Pinoli sgusciati (foto macro hdr)

pinoli sgusciati

Pinoli sgusciati

I pinoli sono uno degli elementi costitutivi della dieta mediterranea. Qui in Liguria li usiamo in moltissime ricette tra cui, ovviamente, il pesto alla genovese.
I pinoli non sono altro che i semi di alcuni tipi di pino nelle cui pigne vengono custoditi i pinoli (a loro volta racchiusi da una durissima buccia legnosa). Se volete inoltrarvi in informazioni più specifiche c’è Wikipedia, come sempre.

pinoli sgusciati

Foto scattate con macchina Canon 600D e lente Canon EF 40 e fondale Portatile Studio.

Carbonara leggera di carciofi, profumata con curcuma, la ricetta

carbonara di carciofi

Carbonara leggera di carciofi, profumata con curcuma

Questa mattina mi è venuta voglia di mangiare una carbonara… ma sono a dieta e così ne ho preparato una dietetica che volendo puó diventare un piatto unico per tutta la famiglia.

Ingredienti per 4 persone:
– 3 bei carciofi teneri, sbollentati e saltati in padella con 30 grammi d’olio extra vergine con 1 spicchio d’aglio;
– per la salsa: 3 uova (due intere ed un rosso), due cucchiai di latte, due cucchiai di grana grattugiato, curcuma, sale e pepe.

Ho pulito 3 bei carciofi, gambi compresi e li ho lasciati a bagno per qualche minuto in acqua fredda con limone. Poi li ho messi a cuocere in acqua bollente, salata e sempre con aggiunta di succo di limone. Una volta cotti li ho lasciati a raffreddare.
Ho poi preparato la base della carbonara sbattendo due uova intere ed un rosso, poco latte, un paio di cucchiai di formaggio grana grattugiato ed ho aggiunto una bella spolverata di curcuma macinata.

Ho messo a bollire 300 grammi di penne integrali in acqua salata e a parte ho fatto saltare a fuoco vivo i carciofi, affettati abbastanza fini, con poco olio extra vergine, uno spicchio d’aglio schiacciato e poco sale grosso, facendoli insaporire per bene e aggiungendo acqua se necessario.
Una volta cotta la pasta la ho saltata con i carciofi facendola insaporire per bene. Alla fine, spento il fuoco, ho messo nella padella la base fatta con le uova e gli altri ingredienti che avevo preparato in precedenza, mescolando bene e servendo la carbonara con una leggera macinata di pepe nero.

Eccovi i piatto finito:

carbonara di carciofi

Salsa verde (foto e ricetta)

Salsa verde a modo mio, per bolliti in genere.

Quando penso alla salsa verde, mi viene sempre in mente un dettaglio su cui insisteva una signora piemontese di gran classe e cultura: non bisogna bagnare la mollica di pane nell’aceto ma nel latte perché l’aceto va aggiunto alla fine per dosarne la quantità e per migliorare la morbidezza dell’insieme. Pertanto i diversi ingredienti che compongono questa salsa a modo mio sono:prezzemolo, mollica di pane bagnata nel latte e strizzata, acciuga salata, capperi, uno spicchio d’aglio, uovo sodo (facoltativo). Alla fine quando tutto sarà bene tritato ed omogeneo, si aggiunge l’aceto e un poco di olio d’oliva senza esagerare. Della salsa verde ci sono molte varianti a seconda dei gusti ma questa è per me una ricetta eccellente.

salsa verde

Seppie con piselli a modo mio, la ricetta

Seppie con piselli

Seppie con piselli a modo mio, la ricetta

Seppie con piselli a modo mio, la ricetta.
Visto che ormai i piselli freschi nostrani si trovano a prezzo abbordabile, questa mattina volevo preparare un piatto ligure tipico di questa stagione: acciughe in umido con piselli. Purtroppo non ho trovato acciughe di mio gradimento ma, in compenso, ho visto sul banco della pescheria alcune seppie, piccole e freschissime ed ho pensato di prepararle in umido al posto delle acciughe. Sinceramente non so se questa ricetta abbia attinenza con la cucina ligure o con quella meridionale che io amo altrettanto ma vi descriverò’  come la ho preparata.
Dopo aver pulito le seppie e conservato un sacchetto di nero, ho fatto un soffritto di cipolla a cui ho aggiunto uno spicchio d’aglio intero ed un pezzetto del mio peperoncino piccante. Ho poi aggiunto le seppie tagliate a listelle e le ho fatte soffriggere a fuoco vivace. Ho bagnato con poco vino bianco e, una volta evaporato, ho aggiunto il pomodoro passato e il sacchetto con il nero. Ho poi aggiunto i piselli che avevo precedentemente fatto cuocere per qualche minuto in acqua bollente ed ho lasciato cuocere aggiungendo, quando necessario, un po’ dell’acqua dei piselli.

