Spiagge da sogno: Patong beach

Spiagge da sogno: Patong beach

Spiagge da sogno: Patong beach

Spiagge da sogno: Patong beach.
Di tutte le spiagge che ho visitato e di cui vi ho parlato forse questa non e’ proprio la piu’ da sogno ma rimane comunque una bellissima spiaggia.
Se la marea e il vento sono favorevoli l’acqua e’ pulita (anche se non l’ho proprio mai vista trasparente). Ma e’ strapiena di turisti tutti i giorni e questo la rende un po’ meno da sogno.
Ricordatevi poi di stare attenti alle sigarette: in tante spiagge della Thailandia, inclusa questa, non si puo’ fumare ovunque ma solo nelle aree destinate allo scopo.

Spiagge da sogno: Patong beach

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Phuket (in lingua thai: ภูเก็ต, trascrizione IPA: [pʰūːkèt]) è la più grande isola della Thailandia e si trova sul mare delle Andamane, nei pressi della costa ovest della penisola malese. A nord è collegata alla terraferma dal lungo ponte stradale Sarasin. Le sue importanti risorse naturali comprendono falesie calcaree ricche di stagno, famose spiagge, tranquille baie e foreste tropicali che fanno di Phuket la più ricca, più turistica e più popolare tra le isole della Thailandia del Sud. È conosciuta nel Paese anche come la perla delle Andamane o la perla del sud.
Continua su Wikipedia.

Dove si trova la spiaggia di Patong a Phuket:

[ENG] Dream beaches: Patong beach.
Of all the beaches that I have spoken and visited, perhaps this is not really the most dreamed but still remains a beautiful beach.
If the tide and the wind are favorable, the water is clean (although I have never really seen it transparent). But it is full of tourists every day and this makes it a little less dreamy.
Then remember to be careful with cigarettes: in many beaches in Thailand, including this one, you cannot smoke anywhere but only in the areas intended for the purpose.

Riso fritto con frutti di mare

Riso fritto con frutti di mare

Riso fritto con frutti di mare

Riso fritto con frutti di mare.
Uno dei piatti tipici della cucina cinese fotografato in Thailandia qualche mese fa.
Gamberi, verdure e uova con una spruzzatina di lime ed il piatto e’ finito!
Veramente credevo di averla gia postata questa foto ma alla fine non lo avevo ancora fatto!

Riso fritto con frutti di mare

Foto scattata con Honor 10.

Il riso non glutinoso è il riso maggiormente consumato dai cinesi, solitamente bollito in acqua senza sale. In linea di massima, i cinesi preferiscono il loro riso sbramato, bianco e a chicco lungo in modo da rendere “arioso” e asciutto il piatto. Nelle regioni orientali e a Taiwan si preferisce un riso un po’ più vischioso e a chicco medio.
Può essere fritto insieme con carne e verdure; i vari piatti cinesi di riso fritto/saltato prendono il nome collettivo di chao fan, tra i quali vi è il popolare riso cantonese.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Crostacei thailandesi

Crostacei thailandesi

Crostacei thailandesi

Crostacei thailandesi.
Come già vi ho scritto in diversi post i crostacei ed i frutti di mare sono uno dei principali tipi di cibo che si trovano in Thailandia.
Non c’è ristorante che non li cucini o esponga.
Questi erano nelle bacinelle di un banchetto lungo la strada di Koh Samui ed alcune donne locali le vendevano.
Gamberi, cicale di mare, granchi e pesci varii. Tutto apparentemente freschissimo!

Crostacei thailandesi

Crostacei thailandesi

Foto scattate con Honor 10.

[ENG] Thai shellfish.
As I have already written in several posts that shellfish and seafood in general are one of the main types of food found in Thailand.
There is no restaurant that doesn’t cook or display them.
These were in the bowls of a banquet along the road to Koh Samui and some local women sold them.
Shrimps, sea cicadas, crabs and various fish. All apparently fresh!

