Cestino di ciliegie nostrane

Cestino di ciliegie nostrane

Cestino di ciliegie nostrane.
Le ciliegie sono un tipo di frutta che amo fotografare. Queste ci sono state regalate da alcuni amici e sono proprio nostrane e completamente biologiche.
Le ho fotografate in hdr con un effetto un pochino scuro, per differenziarle un po’ dalle molte altre che già sono presenti sul sito:

Cestino di ciliegie nostrane

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Per la Chiesa cattolica la ciliegia ha anche un suo Santo protettore: San Gerardo dei Tintori, si trova nella città di Monza nell’omonima chiesa e si festeggia il 6 giugno. Secondo uno studio della University of Michigan Health System, una dieta ricca di ciliegie avrebbe dimostrato di poter ridurre i fattori di rischio associati a malattie cardiache e diabete di tipo 2 nei ratti.
Continua su Wikipedia.

[ENG] Basket of homegrown cherries.
Cherries are a type of fruit that I love to photograph. These were given to us by some friends and are really homegrown and completely organic.
I photographed them in hdr with a slightly dark effect, to differentiate them a bit from the many others that are already present on the site.

Ciliegie nostrane

Ciliegie nostrane

Ciliegie nostrane.
Negli ultimi giorni alcuni amici ci stanno portando delle ottime ciliegie appena raccolte qui in zona.
Forse non sono duroni ma sono comunque ottime e gustose.

Ciliegie nostrane

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

La ciliegia è il frutto del ciliegio (Prunus avium). La pianta domesticata è stata ottenuta da ripetute ibridazioni della specie botanica. Il nome cerasa presente in diversi dialetti italiani, così come quello portoghese (cereja), francese (cerise), spagnolo (cereza), rumeno (cireş), in sardo (cerexa), e inglese (cherry), deriva dal greco κέρασος (kérasos) e da qui dal nome della città di Cerasunte (o meglio Giresun), nel Ponto (l’attuale Turchia) da cui, secondo Plinio il Vecchio, furono importati a Roma nel 72 a.C. da Lucio Licinio Lucullo i primi alberi di ciliegie.
Continua su Wikipedia.

Iniziano le ciliegie

Ciliegie

Iniziano le ciliegie

Iniziano le ciliegie. Ci stiamo avviando all’estate ed arrivano le prime ciliegie (o ciliege, ho scoperto che è accettato anche scriverle senza i). Un frutto buonissimo di cui ci sono già diverse foto su questo blog.
Queste sono le prime che arrivano a casa mia, vi piacciono?

Iniziano le ciliegie

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

La ciliegia è il frutto del ciliegio (Prunus avium). La pianta domesticata è stata ottenuta da ripetute ibridazioni della specie botanica. Il nome cerasa presente in diversi dialetti italiani, così come quello portoghese (cereja), francese (cerise), spagnolo (cereza), rumeno (cireş), in sardo (cerexa), e inglese (cherry), deriva dal greco κέρασος (kérasos) e da qui dal nome della città di Cerasunte (o meglio Giresun), nel Ponto (l’attuale Turchia) da cui, secondo Plinio il Vecchio, furono importati a Roma nel 72 a.C. da Lucio Licinio Lucullo i primi alberi di ciliegie.
Continua su Wikipedia.

Albicocche e ciliegie

Albicocche e ciliegie

Albicocche e ciliegie.
Se non erro c’è già un post dal titolo simile: albicocche e ciliegie.
Spero però che in questo la qualità delle foto sia decisamente più gradita a tutti voi.
Sono delle albicocche (raccolte qualche settimana fa nel mio giardino) e delle ciliegie (comperate).
Vi piacciono?

Albicocche e ciliegie

Albicocche e ciliegie

Foto scattate con macchina Canon 600D e lente Canon EF 40.

[ENG] Apricots and cherries.
If I’m not mistaken there is already a post with a similar title: apricots and cherries.
But I hope that in this the quality of the photos is much more appreciated by all of you.
They are apricots (picked a few weeks ago in my garden) and cherries (bought).
You like them?

Ciliegie rosse scure: belle, buone e di stagione

ciliegie rosse scure

Ciliegie rosse scure

Queste sono belle e buone ciliegie rosse, come in altri post su questo frutto, unica differenza è che le ciliegie sono di un altro tipo (quelle che piacciono di più a me) e cioè quelle più scure:

ciliegie rosse scure

Foto scattate con macchina Canon 600D e lente Canon EF 40.

La ciliegia è il frutto del ciliegio (Prunus avium). La pianta domesticata è stata ottenuta da ripetute ibridazioni della specie botanica. Il nome cerasa presente in diversi dialetti italiani, così come quello portoghese (cereja), francese (cerise), spagnolo (cereza), rumeno (cireş), in sardo (cerexa), e inglese (cherry), deriva dal greco κέρασος (kérasos) e da qui dal nome della città di Cerasunte (o meglio Giresun), nel Ponto (l’attuale Turchia) da cui, secondo Plinio il Vecchio, furono importati a Roma nel 72 a.C. da Lucio Licinio Lucullo i primi alberi di ciliegie. Il frutto può nascere da due diverse specie botaniche. Da una parte il ciliegio dolce (cosiddetto Prunus avium), che produce le ciliegie che siamo abituati a consumare come frutta fresca. Dall’altra il ciliegio acido (Prunus cerasus) che produce amarene, visciole o marasche, genericamente definite come ciliegie acide. In questo articolo si descrive la ciliegia propriamente detta, frutto del prunus avium.
Continua su Wikipedia.

[ENG] These are beautiful and good red cherries, as in other posts on this fruit, the only difference is that the cherries are of another type (those that like me most), namely the dark ones.

Ciliegie ad inizio estate

Ciliegie ad inizio estate

Ciliegie ad inizio estate

Ciliegie ad inizio estate.
Uno dei frutti di stagione, le ciliegie, fanno sempre bella mostra di se su tutte le tavole italiane.
Questo bel piatto era sulla mia tavola qualche giorno fa:

Ciliegie ad inizio estate

Foto scattate con macchina Canon 600D e lente Tamron 16-300.

La ciliegia è il frutto del ciliegio (Prunus avium). La pianta domesticata è stata ottenuta da ripetute ibridazioni della specie botanica. Il nome cerasa presente in diversi dialetti italiani, così come quello portoghese (cereja), francese (cerise), spagnolo (cereza), rumeno (cireş), in sardo (cerexa), e inglese (cherry), deriva dal greco κέρασος (kérasos) e da qui dal nome della città di Cerasunte (o meglio Giresun), nel Ponto (l’attuale Turchia) da cui, secondo Plinio il Vecchio, furono importati a Roma nel 72 a.C. da Lucio Licinio Lucullo i primi alberi di ciliegie. Il frutto può nascere da due diverse specie botaniche. Da una parte il ciliegio dolce (cosiddetto Prunus avium), che produce le ciliegie che siamo abituati a consumare come frutta fresca. Dall’altra il ciliegio acido (Prunus cerasus) che produce amarene, visciole o marasche, genericamente definite come ciliegie acide. In questo articolo si descrive la ciliegia propriamente detta, frutto del prunus avium.
Continua su Wikipedia.