Il gyros greco fatto in casa da me, la ricetta

Il gyros greco fatto in casa da me, la ricetta

Il gyros greco fatto in casa da me, la ricetta.
Uno dei piatti che negli ultimi anni ha iniziato a piacermi moltissimo è il gyros greco (quello di maiale). Dal momento che non sono così comuni i ristoranti greci dalle mie parti (anche se a Chiavari ce n’è uno da molto tempo) ho deciso di provarlo a fare io a casa. Il risultato, ancora un poco lontano dal classico, non era male comunque.
Ve lo dico subito: non criticatemi troppo ma suggeritemi come migliorare il piatto.

Ingredienti

Per la carne:
– 500 grammi di maiale (ad esempio, lonza o spalla di maiale);
– 2 cucchiaini di origano secco (per le spezie ho optato per comprare una confezione già pronta su Amazon);
– 2 cucchiaini di paprika dolce;
– 2 cucchiaini di cumino macinato;
– 3 spicchi d’aglio, tritati;
– Succo di 1 limone;
– Sale e pepe nero a piacere;
– 2 cucchiai di olio d’oliva.

Come contorno:
– 4 pita greche o panini tondi (ho comprato le tigelle);
– Salsa tzatziki (vedi la ricetta qui sotto);
– Cipolle rosse sottili a fette’.

Per la salsa tzatziki:
– 1 cetriolo, sbucciato, privato dei semi e grattugiato;
– 250 grammi di yogurt greco;
– 2 spicchi d’aglio, tritati finemente;
– 2 cucchiai di olio d’oliva;
– 1 cucchiaio di aceto di vino bianco;
– 1 cucchiaio di menta fresca tritata;
– Sale e pepe nero a piacere;

Preparazione

Inizia preparando la marinata per la carne. In una ciotola, mescola l’origano, la paprika, il cumino, l’aglio tritato, il succo di limone, il sale, il pepe e l’olio d’oliva. Aggiungi la carne di maiale tagliata a strisce sottili e assicurati che sia ben rivestita dalla marinata. Copri la ciotola e lascia marinare in frigorifero per almeno 30 minuti, ma preferibilmente per diverse ore o durante la notte.
Nel frattempo, prepara la salsa tzatziki. Gratta il cetriolo e strizzalo per rimuovere l’acqua in eccesso. In una ciotola, mescola il cetriolo grattugiato, lo yogurt greco, l’aglio tritato, l’olio d’oliva, l’aceto di vino bianco, la menta, il sale e il pepe. Metti la salsa tzatziki in frigorifero fino al momento di servire.
Preriscalda una griglia o una padella antiaderente a fuoco medio-alto. Cuoci le strisce di maiale marinate fino a quando sono ben cotte e hanno sviluppato un bel colore dorato, circa 4-5 minuti per lato.
Scalda le pite greche o i panini tondi in una padella o sulla griglia fino a quando sono leggermente dorati.

Per servire in un piatto metti il maiale grigliato, il pane e qualche striscia di cipolla rossa. A parte, la salsa tzatziki.
Completa se vuoi (ma io non le ho messe perchè non mi piacciono) con fette di pomodoro, foglie di lattuga e, se desideri, peperoncini verdi o jalapeños.

Questo è il tuo delizioso gyros greco di maiale! Buon appetito!
Aggiungi un tuo commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Foto scattate con Honor 20.

Homemade Greek gyros, the recipe – Gyros grecs maison, la recette – Gyros griegos caseros, la receta – Giroscópios gregos caseiros, a receita – Hausgemachtes griechisches Gyros, das Rezept – Con quay Hy Lạp tự làm, công thức – 自制希腊陀螺仪,食谱 – 自家製ギリシャのジャイロ、レシピ

Il testo del post è stato scritto con l’aiuto di ChatGPT, un modello di lingua di OpenAI.