Aragosta fritta thai

Aragosta fritta thai

Aragosta fritta thai

Aragosta fritta thai.
Normalmente a Phuket andiamo sempre a mangiare l’aragosta in un mercato (proprio di fronte allo stadio della thai boxe) coperto.
Una delle tante volte, per nostra disattenzione (o forse perche’ il venditore on ce l’ha chiesto) ce le hanno preparate, invece che grigliate, fritte.
A dire la verita’ non credevo mi sarebbe piaciuta cotta in questa maniera ma alla fine dai (a parte l’aglio abbondante) me la sono pappata ugualmente.
Forse, in questo modo, ci vuole un pochino piu’ tempo per finirla e non e’ una brtta cosa visto il prezzo, che per essere in Thailandia e’ abbastanza alto.

Aragosta fritta thai

Foto scattata con Honor 10.

Vi lascio il link ad una pagina, zingarate, che elenca in maniera completa alcuni dei piu’ famosi piatti di pesce thailandesi.

Ha una taglia medio-grande con una lunghezza media di 20–40 cm e massima di 50 cm ed un peso fino a 8 kg. Il corpo è di forma sub-cilindrica, rivestito da una corazza che durante la crescita cambia diverse volte per ricrearne una nuova. Il carapace è diviso in due parti – il cefalotorace (parte anteriore) e l’addome (parte posteriore) – con una colorazione da rosso-brunastro a viola-brunastro ed è cosparso di spine a forma conica. L’addome è formato da 6 segmenti mobili, ed è dotato di un minuscolo pungiglione.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Red snapper alla griglia

Red snapper alla griglia

Red snapper alla griglia

Red snapper alla griglia.
Oltre alle aragoste e ai gamberoni cosa non manca quasi mai negli espositori dei ristoranti thailandesi sono i red snapper.
Questo pesce tropicale dalla carne tenera, cotto normalmente alla griglia, con qualche spezia.
E’ cotto aperto, forse per velocizzarne la preparazione, per cui non fa venire molto appetito ma vi assicuro che era delizioso.

Red snapper alla griglia

Foto scattata con Honor 10.

L’aspetto di questi pesci ricorda gli Sparidae o gli Haemulidae. La pinna dorsale è unica con la parte anteriore composta da raggi spinosi, ci può essere un’intaccatura al centro di questa pinna. Tre raggi spinosi sono presenti anche sulla pinna anale. La bocca è grande, con mascelle robuste, armata di denti caniniformi grandi ed evidenti. Gli affini Caesionidae sono simili ma più affusolati, con bocca piccola e pinna caudale profondamente forcuta.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] In addition to lobsters and prawns, what’s almost never missing in the exhibitors of Thai restaurants, always present are the red snapper.
This tropical fish with tender meat, normally cooked on the grill, with some spice.
It is cooked opened, perhaps to speed up the preparation, so it does not make much appetite but I assure you it was delicious.

Aragoste fresche

Aragose fresche

Aragoste fresche

Aragoste fresche.
In quasi tutti i ristoranti thailandesi fanno bella mostra aragoste e gamberoni.
Questo, per esempio, era il bancone del mercato nel quale ultimamente andiamo sempre a magiare quando la nave e’ ferma a Phuket.
Aragoste fresche (probabilmente di allevamento) da pesare e far preparare alla griglia oppure fritte.
800/1000 baths al kilo, a seconda di quanto siete bravi a contrattare, circa 30 euro.

Aragose fresche

Foto scattata con Honor 10.

Ha una taglia medio-grande con una lunghezza media di 20–40 cm e massima di 50 cm ed un peso fino a 8 kg. Il corpo è di forma sub-cilindrica, rivestito da una corazza che durante la crescita cambia diverse volte per ricrearne una nuova. Il carapace è diviso in due parti – il cefalotorace (parte anteriore) e l’addome (parte posteriore) – con una colorazione da rosso-brunastro a viola-brunastro ed è cosparso di spine a forma conica. L’addome è formato da 6 segmenti mobili, ed è dotato di un minuscolo pungiglione.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] In almost all Thai restaurants, lobsters and prawns are on display.
This, for example, was the market counter in which it has recently become a must for us to eat when the ship is stationed in Phuket.
Fresh lobsters (probably breeding) to be weighed and grilled or fried.
800/1000 baths per kilo, it depends how you are good at bargaining, about 30 euros.