Ingredienti per quattro persone

  • Un kilo di seppie fresche con un sacchetto del loro nero
  • 750 grammi di pomodori maturi, che ho fatto cuocere in una pentola senza acqua per farne uscire l’acqua che poi ho passato oppure due scatolette di passata di pomodoro
  • Trecento grammi di piselli freschi sgusciati
  • Un bicchiere piccolo di olio extra vergine
  • Un cipolla grande, uno spicchio di aglio e peperoncino secondo i gusti
  • Poco vino bianco
  • Vi aspetto presto per le acciughe, questa volta preparate con i piselli come le faceva mia nonna…

    Seppie con piselli

    [ENG] Now that our own fresh peas are at affordable price, this morning I wanted to prepare a dish from Liguria typical this season: anchovies stewed with peas. Unfortunately I have not found anchovies to my liking but, on the other hand, I saw on the counter of some fish squid, small and fresh and I thought I’d prepare stew instead of anchovies. I honestly do not know if this recipe has a bearing on the Ligurian cuisine or the south that I love equally but I will describe ‘how I prepared.
    After cleaning the squid and kept a bag of black, I made a fried onion to which I added a clove of garlic and a piece of my hot pepper. I then added the squid cut into strips and got them fry over high heat. I soaked in a little white wine and, once evaporated, I added the tomato sauce and the bag with the black. I then added the peas I had prevedentemente cook for a few minutes in boiling water and let cook by adding, when necessary, a little ‘water peas.
    Ingredients for four people:
  • A kilo of fresh cuttlefish with a bag of their black
  • 750 grams of ripe tomatoes, which I cooked in a pot without water to bring out the water then I passed or two cans of tomato sauce
  • Three hundred grams of shelled fresh peas
  • A small glass of extra virgin
  • A large onion, a clove of garlic and red pepper to taste
  • A little white wine
    I wait soon for anchovies, this time prepared with peas as my grandmother did …

  • Lasagne al forno alla bolognese, la ricetta

    Lasagne al forno alla bolognese

    Cari amici,
    Mi è venuto in mente un piatto tipico della cucina italiana, le lasagne, che poi non è così difficile da preparare e che è anche uno splendito pasto completo. Ho voluto di proposito proporre una preparazione semplice e assieme darvi alcune informazioni su come preparare la salsa besciamella ed il ragù alla bolognese, che differisce abbastanza dal ragù ligure di casa nostra. Per quest’ultimo vi darò in un’altra occasione la ricetta di quello che faceva mia nonna…

    Lasagne al forno alla bolognese (Per 6 persone)

    Pasta fresca per lasagne: 600 grammi
    Oppure 300 grammi di pasta secca per lasagne (da non precuocere)

    Per la salsa:

    – 400 grammi di carne macinata di ottima qualità, 50% di manzo e 50% maiale
    – 250 grammi di pomodori pelati
    – 30 grammi di farina
    – 150 grammi di parmigiano grattugiato
    – 100 grammi di olio d’oliva
    – Un bicchiere di vino rosso secco
    – Una carota piccola
    – Una cipolla
    – Un gambo di sedano
    – Sale e pepe

    Per la besciamella:

    80 Grammi di burro, 50 grammi di farina, mezzo litro di latte, un pizzico di noce moscata e un po’ di sale

    Se usate la pasta fresca:
    Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, toglietela molto al dente e mettetela subito in un recipiente con acqua fredda e ghiaccio affinchè non continui a cuocere.
    Se usate l’apposita pasta secca per lasagne
    Si può benissimo usare questo tipo di pasta ma, in questo caso, preparate la besciamella un po’ più liquida.

    Per la preparazione della salsa:

    Allargate la carne macinata in un tegame basso da forno, spolveratela di farina e mettetela in un forno caldo a 200 gradi per 20 minuti. Una volta cotta, fate colare dal tegame il liquido ed il grasso che sono usciti con la cottura.
    In una casseruola fate soffriggere nell’olio la cipolla, la carota ed il sedano e, quando hanno preso colore, aggiungete la carne. Rimescolate bene e, una volta che ha preso calore, aggiungete il vino rosso, fare evaporare e poi aggiungete i pomodori pelati leggermente tritati ed il loro liquido. Aggiungete sale e pepe e fate cuocere per una buona mezzora aggiungendo acqua se necessario.

    Per preparare la besciamella:

    Scaldate il latte ed il burro in una pentola. Quando il burro inizia a sciogliere aggiungete la farina e cominciate a mescolare aggiungendo ancora latte se notate che asciuga troppo. Per fare la besciamella ci vogliono 10 minuti al massimo.

    Preparazione della lasagna:

    In una teglia da forno, meglio se di ceramica o vetro, mettete un pochino d’olio sul fondo e coprilelo con uno strato di pasta facendo attenzione di lasciare questo strato di pasta più basso debordare dal tegame. Mettete uno strato di salsa, qualche cucchiaio di besciamella e un po’ di parmigiano continuando così per almeno altri due strati di pasta (questi dovrenno entrare nel tegame senza debordare). Coprite poi lo strato più in alto con la pasta che avevate fatto debordare in modo da chiudere dentro la lasagna e mettete sopra la salsa che è rimasta, un po’ di besciamella, un po’ di olio e abbondante parmigiano.
    Cuocete nel forno a 200° per 30/40 minuti.

    Lasagne cotte

    Piatto pronto