Caffe vietnamita

Caffe vietnamita

Caffe vietnamita

Caffe vietnamita.
Ho scoperto solo andando in questa nazione di quanto fosse antica la tradizione del caffè.
A dire la verità si stanno moltiplicando le grandi catene della caffetteria (non quelle famose in Europa e nel mondo ma molto nazionali) che aprono quasi ad ogni angolo di strada.
In qualche maniera ricorda quello napoletano poiché alla polvere di caffè si aggiunge acqua calda che per gravità fa gocciolare il caffè nella tazza.
Si aggiunge poi latte condensato (e credo anche un po’ di crema di uovo crudo, immagino il bianco dell’uovo) e tanto ghiaccio.
Molto dolce così perché senza il latte condensato sarebbe amarissimo.
Assolutamente da provare!
Questo l’ho fotografato in un bar, a Da Nang, che era “ambientato” nel Vietnam Del Nord al tempo della guerra contro l’America; e di fatti il bar si chiamava Cong (da Vietcong).

Caffe vietnamita

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Sia nella capitale Hanoi che nelle altre città del Paese, potrete trovare il caffè vietnamita ovunque, sia in strada – ci sono baracchini fissi e venditori itineranti – che nei ristoranti e nei bar.
Continua e approfondisci su laboratorioespresso.it.

[ENG] Vietnamese coffee.
I only discovered by going to this nation how ancient the coffee tradition was.
To tell the truth, the large chains of the cafeteria are multiplying (not those famous in Europe and in the world but very national) that open almost at every street corner.
In some ways it resembles the Neapolitan one because to the coffee powder hot water is added that by gravity makes the coffee drip into the cup.
Then add condensed milk (and I think a little cream of raw egg, I imagine the white of the egg) and lots of ice.
Very sweet this way because without condensed milk it would be very bitter.
A must try!
I photographed this in a bar, in Da Nang, which was “set” in North Vietnam at the time of the war against America; and in fact the bar was called Cong (from Vietcong).

Cima alla genovese (foto)

Cima alla genovese

Cima alla genovese

Finalmente sono riuscito a scattare una nuova foto ad uno dei piatti della cucina tipica genovese sotto le feste: la cima alla Genovese.

Ho trovato questo bel articolo su Giallozafferano.it se vi interessa la ricetta.

Cima alla genovese

Foto scattate con iPhone 6.

Ostriche fresche a Vigo

Ostriche fresche a Vigo

Ostriche fresche a Vigo

Ostriche fresche a Vigo
Le ostriche sono, nell’immaginario collettivo, il cibo afrodisiaco per eccellenza.
Queste sono le ostriche che si possono mangiare a Vigo, in Spagna.
La tradizione di questo posto (e di questa via in particolare) è quella che le ostriche, che si possono gustare nei ristorantini presenti, devono essere per forza acquistate dai banchi di queste signore che le preparano.

Nella foto, appunto, uno di questi banchi.

Ostriche fresche a Vigo

Foto scattata con macchina Canon 600D e lente Canon EF-S10.

Ostrea (nome volgare ostrica) è un genere di molluschi bivalvi dalla conchiglia tondeggiante ricoperta di lamelle squamose ondulate.
Le due valve sono disuguali e quella inferiore, a cui è ancorato l’animale, è più grande e incavata della superiore. Il mollusco ha corpo di forma tondeggiante, con i margini dei due lembi del mantello frangiati. Vive in tutti i mari d’Europa a bassa profondità, abbarbicata alle rocce o ad altri corpi solidi.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Fresh oysters in Vigo
Oysters are, in the collective imagination, the aphrodisiac food par excellence.
These are the oysters that can be eaten in Vigo, Spain.
The tradition of this place (and of this street in particular) is that the oysters, which can be tasted in the small restaurants present, must necessarily be purchased from the desks of these ladies who prepare them. In the picture, in fact, one of these benches.

La tradizione dei Cristi (foto)

La tradizione dei Cristi

Una delle tradizioni che in estate trova il massimo splendore sono le processioni delle confraternite con i classici Cristi ignei, alcuni pesantissimi ed enormi, altri un po’ più leggeri.

Il momento più difficile? Il cambio del portatore… ma lo sapete già tutti!

Dimenticavo, la processione fotografata era quella dei primi di luglio a Rapallo.

cristi rapallo

I Cantamaggio (foto)

asinello canta maggio varese

I Cantamaggio

E’ una cosa che ho scoperto quest’anno ma che va avanti da sempre: per il primo maggio dei gruppi di persone si organizzano e vanno di casa in casa (una volta), di trattoria in trattoria e di bar in bar, ad allietare tutti i presenti con canti tipici e musiche in cambio di un bicchiere di vino e qualcosa da mangiare. Ogni zona ne ha uno.

La prima foto è dell’asinello del gruppo che abbiamo incontrato a Varese Ligure:

asinello canta maggio varese

La seconda è del gruppo incontrato a Reppia:

cantamaggio reppia

Proprio una bella tradizione dell’entroterra ligure.