Tacos a Barbados

Tacos a Barbados

Tacos a Barbados.
Come vi ho gia’ scritto in precedenza ai Caraibi, esclusa la cucina creola, potete trovare infulenze culinarie di tutte le parti limitrofe.
Hamburger in prima battuta ma anche tacos e tortilla si trovano in quasi tutti i bar per turisti.
Piatti veloci e semplici da preparare ovviamente!

Tacos a Barbados

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Il taco tradizionale messicano utilizza tortilla di mais o di frumento morbide, unte nel sugo del ripieno e scaldate brevemente, mentre quelle comuni in altri paesi usano tortilla fritte al punto di essere croccanti (hard shell tacos), preparate industrialmente e vendute nei supermercati, spesso come parte di un pacchetto comprendente gli altri ingredienti necessari. I taco con le tortilla croccanti non vengono considerati come “messicani” in Messico, ma piuttosto un’invenzione tex-mex.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Tacos in Barbados.
As I previously wrote to you in the Caribbean, excluding Creole cuisine, you can find culinary infullness from all the neighboring parts.
Hamburgers in the first place but also tacos and tortillas are found in almost all tourist bars.
Fast and simple dishes to prepare of course!

Spaghetti al pesto artistici a casa

Spaghetti al pesto artistici

Spaghetti al pesto artistici.
Forse il titolo sembrerà un pochino esagerato ma secondo me questo piatto ha un qualcosa di artistico.
Uno dei piatti più classici della Liguria, uno dei più conosciuti (ed imitati) al mondo.
In questo scatto molto morbido poi gli spaghetti appena scolati sono avvolti (a freddo mi raccomando) da questa salsa verde che in pochi minuti ne ricoprirà le superfici.

Spaghetti al pesto artistici

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Tamron SP AF 90mm.

Ci sono talmente tanti post su questo sito che riguardano il pesto genovese ma non credo si averne nominato uno con gli spaghetti al pesto artistici. Vi linko però un altro bel articolo, scritto da Loris, su come si prepara questa salsa. Per quali tipi di pasta utilizzare non dovete fare altro che scorrere la pagina più in basso e consultare gli articoli collegati e vedrete che ve ne suggerisco almeno una decina.

[ENG] Artistic pesto spaghetti.
Maybe the title will seem a little exaggerated but in my opinion this dish has something artistic.
One of the most classic dishes of Liguria, one of the best known (and imitated) in the world.
In this very soft shot then the freshly drained spaghetti is wrapped (cold I recommend) by this green sauce which in a few minutes will cover the surfaces.

Spaghetti al pesto alla genovese

Spaghetti al pesto alla genovese

Spaghetti al pesto alla genovese.
La salsa ligure per eccellenza, una delle più famose al mondo, con degli spaghetti.
Non è il genere di pasta più famosa che si usa accompagnare (ancora più classiche sono le trenette, i corsetti, le trofie o i mandilli) ma sono altrettanto buoni.
Ho cercato di creare una foto un po’ particolare per questo piatto veramente eccezionale.

Spaghetti al pesto alla genovese

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Su Amazon si possono trovare diversi libri e ricette su questo piatto e ve ne propongo qualcuno: Pesto. Tradizione e futuro oppure Pesto & condimenti veloci. Vi suggerisco poi altri libri sulla cucina genovese in generale: La vera cucina genovese. Facile ed economica., La cucina dei genovesi. Storia e ricette oppure La vera cucina genovese: chicche di cucina 3.

Il pesto si ottiene pestando (mescolando a pressione) il basilico con il sale, i pinoli e l’aglio, il tutto condito con parmigiano, fiore sardo e olio extravergine di oliva. Si tratta quindi di una salsa a crudo, ovvero un composto nel quale gli ingredienti sono amalgamati a freddo, non cotti. Per questa caratteristica gli ingredienti non perdono le proprie caratteristiche organolettiche originarie.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Spaghetti with pesto alla genovese.
The Ligurian sauce par excellence, one of the most famous in the world, with spaghetti.
It is not the most famous kind of pasta you use to accompany (even more classic are the trenette, the corsets, the trofie or the mandilli) but they are just as good.
I tried to create a special photo for this truly exceptional dish.

