fontaine des Quatre Fleuves et son énigmatique obélisque – La majestuosa Fuente de los Cuatro Ríos y su enigmático obelisco – A majestosa Fonte dos Quatro Rios e seu enigmático obelisco – Der majestätische Vierströmebrunnen und sein rätselhafter Obelisk – Đài phun nước Four Rivers hùng vĩ và đài tưởng niệm bí ẩn của nó – 雄伟的四河喷泉及其神秘的方尖碑 – 四大河の雄大な噴水と謎のオベリスク

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.

Il Colosseo: un iconico simbolo di Roma Antica

Il Colosseo: un iconico simbolo di Roma Antica

Il Colosseo: un iconico simbolo di Roma Antica.
Il Colosseo, noto anche come l’Anfiteatro Flavio, è uno dei monumenti più iconici e riconoscibili al mondo. Situato nel cuore di Roma, Italia, questo imponente anfiteatro ha una storia affascinante e una bellezza senza tempo che attira visitatori da tutto il mondo. In questo articolo, esploreremo la storia, l’architettura e l’importanza culturale del Colosseo.
Il Colosseo fu costruito durante il periodo dell’Impero Romano ed è uno dei più grandi anfiteatri mai costruiti. La sua costruzione ebbe inizio nel 70-72 d.C. sotto l’imperatore Vespasiano della dinastia Flavia e fu completata nel 80 d.C. sotto suo figlio, l’imperatore Tito. Questo grandioso anfiteatro poteva ospitare fino a 80.000 spettatori ed era utilizzato per una varietà di eventi pubblici, tra cui giochi gladiatori, rappresentazioni teatrali, battaglie navali simulate e altri spettacoli.
La sua storia travagliata comprende incendi, terremoti e saccheggi, ma il Colosseo ha resistito al passare dei secoli ed è rimasto in piedi, testimone delle epoche e delle trasformazioni della città di Roma. Nel Medioevo, fu utilizzato come cava di pietra per la costruzione di altri edifici, ma oggi è un simbolo di grande importanza storica e culturale.
L’architettura del Colosseo è un esempio straordinario dell’ingegnosità romana. L’anfiteatro è principalmente costruito in pietra travertino, con una struttura ellittica che misura circa 189 metri di lunghezza, 156 metri di larghezza e raggiunge un’altezza di oltre 48 metri. La facciata esterna era ornata da colonne di ordine dorico, ionico e corinzio, che contribuivano a conferire al Colosseo una maestosa eleganza.
All’interno, le gradinate erano suddivise in diverse sezioni riservate a varie classi sociali. La parte centrale era riservata all’élite romana, mentre le classi inferiori occupavano le sezioni più alte. La parte centrale dell’arena ospitava le spettacolari rappresentazioni di gladiatori, le battaglie tra fiere e altri spettacoli. L’arena era in realtà una piattaforma di legno coperta da sabbia, che poteva essere sollevata per rivelare le celle sotterranee dove gladiatori e animali venivano preparati per le esibizioni.
Il Colosseo è un simbolo dell’ingegnosità architettonica romana e dell’importanza dei giochi e dell’intrattenimento nella società romana. È anche un importante sito storico e turistico che attrae milioni di visitatori da tutto il mondo ogni anno. Nel 1980, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO ed è stato incluso tra le Nuove Sette Meraviglie del Mondo nel 2007.
Oltre alla sua importanza storica, il Colosseo è un luogo di profondo significato culturale ed emozionale per il popolo italiano. È un simbolo dell’orgoglio nazionale e dell’antica grandezza di Roma.

In conclusione, il Colosseo rimane un’icona di Roma antica, un monumento straordinario che racconta la storia dell’Impero Romano e della sua eredità culturale. La sua magnificenza e la sua storia affascinante lo rendono un luogo imperdibile per chiunque visiti la Città Eterna.
Conosci Roma ed i suoi monumenti? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Il Colosseo: un iconico simbolo di Roma Antica

Foto scattata con Honor 20.