Un kebab allo spiedo in Malesia

Kebab

Un kebab allo spiedo in Malesia.
A dire la verità non credo sia una delle foto più belle del mio sito ma comunque è stata scattata in un momento particolare: il mio primo kebab. L’ho mangiato in Malesia a Langkawi e devo dirvi che mi è piaciuto (tanto che la crociera successiva lo sono andato a rimangiare).
Non lo avrei mai pensato ma ora sono oltre che un mangiatore di hamburger e patatine anche un amico del kebab…

Ti piace? Aggiungi un commento oppure vai nella parte bassa del sito per leggere cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Kebab allo spiedo

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Il tipo di kebab più famoso nel mondo è probabilmente il döner kebab. Il fatto che in Turchia venga chiamato anche con un’espressione che significa “kebab da passeggio”, per l’abitudine di mangiarlo anche mentre si cammina per strada, non ha nulla a che vedere col suo nome, dal momento che döner kebab è traducibile come “kebab che gira”, con riferimento allo spiedo verticale rotante nel quale la carne viene infilzata e fatta abbrustolire, facendola ruotare sull’asse del girarrosto.
Continua ed approfondisci su Wikipedia

A kebab on a spit in Malaysia – Un kebab à la broche en Malaisie – Un kebab al asador en Malasia – Um kebab no espeto na Malásia – Ein Kebab am Spieß in Malaysia – Món kebab trên xiên ở Malaysia

Un generoso piatto di gyros gustato al porto del Pireo in Grecia

Gyros al Pireo

Un generoso piatto di gyros gustato al porto del Pireo in Grecia.
Un bel piatto di Gyro di maiale gustato in quel del Pireo un paio di settimane fa.
C’e’ proprio tutto: la carne di maiale in pezzetti, le pita, le cipolle, le patate fritte, i pomodori… e le salse per gustarlo.
Alla modica cifra di 7 euro e mezzo. Ci sono molti luoghi ove potrete mangiare dei Gyros al Pireo.

Ti piace il gyros? Lascia un commento cliccandoqui.

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Il gyros è un piatto greco molto simile al kebab turco o allo shawarma arabo, ma la cui realizzazione tipica – a differenza di questi – è quasi sempre a base di carne di maiale.
Si cuoce su uno spiedo verticale su cui vengono infilzate, una sopra l’altra, delle fettine di carne, preventivamente marinate (o condite) con spezie, aromi, e sale. La carne viene cotta su questo girarrosto che rotea su sé stesso in vicinanza di una griglia resa incandescente con l’elettricità o con la combustione del gas. Quando la parte esterna diventa croccante, viene tagliata in fette sottili.
Continua su Wikipedia

A generous plate of gyros enjoyed at the port of Piraeus in Greece – Une généreuse assiette de gyros dégustée au port du Pirée en Grèce – Un generoso plato de gyros disfrutado en el puerto del Pireo en Grecia – Um generoso prato de gyros apreciado no porto de Pireu, na Grécia – Ein großzügiger Gyros-Teller im Hafen von Piräus in Griechenland – Một đĩa gyros thịnh soạn được thưởng thức tại cảng Piraeus ở Hy Lạp – 在希腊比雷埃夫斯港享用丰盛的陀螺仪盘 – ギリシャのピレウス港で楽しむたっぷりのジャイロプレート

Gyros greco

Gyros greco

Gyros greco.
Il gyros è uno degli street food più noti al mondo. Ovunque si vada, in Grecia, o si mangia pesce fresco oppure, per spendere meno, si può optare per questo tipo di cibo. Carne, verdure, patatine fritte e salse; tutto racchiuso in un disco di pane arrotolato.
Queste due belle foto le ho scattate in un take away nei pressi del porto del Pireo, il porto di Atene.

Gyros greco

Alcuni gyros greci

Foto scattate con macchina Canon 600D e lente Tamron 16-300.

Per saperne di più vi affido a Wikipedia che però, in italiano, non è molto ricca di informazioni.

Pane per gyros greco

Pane per gyros greco.
Chiunque sia stato in Grecia ha assaggiato (o comunque visto) un gyros. Il gyros è quel cibo (carne, verdure, patatine, salse…) contenuto un un disco di pane arrotolato,
In molte parti del mondo si usa questo tipo di cibo; cambiano solo ingredienti e il tipo di pane e farina. Anche la italianissima piadina ne è un esempio ma anche il kebab e le pitas lo sono.
Qualche giorno fa ero in Grecia e, in uno dei moltissimi bars e ristorantini del porto del Pireo non ho perso l’occasione per fare diverse foto.
Questa in particolare è del pane (utilizzato appunto per i gyros) che viene arrostito su una piastra per essere pronto o per accogliere gli ingredienti scelti oppure per fare da contorno agli spiedini (souvlaki) di carne.

Pane per gyros

Foto scattata con macchina Canon 600D e lente Tamron 16-300.

×