Gli asparagi saltati con burro e pangrattato, la ricetta

Gli asparagi saltati con burro e pangrattato

Gli asparagi saltati con burro e pangrattato.
Gli asparagi in padella sono un piatto (o un contorno) veramente semplice da preparare ma molto buono.
Vediamone la preparazione.

Ingredienti:
– asparagi freschi
– sale
– olio evo
– burro
– pane grattugiato

Per prima cosa dobbiamo fare bollire gli asparagi in acqua salata, circa una quindicina di minuti, dipende dalla morbidezza desiderata. C’è a chi piacciono croccanti e chi, come a me, piacciono decisamente morbidi. Ricordatevi: più sono morbidi e più è estesa la parte che si riesce a mangiare.

Una volta che la morbidezza è quella desiderata (basta infilzare la parte bianca con una forchetta per stabilirne il grado) spegnere il fuoco ed iniziamo a preparare la padella.

In una padella ampia mettiamo dell’olio di oliva ed una noce di burro. Appena il burro si scioglie ed il tutto inizia a sfrigolare aggiungere un pugno di pane grattugiato; dovete gestirne voi la quantità: se ne mettete troppo diventerà una poltiglia non buona (e per rimediare potete aggiungere un po’ di acqua di cottura).

Appena dopo il pane aggiungete gli asparagi e fate cuocere il tutto un minuto, cercando di far insaporire tutti i singoli vegetali, ed il piatto è pronto.

A mia mamma piace mangiarli assieme ad un paio di uova fritte; a me piacciono così!

A voi come piace prepararli e mangiarli? Lasciate un commento cliccando qui.

Questa è una bella foto del piatto finito:

Gli asparagi saltati con burro e pangrattato

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Il termine asparago o asparagio (dal greco aspharagos, che è dal persiano asparag, ossia germoglio) può designare sia l’intera pianta che i germogli della pianta Asparagus officinalis L. Appartiene alla famiglia delle Liliaceae, un’angiosperma monocotiledone. L’asparago possiede particolari proprietà diuretiche[senza fonte], viene apprezzato dai buongustai e ha alle spalle una storia millenaria.

Asparagus sauteed with butter and breadcrumbs – Asperges sautées au beurre et chapelure – Spargel mit Butter und Semmelbrösel sautiert – Măng tây xào bơ và vụn bánh mì

Palmito, o cuore di palma, gustato a Montevideo

Palmito, o cuore di palma, gustato a Montevideo

Palmito, o cuore di palma, gustato a Montevideo.
E’ da tanto tempo ormai che ho scattato questa foto e proprio non ero ancora riuscito a pubblicarla.
Questo è un cibo propriamente sudamericano, il cuore ti un certo tipo di palma che viene tagliato a pezzetti e conservato sott’olio o sotto aceto.
L’ho mangiato diverse volte in Brasile anche se la foto è stata scattata al Mercado di Montevideo.

Se hai domande oppure se vuoi farmi sapere la tua opinione su questo articolo lascia un commento cliccando qui.

Palmito, o cuore di palma, gustato a Montevideo

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Il palmito o più comunemente cuore di palma è un tipo di alimento ricavato da alcuni tipi di palma, come l’açaì, il babaçu, la juçara, il chontaduro. Queste specie di palme vengono coltivate soprattutto in Sudamerica, Brasile, Ecuador, Paraguay e Argentina, nelle zone paludose e lungo i fiumi tropicali.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Palmito, or heart of palm, enjoyed in Montevideo – Palmito, ou cœur de palmier, apprécié à Montevideo – Palmito, oder Palmenherz, genossen in Montevideo – Palmito, hay trái tim của cọ, được thưởng thức ở Montevideo

Passato di verdura

Passato di verdura

Passato di verdura.
Non si può certo dire che io sia un amante delle verdure ma almeno così devo dire che mi piacciono.
Mi piacerebbe evitare di passarle ma se sono con i pezzi non riesco.
Comunque il risultato è buono ugualmente.
Una goccia di olio evo a freddo ed ecco fatto!

Passato di verdura

Passato di verdura

Passato di verdura

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

La zuppa phở bò gustata ad Ho Chi Minh in Vietnam

Zuppa phở bò ad Ho Chi Minh

La zuppa phở bò gustata ad Ho Chi Minh in Vietnam.
Il piatto più classico e semplice del Vietnam è questa zuppa. Era piaciuta persino a me e, più o meno, tutti i giorni ne prendevo una ciotola.
Verdure ed erbe crude, peperoncino e lime da aggiungere a volontà!
Questo, in particolare, lo avevo fotografato nella città di Ho Chi Minh.

Ti piace la cucina vietnamita o asiatica? Aggiungi un tuo commento a questo post oppure leggi qui cosa hanno scritto gli altri visitatori.

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

The phở bò soup enjoyed in Ho Chi Minh in Vietnam – La soupe phở bò dégustée à Ho Chi Minh au Vietnam – La sopa phở bò que se disfruta en Ho Chi Minh en Vietnam – A sopa phở bò apreciada em Ho Chi Minh, no Vietnã – Die Phở-Bò-Suppe, die in Ho-Chi-Minh-Stadt in Vietnam genossen wird – Món phở bò được yêu thích ở Hồ Chí Minh ở Việt Nam – 在越南胡志明市享用的phở bò汤 – ベトナムのホーチミンで食べられるフォーボースープ

Gamberi con aglio ai Caraibi

Gamberi con aglio ai Caraibi

Gamberi con aglio ai Caraibi.
Non e’ sempre facile trovare cibi da fotografare specialmente quando l’ingrediente principale e’ sempre lo stesso: il gambero.
Questo piatto, gustato in quel di barbados, era un pochino insolito (non il solito gambero al cocco) per questa ragione sono contento di averlo immortalato!
Anche il piatto era ben imbastito con una bella decorazione floreale.
Il gusto non era un granche’: i gamberi piccoli piccoli e troppo aglio…

Gamberi con aglio ai Caraibi

Gamberi con aglio ai Caraibi

Foto scattate con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

Il nome volgare gambero identifica varie specie di crostacei acquatici appartenenti prevalentemente all’ordine dei Decapodi (Astacidea, Penaeoidea, Caridea ecc.) e marginalmente agli ordini degli Euphausiacea (krill), degli Stomatopoda (canocchie), dei Mysida e degli Amphipoda.
Continua e approfondisci su Wikipedia.

Zuppa thai

Zuppa thai

Zuppa thai.
Sto navingando in Asia e non posso esimermi dal mettervi foto di piatti thailandesi. Questa e’ una zuppetta di verdure e pollo (o maiale?). Tutto gustosissimo.

Zuppa thai

Foto scattata con macchina Canon EOS M100 e lente Canon EF-M 22.

La Thailandia è nota anche come Siam (pron. /ˈsiam/; in lingua thai: สยาม, pron. /saˈja:m/), che fu il nome ufficiale della nazione fino al 24 giugno 1939 e venne anche utilizzato dal 1945 fino all’11 maggio 1949, data della definitiva assunzione dell’attuale denominazione. La parola Thailandia deriva da thai (ไทย o ไท), aggettivo che significa “libero” o “indipendente” nella lingua thailandese. Alcuni abitanti, in particolare la considerevole minoranza cinese, continuano a usare il nome Siam.
Continua su Wikipedia.