Clicca qui per vedere tutte le foto di Roma:
foto gallery

Ecco dove si trova il Colosseo:

Il Colosseo, originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio o semplicemente come Amphitheatrum, è il più grande anfiteatro del mondo, situato nel centro della città di Roma. In grado di contenere un numero di spettatori stimato tra 50.000 e 75.000 unità, è il più importante anfiteatro romano, nonché il più imponente monumento dell’antica Roma che sia giunto fino a noi, conosciuto in tutto il mondo come simbolo della città di Roma e uno dei simboli d’Italia.
Continua e approfondisci su Wikipedia

The Colosseum: an iconic symbol of Ancient Rome – Le Colisée : un symbole emblématique de la Rome antique – El Coliseo: un símbolo icónico de la Antigua Roma – O Coliseu: um símbolo icônico da Roma Antiga – Das Kolosseum: ein ikonisches Symbol des antiken Roms – Đấu trường La Mã: biểu tượng mang tính biểu tượng của La Mã cổ đại – 罗马斗兽场:古罗马的标志性象征 – コロッセオ: 古代ローマの象徴的なシンボル

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.

Le Colonne del Palazzo di Adriano a Roma

Le maestose Colonne del Palazzo di Adriano a Roma

Le maestose Colonne del Palazzo di Adriano a Roma.
Benvenuti nel cuore di Roma, dove la storia prende vita tra le maestose colonne del Palazzo di Adriano. Questo antico edificio, un tempo residenza dell’imperatore romano Adriano, continua a stupire e affascinare i visitatori di tutto il mondo.
L’eleganza dell’architettura Romana: le colonne del Palazzo di Adriano rappresentano un esempio straordinario dell’arte e dell’architettura romana. La loro simmetria, la precisione geometrica e la grandezza evocano l’epoca dorata dell’Impero Romano.
Patrimonio dell’Umanità: Questo sito storico è stato riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, un tributo al suo inestimabile valore culturale e storico.
Il perfetto soggetto per le foto: se siete appassionati di fotografia, le Colonne del Palazzo di Adriano vi regaleranno scatti spettacolari. Ogni angolo offre un’opportunità per catturare la bellezza e la grandiosità dell’antica Roma.
Non perdete l’occasione di visitare questo straordinario sito storico nel cuore di Roma, che collega il passato al presente in una delle città più affascinanti del mondo. Un’esperienza da non dimenticare!

Conosci Roma ed i suoi monumenti? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Le maestose Colonne del Palazzo di Adriano a Roma

Foto scattata con macchina Canon EOS RP e lente Canon RF 24-50.

Il tempio di Adriano era un antico tempio romano sito nel Campo Marzio a Roma. Il tempio venne eretto in onore dell’imperatore Adriano, divinizzato dopo la sua morte. È probabile che il cantiere dell’edificio fosse stato già avviato sotto Adriano stesso per dedicarlo alla moglie Vibia Sabina, morta e divinizzata nel 136. A lavori forse appena iniziati, Adriano morì (138) e la vera e propria costruzione del tempio si deve al suo successore, Antonino Pio: l’edificio fu terminato intorno al 145.
Continua e approfondisci su Wikipedia

Ecco dove si trova questo monumento:

The majestic Columns of Hadrian’s Palace in Rome – Les majestueuses colonnes du palais d’Hadrien à Rome – Las majestuosas columnas del Palacio de Adriano en Roma – As majestosas colunas do Palácio de Adriano em Roma – Die majestätischen Säulen des Hadrianspalastes in Rom – Những cột hùng vĩ của Cung điện Hadrian ở Rome – 罗马哈德良宫雄伟的圆柱 – ローマのハドリアヌス宮殿の壮大な柱

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.

Piazza dell’Orologio da via dei Banchi Nuovi

Uno scorcio di Piazza dell'Orologio da via dei Banchi Nuovi a Roma

Uno scorcio di Piazza dell’Orologio da via dei Banchi Nuovi a Roma.
Perdersi nella città eterna è probabilmente la maniera più sopraffina per esplorare l’arte e la storia nascoste.
Ogni scorcio, ogni vicolo, ogni piazza… nasconde qualche capolavoro antico o antichissimo.
Qui ci troviamo nel quartiere Ponte chiamato così per la originaria presenza (poi esclusa), nei suoi confini, di Ponte Sant’Angelo.

Conosci Roma ed i suoi monumenti? Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Uno scorcio di Piazza dell'Orologio da via dei Banchi Nuovi a Roma

Foto scattata con macchina Canon EOS RP e lente Canon RF 24-50.