Pesto alla genovese

Pesto alla genovese

Pesto alla genovese.
Un bel piatto di pesto fatto in casa. Una delle mie salse preferite (seguita dalla carbonara).
Basilico, aglio, pinoli, parmigiano (ci vorrebbe anche un po’ di pecorino sardo ma in casa non ne teniamo), sale e un poco di olio di oliva.
Se leggete bene Loris vi ha già scritto una bela ricetta e qualche aneddoto sul pesto genovese.

Pesto alla genovese

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Il pesto si ottiene pestando (mescolando a pressione) il basilico con il sale, i pinoli e l’aglio, il tutto condito con parmigiano, fiore sardo e olio extravergine di oliva. Si tratta quindi di una salsa a crudo, ovvero un composto nel quale gli ingredienti sono amalgamati a freddo, non cotti. Per questa caratteristica gli ingredienti non perdono le proprie caratteristiche organolettiche originarie.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Pesto sauce.
A nice homemade pesto dish. One of my favorite sauces (followed by carbonara).
Basil, garlic, pine nuts, Parmesan (it would also take a bit of Sardinian pecorino but we don’t keep it at home), salt and a little olive oil.
If you read well, Loris has already written a nice recipe and some anecdotes about the Genoese pesto.

Il tocco di casa mia, la ricetta

ravioli al ragu di Marchin

Il tocco di casa mia.
Oggi vi spiego brevemente la ricetta del ragu’ di carne genovese cosi’ come lo so preparare io.

In abbondante olio di oliva soffriggere cipolla tritata con uno spicchio di aglio.
Aggiungete un bel pezzo di manzo e una salsiccia media e fate rosolare bene il tutto.
Bagnare con vino rosso e, una volta asciugato, aggiungete qualche pezzetto di funghi secchi e dei pomodori passati.
Fate cuocere lentamente per un’ora.
Togliete la carne, tritatela, e rimettetela nel sugo per farla cuocere ancora per un’oretta.

A questo punto il tocco è pronto!

Vi lascio una immagine di un bel piatto di ravioli conditi con il ragu’ di carne alla genovese (foto che avevo inserito in un altro post pero’):
ravioli al ragu di Marchin

Visto che siete sempre curiosi di saperne di piu’ vi lascio un paio di link per continuare l’approfondimento su questo splendido condimento: agrodolce.it, primononsprecare.blog e zenaatoua.com.

[ENG] The tocco of my home.
Today I will explain briefly the Genoese meat ragu recipe as I prepare it myself.
In abundant olive oil fry chopped onion with a clove of garlic.
Add a nice piece of beef and a medium sausage and brown well.
Sprinkle with red wine and, once dried, add a few pieces of dried mushrooms and tomatoes.
Cook slowly for an hour.
Remove the meat, chop it, and put it back in the sauce to cook it for another hour.
At this point the tocco is ready!

Scarpetta col pesto

Scarpetta col pesto

Scarpetta col pesto

Scarpetta col pesto.
Il pesto alla genovese è sicuramente il condimento per eccellenza della Liguria.
E da buoni genovesi non se ne spreca nemmeno una stissa (una piccola goccia) per cui avanti di scarpetta per pulire il piatto.
Purtroppo mettendoci tanto parmigiano (a casa mia si usa solo quello e non anche il pecorino) rimane un po’ troppo appiccicato al fondo del piatto e non riesco a pulirlo bene bene.
Vi faccio venire l’acquolina in bocca?

Scarpetta col pesto

Foto scattata con Honor 10.

Primo esempio fu, in epoca romana, il Moretum, descritto da Virgilio[2][3]. La prima ricetta del pesto viene fatta risalire all’Ottocento, anche se certamente è debitrice di più antiche salse pestate come l’agliata (versione alla ligure dell’agliata classica), a base d’aglio e noci, diffusa in Liguria durante la repubblica marinara genovese[4], e il pistou francese.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

[ENG] Scarpetta with pesto.
Pesto is certainly the condiment par excellence of Liguria.
And as good Genoa people we do not even waste a “stissa” (a small drop) so ahead with “scarpetta” to clean the plate.
Unfortunately, putting a lot of Parmesan (at home I use only that and not even the pecorino) remains a little ‘too stuck to the bottom of the plate and I can not clean it well well.
Do I make your mouth water?