Clicca qui per vedere tutte le foto di Roma:
foto gallery

Ecco, quasi esattamente, dove ho scattato la foto:

Piazza dell’Orologio (in passato chiamata anche piazza dei Rigattieri e piazza di Monte Giordano) è una piazza situata tra via dei Banchi Nuovi e via del Governo Vecchio, e via di Monte Giordano a Roma nel rione Ponte. Il nome della piazza deriva dall’orologio posto sulla torre del convento dei Filippini, costruita da Francesco Borromini nel 1648, sotto il quadrante dell’orologio, è collocato un mosaico opera di Pietro da Cortona raffigurante la “Madonna della Vallicella”.
Continua e approfondisci su Wikipedia

Un vistazo a la plaza llamada dell’Orologio desde la calle Banchi Nuovi en Roma – Um vislumbre da praça chamada dell’Orologio da estrada Banchi Nuovi em Roma – Ein Blick auf den Platz namens dell’Orologio von der Straße Banchi Nuovi in ​​Rom aus – Một cái nhìn thoáng qua về quảng trường có tên dell’Orologio từ đường Banchi Nuovi ở Rome – 从罗马 Banchi Nuovi 路瞥见 dell’Orologio 广场 – ローマのバンキ・ヌオーヴィ通りからデッロロロージョと呼ばれる広場を垣間見る

La maestosa Cordonata Capitolina a Roma

La maestosa Cordonata Capitolina: un viaggio nel cuore di Roma

La maestosa Cordonata Capitolina: un viaggio nel cuore di Roma.
Nel cuore di Roma, tra le antiche rovine e le maestose opere d’arte, c’è un luogo che incanta e affascina con la sua bellezza senza tempo: la Cordonata Capitolina. Questa imponente scalinata, situata nella famosa Piazza del Campidoglio, è un’icona della storia romana e un simbolo della grandezza dell’Antica Roma.
La Cordonata Capitolina fu progettata dal celebre artista e architetto rinascimentale Michelangelo Buonarroti nel XVI secolo. L’obiettivo era creare una scalinata imponente che collegasse la Piazza del Campidoglio al Foro Romano, sottolineando così la grandezza del luogo e la connessione tra la Roma antica e quella moderna.
La scalinata è caratterizzata da una serie di gradini in marmo bianco, incorniciati da parapetti eleganti. Al centro di essa si erge una statua dell’Imperatore Marco Aurelio su un magnifico piedistallo. Questa statua equestre, una delle poche rimaste dell’epoca romana, rappresenta un’importante connessione con la storia imperiale di Roma.
Per chiunque visiti Roma, la Cordonata Capitolina è una tappa obbligata. Non solo offre l’opportunità di ammirare l’opera di un genio come Michelangelo, ma permette anche di immergersi nella storia millenaria di questa straordinaria città.
Camminare lungo questa scalinata è come fare un viaggio nel tempo, una passeggiata attraverso le epoche che hanno reso Roma la città leggendaria che è oggi. La Cordonata Capitolina è un tributo alla grandezza di Roma, un omaggio all’arte e all’architettura senza tempo, e un promemoria della sua storia straordinaria.

Quindi, quando visitate Roma, non perdete l’opportunità di scalare la Cordonata Capitolina e di ammirare la città eterna dalla sua vista più spettacolare. È un’esperienza che rimarrà impressa nella vostra memoria per sempre, un incontro con la magnificenza di Roma e la sua eterna bellezza.

Conosci Roma ed i suoi monumenti? Aggiungi un commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

La maestosa Cordonata Capitolina: un viaggio nel cuore di Roma

Foto scattata con macchina Canon EOS RP e lente Canon RF 24-50.

Clicca qui per vedere tutte le foto di Roma:
foto gallery

Fu progettata da Michelangelo Buonarroti nel XVI secolo su commissione di papa Paolo III, nell’ambito dei lavori di risistemazione del Campidoglio. La cordonata capitolina, di facile accesso e transito poiché pensata anche per il transito di uomini a cavallo, si allarga leggermente verso l’alto, dove sono poste le grandi statue dei Dioscuri, Castore e Polluce.
Continua e approfondisci su Wikipedia

Ecco dove si trova la scalinata:

The majestic Capitoline Cordonata: a journey into the heart of Rome – La majestueuse Cordonate Capitoline : un voyage au cœur de Rome – La majestuosa Cordonata Capitolina: un viaje al corazón de Roma – A majestosa Cordonata Capitolina: uma viagem ao coração de Roma – Die majestätische kapitolinische Cordonata: eine Reise ins Herz Roms – Capitoline Cordonata hùng vĩ: hành trình vào trung tâm Rome – 雄伟的卡皮托利欧科尔多纳塔:罗马市中心之旅 – 雄大なカピトリーノ コルドナータ: ローマ中心部への旅

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.